Pannelli sandwich: cosa sapere

Cosa sono i pannelli sandwich? Dove si comparano? Quanto costano? Ecco le risposte a queste domande.

pannelli sandwich cosa sapere
Pannelli sandwich: cosa sapere
User Rating: 5 (1 votes)

I pannelli sandwich rappresentano una soluzione importante nell’edilizia e non solo. Garantiscono leggerezza, resistenza meccanica e isolamento termico. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sui pannelli sandwich: usi, materiali, tipologie e un focus sui prezzi.

 

Pannelli sandwich: cosa sono

I pannelli sandiwich sono oggetti utilizzati nell’edilizia, in genere distribuiti in lastre. Il termine “sandwich” è giustificato dalla presenza di tre strati, di cui due esterni, dette “pelli” o “facce” e uno interno, detto core. In genere, lo strato core è molto più leggero delle pelli. Inoltre, ha una densità minore in quanto composto da una struttura che può a essere a nido d’ape, ondulata o in schiuma.

I pannelli sandwich trovano la loro applicazione negli interventi finalizzati alla coibentazione, in una prospettiva di isolamento termico e acustico, e nel pieno rispetto delle garanzie di resistenza meccanica. Sono sempre più utilizzati in virtù dei vantaggi di cui sono caratterizzati, a cui fa da contraltare un costo di realizzazione generalmente molto basso.

schema pannello sandwich

 

Pannelli sandwich: caratteristiche

I pannelli sandwich hanno incontrato una notevole diffusione nel corso degli ultimi anni. Si pongono, infatti, in una posizione di avanguardia per ciò che concerne le esigenze, sempre più pressanti, di risparmio energetico, di comfort e di vivibilità degli ambienti. Ecco le loro caratteristiche principali.

  • Isolamento. I pannelli sandwich, in virtù della struttura dello strato core offrono garanzie di isolamento termo-acustico.
  • Resistenza meccanica. La presenza dello strato core, strutturato in forme quali quella ondulata e il nido d’ape, consente una distribuzione delle forze più equa e flessibile. Ne conseguono notevoli garanzie per ciò che concerne la resistenza meccanica.
  • Leggerezza. Lo strato core ha una densità molto bassa, sicché, anche in presenza di pelli molto compatte, i pannelli sandwich hanno un peso specifico ridotto.
  • Accessibilità dal punto di vista economico. La densità generica di un pannello sandwich è minore rispetto a quella di pannelli realizzati con altri materiali. Il costo di produzione è quindi basso.

 

Pannelli sandwich: le tipologie

Esistono varie tipologie di pannelli sandwich. La distinzione più importante però riguarda la strutture del core, lo strato interno.

  • Pannelli con core a nido d’ape. La leggerezza è garantita dalla presenza di numerosi spazi vuoti. La resistenza meccanica è ottima, un po’ meno la capacità isolante.
  • Pannelli con core a struttura ondulata. Utilizzati per alcune tipologie di coperture, si preferisce utilizzare la lamiera per lo strato interno. Della categoria fanno parte anche alcune lavorazioni in cartone (per l’imballaggio).
  • Pannelli con core in schiuma. E’ la tipologia che garantisce il miglior grado di isolamento. Inoltre si caratterizzano per un costo di produzione molto basso.

pannello sandwich core ondulato

 

Pannelli sandwich: i materiali

Questi sono i materiali più utilizzati per i pannelli sandwich.

  • Lamiera più schiuma. La lamiera è utilizzata per le pelli, mentre la schiuma, in genere in poliuretano espanso, è impiegata per il core. Questo schema è ampiamente utilizzato per la costruzione di coperture.
  • Laminato più lana di vetro/roccia. E’ la soluzione migliore, se si intende garantire il massimo grado di isolamento termico.
  • PVC. In questo caso, le pelli sono il polivinilcloruro e il core il polistirene espanso. Questa tipologia trova applicazione nell’allestimento degli stand, nella cartellonistica, nella segnaletica ed è apprezzata per la notevole leggerezza.
  • Cartone. Alcuni imballaggi sono costituiti da pannelli sandwich in cartone, il cui core ha una struttura ondulata.

Per quanto riguarda l’adesione tra le pelli e il core, si utilizzano dei collanti in pellicola. Le loro caratteristiche sono simili a quelle delle resine impiegate nella costruzione di materiali compositi, dunque sono soggette a polimerizzazione.

 

Pannelli sandwich: quando si usano

Le applicazioni dei pannelli sandwich sono numerose. In linea di massima, possono essere impiegati ovunque sia necessario garantire leggerezza, resistenza meccanica o isolamento termico. Ecco una lista esaustiva delle applicazioni.

  • Coperture
  • Rivestimenti
  • Tamponature
  • Pareti divisorie
  • Imballaggio
  • Cartellonistica
  • Strutture provvisorie
  • Pergolati

 

Pannelli sandwich: dove si comprano

I pannelli sandwich rappresentano una soluzione sempre più diffusa quindi sono facili da reperire. Ecco dove è possibile acquistare i pannelli sandwich.

Punti vendita di materiale edile. Essi sono tra i luoghi migliori dove acquistare i pannelli sandwich. Oltre a poter godere di una offerta generalmente buona, si potrà usufruire dei consigli del rivenditore.

  • Negozi di bricolage. In questo genere di negozi vengono venduti soprattutto pannelli sandwich che trovano una applicazione non specificatamente edile (es. in cartone).
  • Centri commerciali specializzati nel fai da te. Il pregio di questa soluzione è la possibilità di usufruire di una offerta spesso ampia. Da verificare la possibilità di chiedere e consigli ai commessi.
  • E-commerce online. Chi acquista su internet certamente beneficia di prezzi ridotti e della comodità della consegna a domicilio. Tuttavia, è necessario andare a colpo sicuro poiché, se si esclude la possibilità di fare domande via mail al rivenditore, la selezione del prodotto è esclusivo appannaggio dell’acquirente.

 

Pannelli sandwich: quali i prezzi

Ovviamente, i prezzi dipendono dai materiali con cui i pannelli sono realizzati. Si parla in ogni caso di cifre che oscillano dai 10,00 € ai 70,00 € al metro quadro. Ecco una panoramica esaustiva.

  • Pannelli sandwich in lamiera più schiuma: da 10,00 € a 30,00 € per metro quadro.
  • Pannelli sandwich con core in lana di roccia o vetro: da 15,00 € a 40,00 € per metro quadro.
  • Pannelli sandwich in PVC: da 20,00 € a 40,00 € per metro quadro.

 

Pannelli sandwich: come risparmiare

Il consiglio è di non fermarsi alla prima offerta che ci si trova davanti. Bensì, è indicato visionare più cataloghi e chiedere preventivi a più rivenditori. Una volta raccolte le informazioni necessarie, sarà possibile individuare offerte che esprimano un buon rapporto qualità prezzo. Ovviamente, è bene conoscere l’argomento, in modo da riuscire a distinguere tra prodotti di qualità e prodotti mediocri.

Conoscere le proprie esigenze, poi, è importante in quanto solo in questo modo si potrà evitare di acquistare un prodotto che non fa al caso proprio e perdere il proprio denaro.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti