Arredamento in Stile Luigi XVI: idee e consigli

Arredamento in stile Luigi XVI: idee e consigli su come arredare al giorno d'oggi una casa secondo questo stile.

Idee e consigli per un arredamento in stile Luigi XVI.
Arredamento in Stile Luigi XVI: idee e consigli
Rating Utenti: 4.8 (1 voti)

L’arredamento in stile Luigi XVI ripropone elementi di un’epoca in cui il Neoclassicismo si avviava a sostituire e combattere il Rococò e i suoi dettami, proponendo forme e metodi innovativi di arredo. Ma quali sono oggi gli elementi essenziali di questo stile e perché arredare una casa in stile Luigi XVI? A chi rivolgersi per ottenere un risultato ottimale ed efficiente e come fare per individuare un ottimo rapporto qualità prezzo e quindi risparmiare?

 

 

Stile Luigi XVI: significato e origini

L’arredamento in stile Luigi XVI è uno stile particolarmente rispettoso di una linea classica, che presta attenzione ai dettagli e che contrasta con il Rococò, uno stile in cui erano predominanti l’eccentricità e le forme ridondanti e bizzarre. Caratterizzato dalla ricerca della perfezione, questo stile ha delle origini specifiche in Francia, mentre in Italia si è affermato in una maniera un po’ più lineare e meno bombata, rispettando pur sempre le sue specifiche caratteristiche.

Infatti, in Francia lo stile Luigi XVI nell’arredamento prendeva in considerazione le forme ed i modelli greci e romani che sapientemente cercava di rivisitare in un’ottica di ricerca della perfezione, sia di tipo estetico che di tipo morale: i mobili provenienti da questo stile erano quindi per lo più arredi semplici ed eleganti nello stesso tempo, caratterizzati dal rigore geometrico e delle forme, più nitide possibili.

Non mancavano, nelle case francesi arredate con questo stile, mobili bombati o anche rigidi, a seconda del preciso gusto estetico, scrivanie a cilindro o poltroncine geometriche, con gambe dritte ed affusolate, e con tappezzeria in elementi ricercati come la seta e altri elementi decorativi che servivano ad impreziosirle. Infine, i mobili venivano tutti sapientemente intarsiati, con la specifica ricerca di disegni che raffiguravano elementi geometrici oppure fiori ad intarsio.

In Italia, le cose erano un po’ differenti perché questo stile si affermò con qualche differenza rispetto alla Francia: così alle forme più bombate si sostituivano forme più semplici e rigide, geometriche, seppur con intarsi, ed i mobili erano per lo più proposti con legno di bosso o di noce, mentre le gambe delle sedie erano decisamente più cilindriche seppur sempre affusolate.

 

Un salone in stile Luigi XVI.

 

Perché arredare in stile Luigi XVI

Perché arredare oggi in stile Luigi XVI la propria casa? Quali sono gli elementi di spicco che tuttavia ancora oggi possiamo ritenere utili per il nostro arredamento, e a chi è rivolto uno stile del genere?

Al giorno d’oggi esistono moltissimi stili di arredo per la propria casa: dai più classici ed eleganti ai più moderni e contemporanei, vi sono infatti stili che fanno riferimento alla linearità, altri che prendono come protagonista l’eleganza, altri ancora che considerano essenziale il ritorno all’antico seppur rivisitato in una chiave moderna. E poi, vi sono anche stili specifici che riorganizzano una casa secondo un gusto neoclassico ed elegante, riprendendo le vecchie teorie e i dettami di uno stile, quello del Luigi XVI, che si orientava all’interno di un fenomeno artistico ben più ampio, il Neoclassicismo.

Oggi non è molto comune utilizzare questi stili, ma con la giusta ricercatezza possiamo far sposare bene le caratteristiche e quindi anche gli elementi essenziali dell’arredamento neoclassico di quell’epoca con le esigenze della modernità. D’altra parte, se è vero che la casa è sempre l’elemento più importante con il quale ci presentiamo al mondo, è necessario che essa rispetti al meglio ed al massimo le nostre caratteristiche, e andare alla ricerca di elementi utili per ottenere questo risultato è sicuramente necessario in questo caso.

