Come scegliere un soppalco per la propria casa

Se la vostra casa ha un'altezza sufficiente, cosa state aspettando? Aggiungete una nuova stanza! Ma come scegliere un soppalco? Quale materiale preferire?

Come scegliere un soppalco
Come scegliere un soppalco per la propria casa
User Rating: 4.9 (3 votes)

Richiedi Preventivi Gratuiti

Molte volte, quando si dispone di una casa di piccole o di medie dimensioni si sceglie di sfruttare lo spazio aereo realizzando un soppalco, poiché si tratta di un’ottima e moderna soluzione per ricavare un ulteriore ambiente vivibile: una zona notte, uno studio o comunque uno spazio aggiuntivo per sfruttare nel miglior modo possibile la propria abitazione. Come scegliere un soppalco per la propria casa? Nella presente guida si parlerà dunque di soppalcature, senza dimenticare che ovviamente ogni ambiente presenta metrature, caratteristiche ed esigenze  differenti.

Come scegliere un soppalco

La necessità o il desiderio di poter disporre di una stanza in più, spesso porta le persone a voler soppalcare una parte di un’abitazione caratterizzata da pareti aventi un’altezza adeguata (che deve essere di almeno m.4,30/4,40). E’ poi possibile suddividere la nuova area così generata mediante leggeri pannelli divisori, ma si può anche lasciare tranquillamente in versione ‘open': scelta che non solo permette di ottenere più luce, ma consente anche un maggiore equilibrio nell’armonia della stanza.
Come scegliere un soppalcoPer quanto concerne la scelta dei materiali, viene spesso utilizzato il legno, ma anche il metallo o la muratura, tenendo però conto del fatto che ognuno di essi garantisce un risultato diverso, sia esteticamente e sia come resistenza ai carichi.Come scegliere un soppalco

L’ancoraggio di una struttura ottenuta con travi di legno (elemento che sa offrire un inimitabile risultato estetico caldo e accogliente), solitamente non incontra  particolari ostacoli: si può realizzare su montanti verticali appoggiati al muro con fissaggio alla base ad un’apposita lastra, oppure direttamente al muro portante tramite staffe di metallo. I costi sono piuttosto contenuti, ma esistono un paio di svantaggi piuttosto evidenti: il legno scricchiola…inoltre, con il movimento tende sempre un poco a vibrare con il movimento.

Quando si opta per il metallo, se le pareti portanti hanno uno spessore di 45 centimetri il soppalco può essere murato anche senza supporti, altrimenti, se le condizioni lo consentono, può essere fissato al soffitto tramite l’uso di tiranti: si tratta di un’alternativa decisamente moderna, ma essa può accentuare la percezione di una costruzione piuttosto leggera. inoltre i costi possono essere notevolmente superiori a quelli relativi alle soppalcature in legno.

Per un soppalco in muratura, se il locale è caratterizzato da mura in mattoni portanti con uno spessore non inferiore a 45/50 centimetri , l’ancoraggio può essere effettuato senza problemi nel muro per una profondità di 20/30 centimetri, diversamente occorre creare dei pilastri rinforzati. E’ bene precisare che il costo per questo genere di opera è sempre decisamente elevato. Come scegliere un soppalco

Il problema di come scegliere un soppalco per la propria casa è dunque risolto. Per finire, si sottolinea che di qualsiasi genere sia il soppalco da realizzare, è comunque buona norma rivolgersi sempre ad un tecnico, sia per valutare la fattibilità dell’opera e sia per capire quale mole di peso possa esservi aggiunta (armadi, librerie ecc.). Inoltre un professionista esperto è sempre correttamente informato sulle eventuali normative di legge da rispettare, poiché in determinati casi occorre ottenere una precisa autorizzazione dal proprio Comune. Per riuscire a risparmiare conviene chiedere più preventivi gratuiti e senza impegno alle ditte della propria zona. Le aziende faranno la loro offerta, dunque vi basterà scegliere la migliore!

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti