Isolamento termico

Pensare all'isolamento termico è una delle priorità quando si ristruttura casa. Esistono molte soluzioni praticabili per ogni fascia di prezzo.

isolamento termico
Isolamento termico
Rating Utenti: 4.5 (224 voti)

 

Con un buon isolamento termico non dovrai più soffrire il caldo ed il freddo in casa ed inoltre il risparmio che si avrà poi in bolletta è davvero notevole. Ci avevi mai pensato? E questo è solo uno dei numerosi vantaggi…

Oggi si è particolarmente attenti alla realizzazione di abitazioni che possano essere quanto più possibile, adeguate rispetto alle esigenze di coloro che vi abiteranno, ecco perché si studiano con particolare attenzione gli ambienti e le loro distribuzioni, spesso con l’ausilio di professionisti come architetti e designer. isolamento termico

All’interno di una casa, tutto dovrà rispondere al concept del comfort personale e questo, non potrà certo prescindere dalla realizzazione di un sistema impiantistico, sia elettrico che idraulico, tecnologicamente più o meno avanzati, ma di certo, altamente funzionale.

Quando si acquista una nuova abitazione, o la si ristruttura, una delle domande che spesso si pongono ad architetti e ingegneri è: ma il riscaldamento funzionerà bene? Avrò un sistema in grado di farmi risparmiare sul costo delle bollette, talvolta veramente elevato? Ebbene, per dare una risposta positiva a tutte queste domande, vi è una premessa fondamentale, realizzare un buon sistema di isolamento termico.

 

Che cos’è l’isolamento termico?

Il concetto di isolamento termico, fa riferimento a tutti quei sistemi e alle conseguenti operazioni messe in atto, per ridurre quanto più possibile lo scambio di calore, tecnicamente definito flusso termico, che avviene normalmente tra due ambienti che hanno temperature diverse, spesso si usa l’espressione equivalente di “coibentazione termica“. isolamento termico

Chiaramente il luogo in cui l’isolamento termico acquista maggiore rilevanza è l’abitazione dove, in genere, si cerca di mantenere il calore all’interno degli edifici, evitando più possibile scambi con l’esterno. Quando ci si riferisce esclusivamente alla protezione dal caldo estivo, è più opportuno parlare di “schermatura dal calore“.
L’isolamento termico viene realizzato mediante utilizzo di materiali particolari e specifici, che vengono lavorati e installati con particolari tecniche edilizie, solitamente regolate da disposizioni dell’Unione Europea, recepite e applicate in Italia e la cui osservanza è obbligatoria per i progettisti e per gli installatori.
Essendo una materia molto delicata, che richiede ampia conoscenza della normativa e delle tecniche, è opportuno affidarsi sempre a professionisti muniti di adeguate certificazioni, spesso rilasciate a conclusione di corsi di formazione specifici, che ne attestino competenze.

 

I vantaggi dell’isolamento termico

Limitare la dispersione termica di una costruzione è un’esigenza comunemente sentita che nasce, non solo dalla necessità di contenere quanto più possibile il calore interno all’abitazione, per lo più prodotta da sistemi di riscaldamento, ma anche per concretizzare un notevole risparmio energetico, ottenendo migliori prestazioni, con un consumo energetico più basso e abbattendo di riflesso i costi dell’energia.

isolamento termico
In questo modo sarà possibile ridurre gli importi delle bollette e consumare meno energia.
Il valore aggiunto rispetto a quanto detto, sarà la consapevolezza d’aver inquinato meno l’ambiente, e d’aver contribuito in questo modo a rendere la terra un pianeta più pulito.

L’isolamento termico è importante sia in inverno, per trattenere il calore dell’abitazione, sia in estate, evitando che il calore dell’arsura dei mesi più caldi, penetri nelle nostre case in maniera prepotente, mantenendo al suo interno la frescura prodotta dai climatizzatori d’aria.

Inoltre, un buon sistema di isolamento termico concorre ad incrementare il valore dell’abitazione sul mercato, oggi non è consentito effettuare operazioni di passaggio di proprietà o la locazione dell’immobile, senza esibire l’APE, ovvero l’attestazione di prestazione energetica.
Migliore sarà la classe energetica riconosciuta, più alto sarà il valore dell’immobile.

 

I materiali isolanti termici, quali sono?

