Vernice per interni, che tipo?

Prima di dipingere i vostri muri di casa pensate attentamente a scegliere il tipo di vernice , adatto ad ogni parete. Con il nostro aiuto sarà più facile!

Vernice per interni, che tipo?
Vernice per interni, che tipo?
User Rating: 4.9 (15 votes)

Scelta della tipologia di vernice per interni: le caratteristiche

La scelta della vernice per interni non deve limitarsi al suo aspetto, ma anche alla funzionalità. Solitamente per le abitazioni viene usata l’ IDROPITTURA, a base di acqua. Questa è utilizzabile in tutti gli ambienti della casa. Economicamente è più costosa rispetto alla PITTURA A TEMPERA, ma quest’ ultima è meno duratura e con il tempo potrebbe sgretolarsi. Esiste poi la PITTURA ECOLOGICA, questa è completamente atossica e non contiene alcuna sostanza dannosa per l’ ambiente. Per contro non ha grande durevolezza, non è lavabile e non presenta una gran resistenza all’umidità. Da ricordare poi la PITTURA INTUMESCENTE, essa ha una gran resistenza al fuoco e agli incendi, ma viene usata soprattutto in ambienti a rischio. Il tipo di vernice per interni che risulta più adatta nella maggior parte dei casi è dunque quella a base di acqua(idropittura). Le sue caratteristiche:

  • ATOSSICA: non velenosa;
  • TRASPIRANTE: che ha maggiore resistenza rispetto all’umidità;
  • LAVABILE: dove le eventuali macchie di sporco possono essere lavate dai muri senza asportare la pittura.

Queste caratteristiche la rendono adatta a tutte le stanze della casa, in particolare al bagno ed alla cucina, locali particolarmente umidi. Soprattutto in cucina è importante questo tipo di vernice per interni per riuscire ad eliminare facilmente le eventuali macchie. Pensate solo alla cottura del sugo: quando alziamo il coperchio per girarlo, parte sempre quello schizzo che va ad imbrattare il muro! E’ inevitabile! A chi non è mai capitato?
L’ idropittura è adattissima anche alle camere, soprattutto se si hanno dei bambini in casa. Se al bimbo viene voglia di tirare fuori la sua vena artistica e disegnare sul muro quella che ai suoi occhi è un’ opera d’ arte, ma che per noi è una semplice imbrattatura, senza mortificarlo potremo cancellare il “capolavoro” dalla parete e spingerlo a coltivare la sua passione, ma su un bel foglio!!!! Se la situazione dovesse risultare disperata il consiglio è sempre quello di chiamare un esperto, che riuscirà a risolvere il problema con dei prodotti specifici. Per non andare incontro a costi eccessivi, ricevi gratuitamente dei preventivi da pittori edili della tua zona e scegli l’ offerta migliore.

Vernice opaca, brillante O satinata?

Occorre poi decidere l’ effetto che si vuole ottenere sulle pareti. La pittura opaca non presenta alcuna lucentezza ed è consigliata per la camera da letto. Essa dona un aspetto più accogliente alla stanza. La pittura brillante risulta particolarmente lucida, mentre la pittura satinata è semilucida, diciamo che è intermedia tra quella brillante e quella opaca.

idropitture, vernice per interni

Scelta del colore

Oltre al proprio gusto, per la scelta del colore c’è da tenere conto dell’ ampiezza della stanza, la funzione e la luminosità. Le tinte chiare danno l’ impressione di maggiore grandezza della stanza , rispetto ai colori più scuri che tendono invece a rimpicciolire gli spazi. Se il vostro colore preferito è il blu notte siete liberi di utilizzarlo, ma poi non vi lamentate se avrete l’ impressione che qualcuno abbia dimezzato la vostra stanza!! Per la camera da letto generalmente si utilizzano colori tenui, ovviamente bisogna sempre tener conto dell’ arredamento, poiché donano luminosità all’ambiente ed anche un senso di rilassatezza. Nella cameretta dei bambini c’ è la possibilità di scegliere colori allegri e soprattutto non è sconsigliato abbinare anche più colori. Per rendere ancora più piacevole il luogo che accompagna la vita dei vostri bambini, magari provate anche a decorare le pareti con degli stickers murali, ne esistono davvero di ogni genere.

decorazioni pareti

Se come me non siete bravi nel fai da te, lasciate fare il lavoro a ditte specializzate nel settore, fatevi inviare delle proposte e confrontate più offerte gratuite, cosi da riuscire a risparmiare.

Per quanto riguarda il bagno e la cucina generalmente si preferisce il bianco. Non è però escluso dare un tocco di colore, magari con tonalità tenui.  Se proprio siete amanti dei colori scuri, possono essere usati, ma solo in ambienti di una certa grandezza. La tinta utilizzata in soggiorno e sala da pranzo deve assolutamente tenere conto del tipo di arredamento. Se questo è classico conviene attenersi al bianco o a colori comunque tenui. In presenza di un arredamento moderno si può osare con colori più vivaci, magari non su tutte le pareti, ad esempio lasciandone tre bianche ed una colorata, oppure scegliendo di dare colore all’interno della parete bianca solo ad alcune parti per evidenziare dei dettagli, come possono essere delle nicchie nel muro.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti