Variazione catastale: cosa è, chi la fa e come risparmiare

Immagine di disegni tecnici
Variazione catastale: cosa è, chi la fa e come risparmiare
Rating Utenti: 5 (9 voti)

La variazione catastale consiste nell’iscrizione al catasto di un nuovo immobile oppure avviene quando si modifica lo stato di un immobile esistente e deve essere comunicato all’ufficio competente. Viene eseguita telematicamente attraverso un programma che è stato appositamente realizzato e dedicato dal Ministero e che si chiama Docfa. Deve essere un tecnico abilitato a occuparsi della denuncia di variazione catastale.

 

 

Icona di un tecnico professionista in edilizia

 

Questo soggetto può essere ingegnere, architetto, geometra, perito edile o agrario (quest’ultimo solo nel caso dei fabbricati rurali). La presentazione della variazione catastale deve essere fatta entro 30 giorni dal termine dei lavori di modifica dell’immobile o dal conseguimento dello stato di abitabilità, pena il pagamento di una sanzione.

 

Cosa è la variazione catastale?

 

La variazione catastale è obbligatoria per qualsiasi nuovo immobile oppure per ogni modifica che viene effettuata allo stato di un edificio già esistente. Se riguarda un edificio già censito è obbligatoria in caso di accorpamenti o frazionamenti immobiliari effettuati, oppure variazioni della destinazione d’uso o cambiamenti nella superficie o nel volume, o ancora se viene modificata la rendita catastale dopo una ristrutturazione o se i dati relativi all’immobile cambiano, in questo caso parliamo ad esempio della via o del numero civico.

 

Chi lo fa una variazione catastale?

 

La pratica di variazione catastale non può essere presentata da chiunque presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate, dove oggi si trova l’ufficio adibito al catasto. La documentazione deve essere inviata obbligatoriamente da un tecnico abilitato con il Docfa, e deve essere fatto tutto telematicamente, grazie a quanto è stato predisposto appositamente dal Ministero per questa particolare tipologia di documentazione e iter burocratico. In questo modo arriva direttamente all’Agenzia delle Entrate (ecco il collegamento diretto alla sezione Aggiornamento Catasto dei Fabbricati – Docfa del sito Agenziaentrate.gov.it) , che esamina e valuta tutto servendosi dei suoi tecnici professionisti e, se trova che quello che ha ricevuto sia regolare in maniera completa, allora approva.

 

Con l’avvento della digitalizzazione e della tecnologia non è più necessario andare di persona all’ufficio, basta inviare la pratica per via telematica, sfruttando quindi i servizi online. In questo modo si sono ridotti i tempi e i costi di presentazione delle pratiche catastali rispetto al passato.

 

Quanto costa fare la variazione catastale?

 

Negli anni precedenti, senza la digitalizzazione e le pratiche telematiche, la variazione catastale sarebbe costata intorno ai 1000 / 1250 euro, grazie alla novità dell’invio, invece, oggi è possibile risparmiare anche fino alla metà.

 

La spesa totale comunque si compone di imposta catastale e parcella del professionista. La prima è dovuta per ogni unità immobiliare soggetta a variazioni e costa 50 euro per gli immobili delle categorie dei gruppi A, B e C e 100 euro per gli immobili delle categorie dei gruppi D e E. Invece la parcella del professionista varia a seconda della zona territoriale di riferimento. Facciamo degli esempi di alcune importanti città italiane. A Roma si aggira attorno ai 150 euro, a Milano ai 200 euro, a Torino ai 250 euro.

 

Il compenso che chiede il tecnico per redigere e presentare la variazione catastale include i costi per il sopralluogo e la rappresentazione grafica dell’immobile. La spesa copre anche la compilazione della pratica con il programma Docfa, il pagamento dei tributi dell’Agenzia delle Entrate e i contributi previdenziali e l’IVA, come per ogni altra prestazione professionale.

 

Se c’è frazionamento oppure se hai urgenza, dovrai aspettarti sicuramente un sovrapprezzo.

 

Come poter risparmiare

 

Per risparmiare la cosa più conveniente da fare è confrontare anche solo tre o quattro preventivi, per capire quali sono i prezzi nella tua zona. Puoi richiederli utilizzando il servizio gratuito online dedicato. Puoi quindi confrontare diverse soluzioni sulla base dell’esperienza dei tecnici professionisti e andare a scegliere quello che più si avvicina alle tue esigenze, spendendo una cifra che non sfora dal tuo budget e che presenti, secondo te, un ottimo rapporto tra la qualità e il prezzo.

 

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

         

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)