Per avere un buon isolamento termico, si parte necessariamente da una buona progettazione e certamente dall’uso di laterizi adeguati. I materiali usati per ridurre la dispersione devono presentare un’alta resistenza termica, tecnicamente detta “conducibilità termica“, la cui unità di misura è la Lambda. isolamento termico

Non è facile scegliere tra le varie opportunità offerte dal mercato, poiché non vi è una sola soluzione ottimale per ogni costruzione, la selezione del materiale isolante dipende dalle sue proprietà principalmente, e dalle caratteristiche della struttura da isolare, dalla zona climatica, ed infine dai risultati che si intendono conseguire, tenuto conto delle prestazioni richieste all’intero sistema di isolamento.
Questi materiali si dividono in 3 grandi gruppi, sintetici, minerali e vegetali, va da sè che i suddetti hanno campi di applicazione specifici, pertanto potranno essere consigliati in alcuni casi e sconsigliati in altri.
I materiali sintetici derivano dalla lavorazione del petrolio, come il poliuretano, il polistirolo, il polietilene espanso e le schiume varie, sono i meno costosi, le prestazioni sono abbastanza buone, così come la durata nel tempo, ma la loro produzione risulta poco sostenibile, oltre al fatto che non sono completamente atossici.
isolamento termico I materiali vegetali, di cui classico esempio è il sughero, ma anche il legno o la fibra di cellulosa, sono i più costosi, ma i vantaggi li ripagano ampiamente poiché risultano leggeri, atossici, biodegradabili, durevoli e le prestazioni sono elevate.
Infine, per quanto riguarda i materiali di origine minerale, come la lana di vetro, sono di origine naturale, derivando per lo più dalle rocce, biodegradabili e rinnovabili, buone le prestazioni, ma costo medio alto. Per renderli resistenti all’umidità è necessario, qualche volta, sottoporli a trattamenti di lavorazione particolari.
In generale, i materiali che hanno ampi spessori, hanno anche maggiore capacità di isolamento termico, tecnicamente si può dire che minore è la conducibilità termica, maggiore è il potere isolante del materiale.
Altro concetto determinante nell’isolamento termico è lo “sfasamento termico” cioè il tempo che impiega l’onda termica per fluire dall’esterno all’interno di una costruzione, passando ovviamente attraverso un materiale edile. isolamento termico

Maggiore è lo sfasamento termico del materiale, più tempo impiegherà il caldo a passare all’interno dell’abitazione, e siccome il deposito di calore potrebbe avvenire verso sera, arieggiare i locali potrebbe essere sufficiente per smaltire il calore.

Un materiale di questo tipo tuttavia, non è consigliabile in zone molto calde e dove il calore è elevato anche di sera, poiché la trasmissione dello stesso sarebbe continua, e arieggiare potrebbe non essere sufficiente.
Un buon materiale isolante dovrebbe contribuire poco, se non addirittura limitare del tutto, la produzione di condensa, per ostacolare la sua presenza è necessario che sia altamente traspirante, con una bassa “resistenza di diffusione al vapore“.
Per la scelta dei materiali isolanti più adatti alle esigenze che si hanno in un determinato momento, bisogna tenere conto di altre caratteristiche, i migliori infatti sono quelli atossici, ignifughi, cioè resistenti al fuoco e trattati per resistere a muffe e parassiti vari.

 

Isolamento termico esterno ed interno

I materiali e le tecniche per ottenere un buon isolamento termico, riguardano essenzialmente le superfici a contatto con l’esterno quindi, pareti perimetrali, tetto, finestre e porte. Chiaramente i materiali e le tecniche a disposizione saranno diverse e adeguate al tipo di intervento, come prima detto.
L’isolameno termico per il quale più spesso si opta, specialmente tra le costruzioni più recenti è quello esterno, denominato “a cappotto“, in pratica si interviene ponendo sulle pareti esterne della costruzione, dei pannelli isolanti, di solito realizzati in materiali sintetici, che saranno poi intonacati o sui quali sarà posato un filo di muratura.

isolamento termico Questo intervento è ottimo se non si desidera intervenire internamente, ma non sempre possibile, spesso infatti, sulle facciate esterne delle costruzioni non è possibile intervenire, come accade per i palazzi d’epoca caratterizzati da vari vincoli architettonici, oltre a risultare particolarmente costoso. Se si desidera intervenire con un isolamento termico interno, bisogna tenere in considerazione l’inequivocabile vantaggio di un costo più contenuto rispetto all’intervento precedente, però avrà anche lo svantaggio di incidere negativamente sul volume interno dell’abitazione.

E’ l’ideale se l’intervento di isolamento è limitato a zone molto ristrette, come una sola parete che magari risulta particolarmente esposta, la quale verrà rivestita internamente da pannelli di cartongesso e lastre di materiale isolante.

L’isolamento termico interno può anche essere realizzato mediante riempimento con materiale isolante, come le schiume o con poliuretano espanso, dell’eventuale intercapedine presente.
Anche il tetto può essere oggetto di intervento di isolamento termico, mediante l’uso sia interno che esterno, di pannelli isolanti e coperture specifiche, meglio se impermeabili.
Per un buon isolamento è necessario occuparsi anche di porte e finestre, nell’eventualità che presentino punti deboli, attraverso i quali si riscontra un sensibile scambio di aria con l’esterno, sarà il caso di sostituire gli infissi con prodotti di nuova generazione, altrimenti si potrà provare a siliconare le fessure.   

Per riuscire a risparmiare sull’isolamento termico è fondamentale richiedere più preventivi ad aziende specializzate in ristrutturazione casa e scegliere l’offerta migliore!

 

    

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE!

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)