Come pitturare il bagno

Il bagno è una stanza che deve essere confortevole ed accogliente. Se volete pitturare il bagno leggete qui e non avrete più dubbi su procedimento e costi!

Pitturare il bagno
Come pitturare il bagno
User Rating: 4.5 (14 votes)

Il bagno è in un certo senso una stanza ‘delicata’ della casa in cui bisogna stare attenti alla scelta della pittura, una decisione errata, data l’elevata umidità, può comportare la formazione di muffa ed altre spiacevoli conseguenze. Attenzione quindi a come pitturare il bagno!

La tinteggiatura non deve essere la stessa per tutte le stanze della casa. In ciascun locale occorre sceglierla accuratamente in base alle peculiarità ed alle esigenze. Il bagno è sicuramente una stanza a cui prestare particolare attenzione e prima di decidere come pitturare il bagno è bene analizzare diversi elementi, così da non commettere errori.

Pitturare il bagno

Pitturare il bagno, i vari elementi

Innanzitutto bisogna valutare le dimensioni e la struttura del bagno. Se è un bagno grande, luminoso e ventilato, le scelte saranno più semplici ed avrete più libertà di decidere in base a ciò che vi piace. Qualora abbiate una stanza piccola, poco luminosa e non molto ventilata, allora le decisioni saranno un po’ più obbligate.

La luce e la ventilazione sono due elementi fondamentali che vanno ad influire su come andrete a pitturare il bagno. Il bagno, ricevendo molto vapore ed umidità, dovuti alla presenza di docce e vasche, deve essere pitturato in maniera corretta altrimenti ben presto appariranno macchie varie sui muri.

Il rischio maggiore del bagno infatti è che venga a crearsi umidità e di conseguenza la muffa. Il primo consiglio per evitare questo è di aprire quotidianamente la finestra, così da far arieggiare la stanza, meglio se avete una finestra bella grande.

Il ricircolo dell’aria è fondamentale soprattutto dopo aver fatto il bagno o la doccia, per far sì che la pittura sui muri non si danneggi. Se avete un bagno che ha carenza di ventilazione, potreste installare un buon impianto di areazione.Pitturare il bagno ventilazione In commercio al giorno d’oggi ve ne sono tantissimi e non sono neanche molto costosi.

Ovviamente poi ci sarà una differenza di prezzo in base al modello che andrete a scegliere. Sostanzialmente potete optare per due impianti: naturale o meccanico.

Quello naturale sfrutta il movimento di convezione dell’aria, vengono messe delle griglie, in basso, dove entra l’aria fresca ed in alto, dove esce l’aria calda. L’impianto meccanico invece agisce in due modi: estrae l’aria dall’interno e immette quella pulita dall’esterno.

Esso può essere acceso con l’interruttore o collegato ad un timer, con accensione programmata. Altro caso, il ricircolo dell’aria collegato all’accensione della luce. Quando si accende la luce viene acceso anche l’impianto di areazione.

Abbiamo visto che il più grande pericolo di danneggiamento della pittura sui muri è l’umidità, se avete una finestra piccola, potreste pensare di creare un’apertura verso un’altra stanza, così da favorire un maggiore ricircolo dell’aria.

Altra idea potrebbe essere quella d’installare un deumidificatore nel bagno, così da diminuire il tasso di umidità. Se non siete sicuri di cosa sia meglio fare, chiedete consiglio ad un esperto, che potrà indicarvi la scelta migliore.

Pitturare il bagno, quale vernice scegliere?

Pitturare il bagnoPer pitturare il bagno occorre scegliere la vernice più adatta, quella che soprattutto duri nel tempo e non venga danneggiata dall’umidità.

La vernice più utilizzata è lidropittura. Essa è traspirante ed è molto resistente all’umidità. E’ formata da una base di acqua ed è lavabile. Acquistando una particolare tipologia di idropittura, antimuffa, potrete stare tranquilli, poiché preserverà le pareti da questo grave problema.

Ovviamente dovrete far circolare l’aria il più possibile, aiuterete così i muri a respirare!Pitturare il bagno

Per quanto riguarda il colore della vernice, questo sarà scelto senza dubbio in base ai vostri gusti.

Tenete anche conto di quale sia lo stile dell’arredamento, se moderno potrete osare maggiormente con tonalità più vivaci. Prestate attenzione però alla grandezza della stanza.

Se questa ha piccole dimensioni non vi conviene scegliere colori scuri per pitturare il bagno, poiché questi daranno ancora di più l’impressione di spazi stretti e rimpiccioliranno ulteriormente. In linea di massima il consiglio è di pitturare il bagno con una tinta chiara che darà maggiore luminosità all’ambiente, preferibilmente utilizzate il bianco.

Se proprio siete amanti dei colori, scegliete una tonalità molto tenue. C’è infine da stabilire se il colore lo volete opaco, senza lucentezza, brillante, che è parecchio lucente, oppure satinato, una via intermedia.

Pitturare il bagno, come procedere.

Prima di cominciare a pitturare il bagno è bene rimuovere tutti gli accessori, per rendere l’imbiancatura più confortevole. Togliete tutti gli elementi appoggiati sui sanitari, estraete le placche degli interruttori, le maniglie presenti e le varie manopole ed anche i porta asciugamani. A questo punto coprite con un telo tutti gli elementi che non si possono portare fuori dal bagno ed anche il pavimento, così da evitare di macchiarlo.Pitturare il bagno con il rullo

La parete dovrà essere ben livellata, dunque rimuovete tutte le imperfezioni, carteggiando. Per pitturare il bagno è possibile utilizzare:

  • il pennello,
  • il rullo.

Pitturare il bagnoSe la stanza è di piccole dimensioni è più conveniente procedere solamente con il pennello, mentre se è una stanza grande, il rullo vi aiuterà a svolgere il lavoro più rapidamente.

La vernice che avete scelto è nel secchio, dunque è il momento di cominciare. Con il pennello passate nelle parti più esterne della parete, negli angoli adiacenti il soffitto ed il pavimento.

Queste zone di cornice sono le più delicate, nei bordi infatti è meglio usare il pennello per un lavoro più preciso. Se il resto della parete è grande, procedete con il rullo altrimenti continuate con il pennello. Il rullo non è difficile da usare, immergetelo nel secchio e rotolatelo con un po’ di pressione verso l’alto. Il segreto della pittura con il rullo è la rapidità. Nella prima passata con preoccupatevi delle imperfezioni, andate avanti con le altre passate, velocemente, è fondamentale completare il lavoro con tutta la vernice sulla parete ancora fresca.

Pitturare il bagno non è difficile, ma se non vi sentite all’altezza vi conviene fare effettuare il lavoro ad un professionista, così da ottenere un risultato ottimale.

Quanto costa pitturare il bagno?

Pitturare il bagno

Se avete intenzione di pitturare il bagno voi stessi spenderete davvero pochissimo. Un secchio da 5 litri di idropittura bianca costa circa 20 €, poi se prendete tipologie particolari il prezzo sale leggermente.

Un buon kit di attrezzi per pitturare comprensivo di rullo costa circa 20 €.

Se non vi sentite in grado di pitturare il bagno da soli vi conviene ricevere più preventivi online gratuiti e senza impegno da ditte specializzate della vostra zona. Mediamente il costo è di 5-6 €/mq, ma ricevendo più offerte potrete scegliere la migliore e riuscirete a risparmiare, che non guasta mai!

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti