Come scegliere il giusto stile per decorare le proprie finestre di casa

Come scegliere il giusto stile per decorare le proprie finestre di casa
Rating Utenti: 5 (15 voti)

Le finestre di casa rappresentano a tutti gli effetti oggetti di arredamento. Al pari degli immobili, conferiscono personalità e identità all’immobile. Per questo motivo, è bene sceglierle con cura, anche e soprattutto sulla base dello stile di arredamento desiderato. Ne parliamo qui, fornendo una panoramica degli stili e delle finestre più adatte.

 

Stili per le finestre di casa: leggi la guida sul blog di Edilnet

 

Gli stili di arredamento più in voga del momento e le finestre più idonee

 

Chi vuole imprimere al proprio appartamento una personalità spiccata può scegliere tra molti stili di arredamento. Ognuno è in grado di restituire sensazioni specifiche, creare un’atmosfera ora compassata, ora rilassata, ora sobria ed elegante. In questa prospettiva, occorre scegliere con cura non solo i mobili e le suppellettili, ma anche le finestre di casa. Esatto, anche le finestre esercitano un impatto sul piano estetico, e possono essere considerate a tutti gli effetti come elementi di arredo.

 

Vale dunque la pena parlare degli stili più in voga e descrivere in maniera esaustiva le finestre più adatte. Anticipiamo fin da subito che gli elementi che caratterizzano le finestre, e che quindi sanciscono la compatibilità con questo o quello stile, sono numerosi. In particolare, risultano decisivi i profili, gli eventuali traversi, le maniglie, i materiali e il colore.

 

Stile inglese

 

Lo stile inglese è tra i più apprezzati in assoluto in quanto conferisce all’abitazione un’atmosfera compassata, che favorisce il totale rilassamento e infonde serenità. Per certi versi, può essere accostato al country, sebbene sia compatibile anche con le abitazioni site nei centri urbani.

 

Lo stile inglese è dominato dal colore bianco, solo leggermente arricchito da tonalità pastello. Le forme sono moderne ma anche semplici, spesso e volentieri morbide. Si predilige il legno, ma non mancano elementi in metallo, specie quando vi è una commistione con il vicino stile industriale.

 

Chi vuole abbracciare lo stile inglese dovrebbe scegliere finestre in legno, laccate di bianco, con profili arrotondati. Le finestre dovrebbero essere inoltre divise in quadrati, ovviamente con lamelle sottili ma ben visibili. Le maniglie dovrebbero avere un taglio semplice. Se sei interessato – su infissiepersiane.it – puoi trovare maggiori informazioni sulle finestre in stile inglese su questo articolo.

 

Stile shabby chic

 

Lo stile shabby chic va molto di moda in quanto riesce a coniugare una creatività spiccata con la semplicità dei materiali. Lo scopo è conferire una trascuratezza ragionata (o finta) ai locali, che sappia ricreare un’atmosfera suggestiva e decadente, quasi da bohémien.

 

In questo contesto, assumono una importanza plateale proprio le finestre. Sono elementi ben in vista, dunque se non seguissero i dettami di tale stile priverebbero l’appartamento della necessaria autenticità.

 

Quali sono le caratteristiche delle finestre stile shabby chic? Di base, assomigliano a quelle per lo stile inglese, ma presentano tratti “country” ancora più marcati. Le forme sono meno arrotondate, il materiale è sempre naturale, se possibile anche capace di un aspetto (fintamente) logoro. Troviamo quindi le laccature, ma più irregolari. Ritroviamo anche le lamelle che dividono le finestre in quadranti.

 

Stile industrial

 

Lo stile industrial è molto interessante in quanto traduce gli elementi delle fabbriche e dei laboratori nell’estetica delle abitazioni. A risaltare sono le linee nette, spartane, nonché i materiali non solo semplici ma anche funzionali. A primeggiare sono il metallo e il cemento, sebbene non manchi il legno. Le finiture, poi, replicano o addirittura coincidono con la presenza dei mattoni a vista. I colori viaggiano sulle tonalità del grigio e del cotto.

 

Quali finestre scegliere per lo stile industrial? Dovrebbero essere finestre molto grandi, quasi a livello delle vetrate, in modo da replicare quelle dei grandi capannoni. I profili dovrebbero esprimere linee minimali ed essere realizzati in metallo. Il legno è consentito, ma dovrebbero essere laccato di grigio o di nero. La presenza delle lamelle è un must, ma risponde a necessità funzionali (di stabilità).

 

Stile moderno

 

Lo stile moderno dal punto di vista meramente estetico riprende i vecchi elementi del minimal. Dunque predilige gli spazi ampi, le linee nette ma creative, a volte stravaganti. I colori viaggiano sulle varie tonalità del bianco, anche se è apprezzato il beige e il grigio chiaro.

 

Per quanto concerne le finestre, se avete in mente uno stile moderno, se non addirittura minimal, dovreste optare per modelli semplici, sobri, di grandi dimensioni. Le lamelle sono sempre assenti, in modo da conservare una certa continuità estetica. I materiali possono essere i più disparati, dal legno (comunque laccato), all’alluminio (verniciato), al PVC.

 

Stile classico

 

Può sembrare strano ma lo stile classico non passa mai di moda. Certo, è molto difficile da replicare, in primis perché si scontra con un’offerta che vira soprattutto sul moderno, in secondo luogo perché richiede una spesa non indifferente. Ad ogni modo, lo stile classico gioca sui materiali di pregio, che comprendono anche i materiali preziosi, sui legni pregiati. Aborrisce alluminio e metalli. I colori sono decisamente caldi, ma il bianco è comunque importante.

 

Le finestre dello stile classico rappresentano una versione più “elevata” dello stile inglese. Troviamo le lamelle che dividono le finestre in quadranti, ma contestualizzate in profili spesso arzigogolati, in grado di esprimere un’eleganza ricercata.

 

Stile rustico

 

Lo stile rustico viene ancora oggi chiamato in causa per gli appartamenti di montagna e di campagna, ma può trovare cittadinanza anche nelle zone residenziali. Lesina rifiniture, almeno all’apparenza, predilige materiali quali il cotto, la pietra naturale, il legno. Esprime colori molto caldi, il bianco è quasi del tutto assente.

 

Le finestre ovviamente devono essere in legno, e presentare profili antichi. Non è raro vedere finestre con le scuri valorizzare, specie lato estetico, le baite. Le maniglie sono in genere preponderanti, e anzi caratterizzano queste finestre più di qualsiasi altro stile.

 


 

grazie-icona

Grazie!

– Se questo articolo sul come scegliere il giusto stile per le proprie finestre di casa ti è piaciuto, condividilo pure con i tuoi amici. –

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

       

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)