Arredamento in stile vittoriano: idee e consigli

Arredamento in stile vittoriano: idee e consigli su come arredare casa con classe.

Idee e consigli su come arredare casa in stile vittoriano.
Arredamento in stile vittoriano: idee e consigli
Rating Utenti: 5 (4 voti)

 

 

Arredare la nostra casa in uno stile che rappresenti i nostri gusti, propensioni estetiche e identità, è al giorno d’oggi molto importante. In questo articolo ci soffermiamo sull’arredamento in stile vittoriano, e nello specifico cerchiamo di dare attenzione al significato ed alle origini di questo stile, cercando anche di rispondere alla domanda: perché arredare in stile vittoriano? Vediamo inoltre quali sono gli elementi essenziali di una casa in stile vittoriano, a chi rivolgersi per una ristrutturazione di tale tipo, e come risparmiare per arredare e ristrutturare in questo stile.

 

 

Stile vittoriano: significato e origini

 

Lo stile vittoriano fa riferimento ad un tipo di architettura che fu particolarmente dominante proprio durante il periodo vittoriano, come la stessa terminologia ci suggerisce: questo stile, quindi, si fece spazio proprio nel settore architettonico, e poi anche dell’arte in generale, dal 1837 circa fino al 1901, lo stesso periodo in cui ebbe luogo il regno della regina Vittoria.

 

Quando si pensa a questo stile, in generale si fa riferimento ad una serie di movimenti che nacquero e che presero largo piede proprio in quegli anni, sia nell’architettura che nell’arte: pensiamo, quindi, a movimenti artistici ed architettonici importanti per pregio e per rifiniture come il Neoclassicismo ed il Gothic revival, fino ad elementi più esterni ma comunque facenti parte di questo stile come lo stile British o l’Architettura industriale.

 

Se si fa riferimento allo stile vittoriano per quel che riguarda l’arredamento di una casa o di un ufficio, sicuramente non si può fare a meno di pensare ad uno stile classico, dove hanno molto valore oggetti di antiquariato, spesso anche mobili ridondanti e finiture di pregio. Tuttavia, al giorno d’oggi questo stile sta anche diventando protagonista di alcune intelligenti variazioni, che comprendono, ad esempio, mix artistici di vario genere: ed è così che in una casa arredata in stile vittoriano moderno, possiamo trovare elementi che non disdegnano il classicismo e l’eleganza tipica dell’arredamento vittoriano, ma anche con effetti ed elementi più moderni.

 

Uno stile, addirittura, prende oggi le misure per non scadere nell’esagerazione e nell’eccesso oppure nel difetto, e che prende il nome di Modern Victorian: in particolare, oggi chi arreda seguendo le direttive di questo stile fa riferimento, ad esempio, ad un arredamento non eccessivamente pesante ma neanche misero. Insomma, la giusta via di mezzo tra i drappeggi tipici delle linee vittoriane classiche, e mobili più lineari, per rendere possibile il raggiungimento di un equilibrio tra ciò che definiamo vero e proprio stile vittoriano, ed uno stile più lineare, ordinato e pulito nonché armonioso.

 

Per definire il significato dello stile vittoriano nell’arredamento moderno, possiamo chiarire che chi apprezza questo stile ed i suoi elementi più caratteristici è una persona tradizionalista, classica, che ama la linearità e l’eleganza e che non disdegna il classicismo ed il ritorno ad un’epoca più ordinata e tradizionale.

 

Arredamento in stile modern victorian.

 

Perché arredare in stile vittoriano

Perché arredare in uno stile come questo? L’arredamento dello stile vittoriano è la giusta scelta di chi ama ed apprezza l’arte ed il classicismo, ma anche con un occhio attento al moderno ed alla linearità: è una scelta tipica, ad esempio, di chi vuole osare e mostrare il proprio sfarzo e la propria ricchezza, pur andando un po’ in controtendenza con una architettura più lineare.

 

Un particolare elemento, tipico di chi intende arredare in questo stile, è l’attenzione per i dettagli che non deve mai mancare in una dimora arredata con uno stile vittoriano: non è un caso che sempre i dettagli siano in effetti ciò che fa la differenza, e mai come in questo caso possiamo ammettere che ciò è davvero la verità. Qualche esempio? Un vaso in cristallo, con fiori freschi, in particolar modo dando attenzione ai colori tenui come il rosa o il bianco, posizionato su un mobile antico, può essere un elemento caratteristico di chi ama l’eleganza e la bellezza di elementi semplici, ma allo stesso tempo preziosi.