Per rispondere alla domanda sul perché arredare in stile Luigi XVI, oggi, possiamo dare una sola risposta: chi preferisce questo stile è una persona sicura di sé, che sa esattamente quel che vuole e che va contro le linee di tendenza per seguire le proprie regole e i propri dettami e, chiaramente, anche le proprie propensioni estetiche.

 

Una camera da letto in stile Luigi XVI.

 

Casa in stile Luigi XVI: gli elementi essenziali

Mentre una casa in stile Rococò era considerata come una casa particolarmente eccentrica, dalle forme geometriche eccessive e ridondanti, la ricerca della perfezione – e quindi delle forme greche e romane – era il centro della cultura dello stile di Luigi XVI. Uno stile che, come abbiamo anticipato, si inseriva all’interno di un ben più ampio e variegato filone, che era proprio quello del Neoclassicismo, con il rispetto delle forme lineari e perfette tipiche dell’arte classica e degli scultori antichi.

Chiaramente, oggi abbiamo molte più opportunità per rendere la nostra casa perfetta nel rispetto di quegli stessi dettami ma possiamo anche sostanzialmente renderla unica nel suo genere: e quindi seguire gli elementi essenziali dello stile Luigi XVI ma anche trovare delle combinazioni davvero perfette per le nostre necessità ed esigenze.

In particolare, gli elementi essenziali dello stile Luigi XVI sono l’eleganza e la ricerca delle perfezione, esattamente come avveniva nel periodo Neoclassico: in questo stile sono annoverate forme perfette e lineari, ma anche arrotondate, seppur con il rispetto della perfezione e del classicismo. Poiché l’elemento principale dello stile Luigi XVI era sostanzialmente il ritorno agli elementi della cultura greca e romana, tutti i mobili e le decorazioni tipiche di questo stile facevano proprio riferimento a decorazioni simmetriche e lineari che rimandavano all’antichità.

Sono presenti in questo stile elementi che rimandano all’arte antica, pertanto anche motivi floreali, intarsi, colonne, capitelli e decori a sfondo mitologico, con la ricerca di materiale esclusivo come il bronzo ed il marmo: tutti temi che, in qualche modo, potevano essere considerate forme di massima eleganza e di prestigio.

La ricerca delle proporzioni e della perfezione, in uno stile del genere, era sicuramente la cosa più importante a cui fare riferimento e lo è tutt’ora all’interno di una casa arredata con mobili antichi che richiamano questo stile.

 

degli arredi in stile Luigi XVI.

 

 

Ristrutturare in stile Luigi XVI: a chi rivolgersi?

Per arredare o ristrutturare una casa in stile Luigi XVI ci si può rivolgere a mobilifici che sappiano guidare verso la scelta dei giusti mobili e degli elementi di arredo che meglio si combinano sia con le nostre specifiche esigenze – e quindi con i nostri gusti – sia con le nostre necessità anche per quel che riguarda le spese che possiamo affrontare.

Bisogna comunque ricordare che uno stile del genere è uno stile ampiamente ricercato, e che questo potrebbe spingerci a spendere più di quanto in realtà possiamo permetterci. Per risparmiare, rispettando pur sempre i dettami di questo stile, possiamo affidarci a persone esperte e qualificate che ci diano dei consigli sulla scelta di elemento di arredo e che possano infine anche farci orientare verso una scelta oculata: un architetto o interior designer che ci dia le dritte, insomma, per scegliere dei mobili rispettosi di questo stile.

 

Un soggiorno in stile Luigi XVI.

 

Arredare e ristrutturare in stile Luigi XVI: come risparmiare

Come abbiamo anticipato, è possibile che per arredare e ristrutturare in uno stile del genere si debbano affrontare delle spese maggiori rispetto a quanto non avverrebbe, invece, con altri stili più semplici e meno ricchi di dettagli. Tuttavia, abbiamo ad oggi grazie ad Internet, che è una risorsa importantissima, degli elementi ottimali per risparmiare, che consistono nel fare uso proprio della rete per richiedere più preventivi sia in merito ai servizi, sia in merito agli oggetti che andremmo ad acquistare.

La richiesta di un numero elevato di preventivi, ed il confronto che ne segue, ci possono infine aiutare a risparmiare perché ci consentono di fare una scelta oculata ed orientata anche al rispetto del rapporto qualità prezzo.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE!

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)