Bagno con parquet: idee e consigli

Vuoi realizzare un bagno con parquet? Non perderti tutti i consigli utili che trovi in questa guida, per scegliere la miglior soluzione e risparmiare.

Idee e consigli per realizzare un bagno con parquet.
Bagno con parquet: idee e consigli
User Rating: 4.9 (1 votes)

 

Il bagno con parquet è un’idea molto moderna e originale, che rende vivibile la piacevole sensazione di camminare a piedi scalzi sul legno anche in questa stanza. Sensazioni antiche e atmosfere calde, questo è il risultato della posa del parquet in bagno, che diventa così una vera e propria zona benessere. Occorrono dei piccoli accorgimenti e sapere tutte le informazioni del caso per rendere il bagno con parquet una zona relax perfetta e lasciare che il pavimento resti inalterato nel tempo.

 

Perché realizzare un bagno con parquet?

Se hai ancora qualche dubbio sulla realizzazione del bagno con parquet, allora vediamo quali sono i motivi che possono spingere a optare per questa soluzione.

Innanzitutto il più grande pregio è la sua bellezza, e rendere piacevoli gli ambienti in cui si vive non è una cosa da sottovalutare. Il bagno poi è uno dei luoghi più frequentati della casa, il parquet è un materiale che si coordina perfettamente con lo stile del bagno e i suoi componenti d’arredo, che ne valorizza i toni e l’effetto generale.

Oltretutto si tratta di un materiale che si adatta sia allo stile minimal e ipertecnologico moderno che a quello classico o retrò, grazie alle sue infinite possibilità di personalizzazione. Se gli spazi del bagno lo consentono poi il parquet si può abbinare ad altri rivestimenti differenziando le funzioni della stanza, ritagliandone alcune zone.

C’è inoltre da sfatare un mito, quello che l’acqua sia la principale nemica del parquet. In parte è vero, lo è maggiormente l’umidità, che infatti viene assorbita dalle fibre del legno causando cambiamenti di colore e deformazione. Anche l’acqua è fonte di problemi, ma solo se ristagna, quindi in fondo il parquet è molto pratico, basta areare il bagno per evitare che il pavimento si rovini, un segreto che non è poi così complesso da mettere in pratica.

Altro motivo per cui si può scegliere di posare il parquet in bagno è il fatto che la pulizia di questo tipo di pavimento è molto semplice. In effetti basta passare prima l’aspirapolvere e poi uno straccio umido con il prodotto adeguato. Non vi è nemmeno il fastidio di dover pulire muffe e polvere tra le fughe o altre intercapedini, come avviene invece con le piastrelle.

Oltretutto il parquet ha una durezza che si tende spesso a sottovalutare. Ovvio, non è paragonabile al marmo, ma è comunque molto forte e soprattutto facile da mantenere sempre bello e intatto. A seconda della finitura e del tipo di legno scelti infatti si può intervenire per rimuovere graffi e segni con facilità. Il bagno con parquet è un’ottima soluzione, questo pavimento è esteticamente bello, piacevole al tatto e duraturo, un trinomio perfetto.

 

Un bagno con parquet sbiancato.

 

Bagno con parquet: pro e contro

Abbiamo visto quindi i motivi per cui si può scegliere di posare il parquet in bagno, tutti i vantaggi che porta questo materiale così bello, che rende piacevole camminarci sopra a piedi nudi e che è molto duraturo nel tempo e facile da pulire.

Ci sono anche degli svantaggi, innanzitutto in bagno non viene posato il parquet quando si considera l’acqua un nemico troppo forte contro la bellezza del pavimento in legno. Uscire bagnati dalla doccia, con tutte le gocce che cadono sul pavimento è una grande minaccia, come anche  il vapore che produciamo quando facciamo il bagno o la doccia,che si può condensare anche a terra. Il bagno inoltre è un ambiente domestico dove l’igiene e la pulizia sono estremamente necessarie, si teme spesso di andare a rovinare il pavimento in legno con detergenti troppo aggressivi.

Si consiglia di non mettere il parquet in bagno quando si hanno bambini piccoli o adolescenti, il rischio è che facendo il bagno nella vasca si allaghi il pavimento e quindi il parquet si rovini in maniera irreparabile.

 

Un bagno con parquet realizzato in un sottotetto.

 

Quale parquet per il bagno?

Il parquet per il bagno deve essere realizzato con una essenza legnosa stabile, che resista a contatto con l’umidità. Solitamente i prediletti sono il Merbau, l’Iroko, il Teak e il Doussiè. Anche il Rovere è molto utilizzato però necessita di una cautela maggiore, tende infatti a creare macchie scure a contatto con l’umidità, a causa della fuoriuscita di tannino, che in questo tipo di legno è presente in grandi quantità.

Va fatta poi una distinzione fondamentale tra parquet in legno massiccio e prefinito. Il prefinito è più stabile, visto che è dotato di un multistrato di betulla che supporta la lamella in legno nobile e garantisce quindi questa sua maggiore stabilità. Il legno massiccio invece non è solitamente utilizzato per il bagno, a causa delle sue caratteristiche meccaniche.

 

Bagno con parquet: a cosa fare attenzione?

Il primo consiglio degli esperti nel caso in cui si voglia realizzare un bagno con parquet, è quello di prediligere una posa incollata e non flottante. Fondamentale poi la sigillatura, in fase di posa, tra i vari listelli e nel perimetro.

Come abbiamo detto poi si consiglia il prefinito, che a differenza del legno massiccio verniciato in opera, cioè dopo essere stato posato, viene verniciato invece già in fabbrica. Un parquet prefinito di qualità arrivare ad avere almeno 8 mani di vernice, in questo modo raggiunge un livello di protezione davvero importante. Ecco il motivo per cui si preferisce questo per il bagno rispetto al legno massiccio.

Altro aspetto da considerare è che la verniciatura dovrebbe essere preferita rispetto all’olio. Questo perché l’acqua che cade e si asciuga su un pavimento oliato genera un piccolo alone in superficie. Per farlo sparire basta solo stendere con un panno un po’ di olio, ma in bagno bisognerebbe farlo in ogni momento.. il che sarebbe molto fastidioso. La tipologia di parquet che non va assolutamente usata è il prefinito oliato sbiancato, gli aloni in questo caso sarebbero molto scuri e visibili e terribilmente antiestetici.

 

Un bagno con parquet in stile zen.

 

Bagno con parquet: a chi rivolgersi?

Per realizzare un bagno in parquet raccomandiamo di rivolgersi ad un professionista del settore, esperto per quanto riguarda le tipologie e le tecniche di pavimentazione per la casa.

È fondamentale affidarsi a persone competenti, che sappiano consigliare le soluzioni migliori in base a gusti ed esigenze personali ma anche alla tipologia di ambiente su cui lavorare.

 

Bagno con parquet: come risparmiare?

La realizzazione di un bagno con parquet non è di certo un lavoro che richiede un dispendio di denaro poco significativo, anzi. La spesa può essere anche molto alta, in base alla grandezza della stanza e alla qualità del materiale scelto.

Per questo motivo vi consigliamo di affidarvi a Edilnet.it per la richiesta di alcuni preventivi ai migliori esperti della zona. L’unico modo per risparmiare è confrontarli e scegliere quello caratterizzato dal rapporto qualità/prezzo più soddisfacente.

 

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti