Come eliminare i tarli del legno definitivamente

Come eliminare i tarli del legno definitivamente
Rating Utenti: 5 (32 voti)

Hai notato dei fori sul tuo mobile preferito e sei subito andato su Google a scrivere: come eliminare i tarli del legno? Allora sei nel posto giusto, questa guida ti chiarirà le idee. Innanzitutto è normale provare un senso di ansia e di panico perché le conseguenze degli odiosi tarli del legno possono essere dannose per l’intera casa e non solo per un singolo mobile.

 

La nostra guida su come eliminare i tarli del legno definitivamente.

 

 

 

Come riconoscere i tarli del legno?

 

Stabilire l’entità del problema è fondamentale prima di procedere con la disinfestazione dei tarli ad opera di professionisti.

 

La parte più importante per sbarazzarsi di questi voraci insetti è assicurarsi che la diagnosi sia corretta, in modo da poter ricevere il trattamento più efficace contro i tarli del legno.

 

Come tutti già sanno, i tarli si nutrono di legno praticando dei fori rotondi, danneggiando così mobili, travi e pavimenti.

 

Si possono notare quando escono dal legno, lasciando un residuo polveroso dietro di loro oppure scorgendo tanti e antiestetici buchi su superfici legnose. Quindi, fai sempre attenzione alla presenza di polvere nei pressi di mobili o altri elementi in legno presenti nella tua casa.

 

Devi sapere, poi, che i tarli si dirigono istintivamente verso la luce: quindi potresti individuarli intorno nella zona di un soppalco o vicino alle finestre. Il tarlo si diffonderà facilmente da un mobile di legno all’altro, causando molti problemi e, in alcuni casi, gravi danni strutturali.

 

Altri segni dell’infestazione da tarli?

 

Puoi avvertire improvvisamente le tavole o le travi come deboli: questo è il segno di una grave infestazione da tarli.

 

Attenzione anche alle larve: sono di colore bianco crema, ma sono più piccole della punta di una matita quindi abbastanza difficili da individuare. Da notare anche i coleotteri: vivi o morti; sono lunghi circa 3 mm e dal colore brunastro o nero.

 

 

Quanti tipi di tarli esistono?

 

Quando parliamo di tarli ci riferiamo in maniera generica a vari coleotteri che attaccano il legno. Il tarlo è un piccolo insetto, ma è potenzialmente distruttivo per il legno perché allo stadio larvale si nutre di questo materiale e lo distrugge praticando fori cilindrici sulla superficie.

 

I tarli hanno sviluppato una grande resistenza e sono in grado di sopravvivere in condizioni avverse, anche in strutture dove il legno è completamente essiccato. Per quanto ne sappiamo il ciclo di vita dei tarli del legno è molto simile in tutte le varie specie.

 

In ogni caso, la durata del ciclo di vita può variare da una specie all’altra. Una curiosità sui tarli? È solo allo stato larvale che questi insetti si nutrono del legno! Saper riconoscere le principali caratteristiche che differenziano le varie tipologie di tarli può aiutarti a individuarne la presenza.

 

Ciò è anche fondamentale per poter intervenire con un trattamento per i tarli del legno veramente adeguato.

 

In Italia esistono principalmente tre tipi di tarli:

 

  • Lictidi (dal tipico colore marrone, sono i più piccoli, quasi schiacciati, ma non sono meno dannosi però).

  • Cerambicidi (conosciuti come capricorni o longicorni, hanno lunghe antenne).

  • Anobidi (Anobium puctatum, il classico “tarlo del legno” dal colore marrone).

 

 

Come eliminare il tarlo del legno dai mobili?

 

Se il problema dei tarli è concentrato su un mobile specifico siete fortunati …nella sfortuna! Se invece è necessario intervenire su più di un mobile non temete… riuscirete comunque a eliminare i tarli del legno e riavere la vostra casa.

 

Il metodo migliore sfrutta un pallone realizzato in PVC che viene montato direttamente nella casa infestata dai tarli. In pratica i mobili colpiti dai tarli si inseriscono all’interno del pallone in PVC, subito dopo l’aria viene risucchiata creando il vuoto mediante una pompa, solo dopo viene inserita l’anidride carbonica fino a saturare l’ambiente e la temperatura controllata viene mantenuta per 18 giorni.

 

Dopo questo lasso di tempo l’operazione può dirsi conclusa: vi siete liberati degli odiosi insetti del legno.

 

L’aria all’interno sarà irrespirabile perché privata dell’ossigeno. Il sistema stermina gli insetti a qualsiasi stadio vitale, siano essi uova, larve o adulti.

 

Come avrete notato, eliminare i tarli è un’impresa che è meglio affidare agli esperti.

 

 

Come eliminare i tarli dalle travi o dal parquet?

 

Micronwood è un innovativo e non invasivo sistema a microonde studiato per eliminare al 100% gli insetti del legno. Come funziona? È necessario posizionare sulle relative travi delle apparecchiature sofisticate per riscaldare il legno attraverso microonde. È sicuramente uno dei trattamenti per i tarli del legno più innovativi, ma anche efficaci disponibili sul mercato.

 

L’intervento implica il posizionamento di un treppiede con antenna sulla zona da trattare per eliminare i tarli. Il sistema è, ovviamente, collegato a un telecomando dotato di sensore di sicurezza per attivare il tutto. Per poter riscaldare l’area da disinfestare dai tarli è opportuno che la stanza sia libera da altre persone.

 

La temperatura può salire fino a 75°C e viene misurata con uno speciale termometro laser.

 

Il legno è attraversato dalle microonde, ma tranquilli può resistere fino a temperature che arrivano a circa 200 °C. Pertanto, non si corre nessun rischio.

 

Il sistema è completamente ecologico, non lascia residui, non sporca e non disturba i residenti della casa.

 

Si tratta di un metodo completamente ecologico e innovativo, facilmente attuabile a domicilio e in grado di annientare definitivamente i tarli. Un sistema che inoltre non prevede alcuna interazione con l’uomo e gli animali domestici.

 

L’efficacia del sistema è stata oggetto di numerosi test da parte di Istituti di ricerca, università nonché da migliaia di interventi nelle case di tutta Italia.

 

Niente più tarli e rosicchianti nel cuore della notte, puoi eliminare i tarli per sempre e dormire sonni tranquilli sotto travi e sopra pavimenti in legno!

 

 

Contatta gli esperti per eliminare i tarli del legno

 

Fino ad ora ti abbiamo mostrato alcune tecniche su come eliminare i tarli del legno (sul sito https://www.glispecialistidelladisinfestazione.com/tarli/ trovi ulteriori approfondimenti). Se poi pensi di avere un problema di tarli ti consigliamo di intervenire prontamente. Meglio telefonare e richiedere una consulenza a degli esperti e poi far eseguire un’indagine al personale qualificato. Chiedere aiuto è la cosa migliore che tu possa fare, il tuo compito consisterà nel collaborare e, se possibile, individuare l’entità del danno.

 

Sarà fondamentale per formulare le prime ipotesi e stabilire delle ipotesi circa il tipo di tarlo da stanare. Una volta chiamati gli esperti potrai comunque tirare un sospiro di sollievo consentendo a uno degli specialisti qualificati di studiare la tua proprietà e identificare le specie di tarli così da consigliare la migliore linea d’azione per salvaguardare i tuoi spazi.

 

Se te lo stai domandando nei casi più gravi (per questo è importante agire tempestivamente) si provvede alla rimozione e alla sostituzione del legname se non può essere più trattato.

 

I legni gravemente colpiti dai tarli vengono generalmente tagliati e sostituiti, ove richiesto anche strutturalmente. In alternativa, potrebbero essere impiegate delle tecniche di riparazione tramite resine se il mobile o la struttura lo consente.

 

Se sospetti un’infestazione da tarli non esitare: rivolgiti a dei professionisti per risolvere il problema ed eliminare definitivamente i tarli.

 

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

       
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)