Quali sono le fasi necessarie per ristrutturare una casa

Immagine di 4 fasi (1-2-3-4)
Quali sono le fasi necessarie per ristrutturare una casa
Rating Utenti: 4.9 (12 voti)

Quali fasi è indispensabile svolgere per ristrutturare una casa? Quali sono i passi che si devono compiere per realizzare in maniera corretta e con pieno successo i processi di una ristrutturazione? Qui di seguito vedremo come occorre procedere, ovviamente nel rispetto dei regolari standard di qualità e di sicurezza.

 

 

1°passo: Sopralluogo

2°passo: Progetto di massima

3°passo: Progetto esecutivo

4°passo: Esecuzione delle opere

 

 

 

Sopralluogo

 

Naturalmente la fase iniziale non può che consistere nel realizzare un sopralluogo: si tratta di un indispensabile procedimento con il quale è possibile rilevare lo stato di fatto e passare successivamente alla restituzione grafica relativa.

 

Immagine che mostra casa sotto la lente di ingradimento per un attento sopralluogo

 

Si prosegue poi nel valutare attentamente le condizioni della casa: quale stato di usura essa presenta? Dove non si può assolutamente evitare di eseguire i dovuti interventi? Quali eventuali criticità sono presenti? (lesioni, rigonfiamenti dovuti causati dall’umidità, impianti obsoleti e mal funzionanti… ecc.)

 

Occorre inoltre esaminare accuratamente ogni caratteristica dello stabile sul quale devono essere praticati gli interventi, come ad esempio: la sua esposizione, la tipologia di terreno su cui è stato costruito e, molto importante, l’eventuale distanza da ad altri edifici: questo perché se nelle immediate vicinanze di tale stabile sono ubicati altri palazzi, non sarà probabilmente facile riuscire a raggiungerlo con determinati mezzi di lavoro pesanti ed eventuali gru.

 

 

 

Progetto di massima

 

Il passo successivo è quello che riguarda la stesura di un primo progetto di massima. Esso contiene gli elaborati grafici relativi all’edificio su cui occorre intervenire: è infatti essenziale poter disporre di una pianta dell’edificio e di uno schema a tre dimensioni, elementi che consentono di acquisire informazioni chiare e globali del luogo e degli interventi da eseguire.

 

Immagine del progetto di massima realizzato prima della ristrutturazione

 

In seguito a ciò, si ha la possibilità di redigere un programma notevolmente dettagliato che sappia inoltre prevedere il computo metrico, il preventivo di spesa che il cliente dovrà sostenere e ogni scadenza relativa al termine delle opere previste.

 

Successivamente si passa alla stesura definitiva del progetto, il quale deve essere affiancato da una precisa documentazione tecnica; occorrerà presentare quest’ultima presso gli uffici comunali dedicati per richiedere il permesso di costruire (ovviamente se il genere di ristrutturazione da eseguire lo richiede), oppure la Dia, Cila, ecc.

 

 

 

Progetto Esecutivo

 

Si procede quindi stilando il progetto esecutivo, comprensivo di computo metrico estimativo: si tratta di un elaborato del progetto definitivo e del progetto esecutivo che va presentato obbligatoriamente in materia di lavori pubblici, ma ampiamente utilizzato come strumento contrattuale tra Impresa e cliente anche per lavori privati.

 

Esempio di progetto esecutivo realizzato ed autorizzato

 

La ristrutturazione della casa prosegue avendo cura di dirigere scrupolosamente le varie fasi dei lavori, studiando ed elaborando le eventuali soluzioni di arredo previste e provvedendo, se occorre, alla richiesta di agibilità ed accatastamento.

 

Va evidenziato che le fasi di ristrutturazione qui riportate, rappresentano la semplificazione di un iter indubbiamente articolato e complesso, inoltre è bene sottolineare che sia i progetti che gli interventi, sono ovviamente elementi mai simili tra loro ma ognuno di essi presenta sempre una propria ‘storia’.

Questo dipende dalle esigenze e dal genere di ristrutturazione da eseguire: è proprio questo il motivo per cui risulta fondamentale conoscere con precisione quali sono le richieste del cliente. E’ infatti indispensabile essere in grado di individuare e mettere in pratica le soluzioni adatte e personalizzate, create appositamente per soddisfare le necessità della clientela tenendo allo stesso conto della sua disponibilità economica.

 

 

 

Esecuzione lavori

 

Questo è il passo finale, ma non lo è certo in termini di importanza. Optare per la ‘giusta’ Impresa edile, cioè quella capace di consegnare il lavoro nei tempi concordati e di rispettare i progetti architettonici stabiliti, rappresenta un’importante e irrinunciabile scelta. Su questo argomento abbiamo scritto una guida sul come scegliere l’impresa per la ristrutturazione della casa intervistando una nostra azienda Partner. Perché non leggerla? Potrebbe esseri molto utile!

 

Immagine di lavoro di ristrutturazione in esecuzione

 

 


 

grazie-icona

Grazie!

– Se questa guida sulle fasi necessarie per ristrutturare casa ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici. –

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

         

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)