 

Arredare in stile vittoriano non è da tutti. Se, in effetti, lo stile non è mixato con elementi moderni, scende il numero di persone che arredano una casa seguendo le sue linee guida, ma chi apprezza questo genere sa quanto possa essere caratteristica e preziosa una dimora che segue esattamente i dettami di questa tipologia di arredi richiamando così un’epoca ormai molto lontana.

 

Casa in stile vittoriano: gli elementi essenziali

 

Come abbiamo anticipato, per arredare una casa in vero stile vittoriano – e per farlo bene, si intende – non devono mai mancare alcuni elementi essenziali, che sono, ad esempio, la grande cura, dedizione ed attenzione per i dettagli. Una casa arredata con questo gusto preferisce di gran lunga un ambiente ordinato e pulito, ma anche in un certo senso “estroso” ed un po’ sopra le righe rispetto alle linee guida dei vari metodi di arredamento moderni: pensiamo, ad esempio, alla presenza di ninnoli, soprammobili e statuette in ceramica, che possono essere posizionati su una vecchia credenza o su un comò, meglio ancora se appoggiati su centrini merlettati.

 

Inoltre, in cucina non possono mancare vetrinette o mobili a giorno e credenze che rendano visibili – e nelle quali poter quindi esporre con infinito orgoglio – i propri servizi in porcellana d’epoca: tutti elementi che ricordano in maniera esclusiva lo stile di quell’epoca.

 

I mobili rifiniti in legno ricordano le dimore ottocentesche, meglio ancora se con un top in marmo: non deve mancare, a proposito, un pavimento in marmo, tipico di queste case, che chiaramente dona eleganza e classe all’ambiente e che era molto in voga specialmente nelle case dei nobili di un tempo. Oggi è possibile utilizzare materiali simili, che danno un effetto molto vicino al marmo, se non si intende spendere un occhio della testa: pensiamo a resine o gres, che possono garantire un risultato ottimale in eleganza ed anche in lucidità della casa. Inoltre, non devono mancare le tappezzerie: in particolar modo tappeti persiani, tipici di quell’epoca ed in particolare delle dimore ricche.

 

Arredamento in stile vittoriano classico.

 

Ristrutturare in stile vittoriano: a chi rivolgersi?

 

Come fare, quindi, per ottenere degli ottimali risultati di arredamento in stile vittoriano? Seguendo le linee guida di questo stile si possono ottenere degli esiti molto interessanti anche in autonomia: a volte basta sapere esattamente di cosa stiamo parlando e quali sono gli elementi essenziali per riprodurre in maniera esatta e puntuale una casa seguendo i dettami di quel determinato stile.

 

Tuttavia, è possibile anche ottenere qualche consiglio in più, specialmente se non si è particolarmente portati per l’arredamento in autonomia, rivolgendosi ad esempio ad un architetto o ad un esperto in arredamento ed architettura di interni: i suoi consigli saranno preziosi per garantire il raggiungimento di un risultato ottimale.
Internet, inoltre, è una risorsa efficace e molto interessante sia nel reperimento di mobili e soprammobili per rendere una casa perfetta in stile vittoriano, sia per reperire informazioni e consigli pratici anche per non sbagliare e per non spendere un occhio della testa. Pavimentare la casa in gres o in resina, per esempio, fa spendere molto di meno rispetto al marmo, e garantisce un risultato molto interessante.

 

Arredamento in stile vittoriano moderno.

 

Arredare e ristrutturare in stile vittoriano: come risparmiare

 

Come abbiamo anticipato, per arredare e ristrutturare in stile vittoriano abbiamo due diverse alternative che possono comunque essere unite ed utilizzate: da un lato ci si può rivolgere ad un esperto in interior design, dall’altro lato si possono cercare informazioni e consigli pratici in rete, ottenendo comunque degli ottimi risultati.

 

Questa seconda possibilità è senza dubbio la migliore se si intende risparmiare, ma anche nel primo caso Internet può rivelarsi un’ottima risorsa: infatti, solo richiedendo e confrontando più preventivi – magari facendo proprio riferimento ai siti web dei vari professionisti – è possibile risparmiare, ottenendo un massimo risultato in fatto di rapporto qualità prezzo.

 

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

         

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)