5 meravigliose idee per ristrutturare un bagno cieco

5 meravigliose idee per ristrutturare un bagno cieco
Rating Utenti: 3.5 (3 voti)

Ristrutturare un bagno cieco non è difficile, per quanto possa sembrare un’impresa complessa. Le idee e gli spunti per il bagno senza finestra sono molti: attingiamo dai consigli degli Interior Designer per realizzare un bagno di ultima tendenza, tenendo presente lo stile, l’illuminazione e naturalmente i sanitari, moderni e comodi.

 

 

Come ristrutturare un bagno cieco o bagno senza finestra

Il bagno senza finestra mette spesso in crisi, ma bisogna considerarlo nel suo insieme: definire lo stile, l’illuminazione, i colori, i sanitari e valutare alcuni aspetti essenziali, per esempio la prevenzione dell’umidità.

Le idee per ristrutturare il bagno cieco si basano sul principio di sfruttare e rendere al meglio la stanza, anche se non presenta una finestra.

Si può eventualmente ricreare l’illusione di una finestra, modificare i punti luce sulla base dello stile scelto e dei colori e investire sui rivestimenti di ultima tendenza. Importante, ma non ultimo, è il sistema di aerazione: molte soluzioni ci permettono di raggiungere un risultato tale da dimenticare che manchi la finestra, ottenendo un risultato luminoso e alla moda.

 

Illuminazione del bagno cieco: qualche spunto

Qualche spunto prezioso sull’illuminazione: un bagno raffinato e in cui non si risente minimamente la mancanza della luce naturale. Bisogna giocare con i punti luce. Significa che non bisogna sottovalutare affatto l’assenza della finestra, ma al contempo rafforzare questo “difetto”: possibilmente, adottando uno stile moderno, molto ben illuminato, con un sistema di luci minimal.

 

Il contrasto di colori permette di giocare con l'illuminazione di un bagno cieco.

 

L’armonia dei colori di questa proposta stupisce e convince: nero, grigio e bianco, per una tonalità continua, che soddisfa l’occhio e nell’insieme aiuta a vivere la stanza con serenità e stile. Gli spunti per l’arredo del bagno cieco suggeriscono di non utilizzare molti accessori, ma di sceglierne pochi e da adattare allo stile, cosicché si ottenga un effetto fresco e pulito.

 

Come prevenire l’umidità in un bagno cieco?

Un’idea molto sfiziosa per rendere il bagno cieco al meglio è di adottare un sistema di deumidificatore o di aerazione. L’assenza della finestra nel bagno si fa sentire dal punto di vista del calore trattenuto, soprattutto dopo aver fatto il bagno o la doccia. Installare una soluzione per deumidificare l’ambiente è un imperativo: si consiglia di sentire le aziende specializzate nel settore per capire come ristrutturare l’ambiente.

 

Le soluzioni anti-umidità sono un "must" per un bagno cieco.

 

Da notare assolutamente che in questo bagno i sanitari sono abbastanza classici: uno stile contemporaneo, che tuttavia non risulta antico né troppo eccessivo. Ottima la scelta dei colori chiari, con un tocco di beige e marrone scuro che crea contrasto ma non appesantisce. Gli elementi decorativi sono essenziali, con un rivestimento in piastrelle dall’aspetto contemporaneo.

 

Come scegliere i colori di un bagno senza finestra?

Quali sono gli stili e le sfumature per un bagno cieco? Date spazio alla creatività, non fatevi frenare assolutamente dall’assenza della finestra. Naturalmente non potrete scegliere i colori troppo scuri, soprattutto se non volete abbinarli a un sistema di illuminazione molto concentrato. Si può invece scegliere di puntare sul famoso contrasto chiaroscuro per un tocco eccezionale.

 

La scelta dei colori, in un bagno cieco, è estremamente importante.

 

Lo stile di questo bagno abbraccia molte influenze, tra moderno e rustico, per un risultato visivamente impeccabile. La finestra, in questo caso, è un contorno: siamo ammaliati da una stanza ben progettata, con ottime rifiniture e materiali, elegante e utile. Per chi ha spazio a disposizione, realizzare un meraviglioso lavabo continuo in legno è un’idea da sviluppare con il proprio interior designer.

 

Stile di arredo del bagno cieco: il lusso contemporaneo

Arredare la propria casa significa darle un’anima, una personalità: rispetto al salotto o alla camera da letto, molto spesso il bagno è tralasciato. Le idee per arredarlo, però, non mancano, soprattutto se è un bagno cieco: lo stile contemporaneo permette di aumentare il lusso di una stanza che ha molto da offrire e che arricchisce gli ambienti in modo decisivo.

 

Un bagno cieco realizzato in stile moderno-contemporaneo.

 

In questo bagno, salta subito all’occhio l’assenza di accessori: c’è il minimo indispensabile. È l’espressione dell’arredamento contemporaneo, nella quale si predilige un ordine ben preciso. Persino il disordine è cambiato, diventando “strutturato” e pensato per arredare e non per generare un senso di sporco. Un bagno cieco contemporaneo da valutare, che concede respiro e trasmette serenità.

 

Bagno cieco: doccia o vasca?

Che cosa scegliere in un bagno cieco? I sanitari del bagno senza finestra vanno opportunamente valutati in fase di acquisto, considerando i pro e i contro.

In genere, la scelta dei sanitari si adatta allo spazio a disposizione: si consiglia di puntare su una meravigliosa vasca da bagno con idromassaggio se l’ambiente è abbastanza largo. In alternativa, anche una doccia sarà molto apprezzata.

 

In un bagno cieco la scelta della vasca o della doccia è fondamentale.

 

In questo spunto, si propone di suddividere la zona dei sanitari: da una parte, abbiamo il lavabo e dall’altra la vasca da bagno moderna. È una soluzione che punta sull’arredamento, in assenza della finestra: l’aspetto risulterà molto sofisticato. L’effetto luce è ideale, così come la scelta di un arredo semplice ma essenziale e soprattutto funzionale. Manca la luce naturale, ma i rivestimenti di classe risolvono un annoso problema.

 

Quanto costa arredare un bagno cieco?

Veniamo alla “nota dolente”, ovvero quali possono essere i prezzi della ristrutturazione di un bagno senza finestra. Può tornare indubbiamente utile la nostra guida dedicata ai prezzi di ristrutturazione di un bagno cieco.

In media bisogna considerare lo stato del bagno: è presente muffa? Si rende necessario modificare i rivestimenti? Si vorrebbe cambiare la pavimentazione? In tal senso, stilare una check list dei lavori da fare vi aiuterà a scegliere quali lavori effettuare o tralasciare sul momento.

Il costo totale va calcolato in base alla scelta dei sanitari, più o meno moderni e tecnologici. Realizzare un bagno nuovo senza finestra può tornare comunque utile, per gli ospiti o per avere un secondo ambiente a disposizione. Di certo, richiedere dei preventivi sicuri e affidarsi a una ditta specializzata nel settore è importante, per ottenere un ambiente ideale.

 

Come risparmiare sulla ristrutturazione di un bagno cieco

In fase di ristrutturazione, non manca mai una sorta di attenzione particolare per il risparmio. I lavori vanno sempre valutati nel loro complesso, ma soprattutto con un “occhio lungimirante”: i benefici futuri, la possibilità di utilizzare il secondo bagno o di rivalutare il prezzo della propria abitazione.

Ovviamente, se state considerando la ristrutturazione del bagno cieco, fissate un budget: è utile sia per evitare di spendere troppo che per decidere i materiali, i sanitari e il sistema di illuminazione.

Per ottenere un risparmio reale, è possibile anche affidarsi ai vari incentivi disposti dallo Stato, sia dal punto di vista delle ristrutturazioni che per l’arredamento. Il consiglio migliore, però, è quello di studiare vari preventivi e di non fermarsi mai alla prima stima ricevuta. Si potrebbe trovare un’azienda professionale che offre sconti o pacchetti promozionali, permettendo di risparmiare e di ottenere un lavoro qualitativamente alto allo stesso tempo.

 

Come richiedere un preventivo con Edilnet per il bagno cieco

Edilnet è un portale facile da usare, attraverso la quale si possono richiedere vari preventivi alle aziende o imprese presenti sul territorio.

Per un lavoro ben fatto, è necessario considerare aspetti pratici: quanto si spenderà, la qualità dei materiali, eventuali impianti da inserire, come il deumidificatore o di riscaldamento, e infine l’arredo.

Mediante i preventivi, si possono calcolare molto più facilmente i costi, senza contare che un professionista del settore saprà consigliarvi sui lavori da svolgere, rispettando la data di consegna, con un compenso ideale. Un lavoro di ristrutturazione non è mai semplice ed è necessario affidarsi solo agli esperti, per prevenire eventuali disguidi e spendere nuovamente in futuro.

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

       

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)