Come rimuovere la guaina ardesiata?

Rimuovere la guaina ardesiata richiede una procedura di sicurezza regolamentata da normative perché si tratta di rifiuti speciali.

come rimuovere la guaina ardesiata
Come rimuovere la guaina ardesiata?
User Rating: 5 (1 votes)

 

La guaina ardesiata, utilizzata per l’impermeabilizzazione di terrazze e balconi, oltre che di tetti, è un elemento composto che rientra, in caso di rimozione, nei riufiuti considerati speciali, e perciò soggetti a procedure specifiche di trasporto e smaltimento in apposite discariche che possano trattare questo tipo di rifiuti in ottemperanza alle normative in vigore, per la salvaguardia della salute e dell’ambiente.

 

Togliere la guaina ardesiata: a cosa fare attenzione

Per togliere la guaina ardesiata, considerata di fatto un rifiuto speciale edilizio secondo la normativa del 1997, bisogna seguire un protocollo standard utile a salvaguardare la salute dell’uomo e l’inquinamento dell’ambiente.

Perciò è importante fare attenzione a non affidarsi a personale inadeguato o improvvisato, che disperda poi in discariche normali o negli ambienti il materiale da eliminare. Si potrà, infatti, incorrere in pesantissime multe di cui sarà responsabile anche il committente oltre che il lavorante.

rimozione di guaina ardesiata

 

Rimuovere la guaina ardesiata: gli attrezzi necessari

Per rimuovere la guaina ardesiata, dunque, è opportuno seguire alcune regole che possano agevolare i lavori senza alcun danno verso l’ambiente e le persone. In occasioni di lavori del genere sarà consigliato avvisare il vicinato, richiedendo la necessità di rimanere con le finestre chiuse per l’arco temporale dei lavori di rimozione.

Se si tratta di una terrazza condominiale con libero accesso dei condomini, il passaggio dovrà essere interdetto per il tempo necessario della rimozione e dell’imballaggio dei rifiuti oltre che durante il periodo relativo al trasporto degli stessi sui veicoli che poi partiranno per la discarica. È obbligatorio che i lavoranti siano adeguatamente vestiti con tuta, guanti e mascherina. Inoltre i teli di polietilene dovranno essere ben sigillati.

Sintetizzando gli attrezzi da utilizzare saranno i seguenti:

  • tuta protettiva,
  • guanti,
  • mascherina ben aderente,
  • nastro adesivo,
  • teli di polietilene,
  • recipienti da sigillare per il trasporto definitivo in discarica.

 

Come si toglie la guaina ardesiata

La guaina ardesiata si toglie seguendo un preciso ordine di azioni dettate da alcune regole in vigore per la salvaguardia della salute e dell’ambiente, come abbiamo visto poco fa.

È infatti importante che la guaina ardesiata, come del resto tutte le altre guaine di copertura, sia trattata secondo standard ben precisi, che comprendano, tra le altre cose, la rimozione della stessa da parte di personale specializzato che dovrà per prima cosa essere protetto da un abbigliamento idoneo che ripari adeguatamente tutti gli operatori coinvolti nei lavori di smaltimento.

Il pericolo principale viene dalle piccole particelle che sostanzialmente si polverizzano durante la rimozione e la raccolta per il definitivo trasporto alla discarica. Per ovviare a questo problema l’operatore oltre ad essere vestito adeguatamente, indossare guanti e per le vie respiratorie una mascherina ben aderente, dovrà adagiare la vecchia guaina su teli impermeabili di polietilene e di conseguenza avvoltolarla e confezionarla grazie all’utilizzo di nastro adesivo che possa di fatto sigillarla all’interno dell’imballaggio.

 

Rimozione guaina ardesiata: a chi rivolgersi

Per rimuovere la guaina ardesiata non è possibile rivolgersi a persone non qualificate, come non è consentito l’improvvisazione legata al “fai da te”, senza seguire norme ben precise per la salvaguardia della salute e dell’ambiente. È consigliato rivolgersi a ditte specializzate che sono in grado di seguire le normative vigenti, sin dalla rimozione degli strati da sostituire.

Lo scarto, come abbiamo precedentemente descritto, deve essere racchiuso in almeno due teli di polietilene e sigillato attentamente in modo tale da creare dei pacchi che non possano disperdere alcunché nell’ambiente. La guaina ardesiata da smaltire in pacchi così trattati verrà messa in appositi contenitori che dovranno essere sigillati e caricati su mezzi.

Questa procedura può ricordare la conservazione dei cibi nelle vaschette da utilizzare nel frigorifero, giusto per fare un paragone di come gli scarti di guaina ardesiata verranno trattati per il trasporto in discarica. Questa accortezza preverrà eventuali accidentali dispersioni nell’ambiente di queste minuscole particelle altamente tossiche per l’uomo e altrettanto inquinanti per l’ambiente. Assicurati i contenitori saranno poi trasportati in apposite discariche che possano trattare rifiuti speciali derivati da materiali per costruzione.

smaltimento della guaina ardesiata

 

Dove smaltire la guaina ardesiata

La guaina ardesiata fa parte delle guaine bituminose e come tali rientra nei rifiuti speciali da smaltire, una volta che si desideri sostiuirla per ripristinare, in un secondo momento, una nuova copertura impermeabilizzata di tetti, balconi e terrazze. Il codice identificativo del rifiuto speciale è CER 17 03 03 e comprende i rifiuti di natura edile, derivanti da costruzioni, demolizioni o ristrutturazioni.

Nonostante la guaina ardesiata abbia una resistenza maggiore rispetto alle altre guaine, dovuta alla presenza di ardesia e in caso di lesioni o distacchi sia possibile anche intervenire mettendo una sorta di toppa nella zona interessata, a lungo andare è possibile che ci sia la necessità di sostituirla completamente per garantire la perfetta impermeabilizzazione delle superfici interessate, per preservare gli ambienti sottostanti e le strutture in sé, da infiltrazioni pericolose, o l’insorgenza di muffe che possono essere anche foriere di malattie per l’uomo.

La guaina ardesiata, dunque, deve essere necessariamente smaltita in discarica. Per l’attuazione di questa procedura è necessario, a norma di regolamento vigente dal 1997, che ciò avvenga grazie all’intervento di ditte specializzate che avranno l’accortezza di seguire un protocollo sin dal recupero della stessa e dal conseguente trasporto in città verso la discarca. Successivamente i residui dovranno essere trattati secondo regola che salvaguardi l’ambiente da agenti inquinanti. Perciò è davvero importantissimo rivolgersi a ditte specializzate che sapranno esattamente come comportarsi e le relative procedure da seguire, così che ogni eventuale rischio e problema sia arginato e sistemato in sicurezza garantita.

 

Togliere la guaina ardesiata: come risparmiare

Per rimuovere la guaina ardesiata e il conseguente impacchettamento e trasporto in discariche attrezzate per lo smaltimento di rifiuti speciali derivanti dall’edilizia, non è un lavoro che possa considerarsi risparmioso.

Essendo sostanzialmente diviso in due parti, la prima inerente la rimozione e la seconda incentrata sul prelievo e trasporto, può però dare adito a qualche speranza di riparmio. Ad esempio, richiedendo preventivi online, si potrà vedere e comparare le ditte che si occupano della rimozione e impacchettamento e valutare quelle che offriranno un prezzo più ragionevole per le nostre tasche.

È possibile che alcune ditte accreditate si occupino di compiere tutti i passaggi, incluso lo smaltimento nelle discariche attrezzate, venendo incontro al cliente con un prezzo tutto compreso. Inoltre sarà utile contattare il proprio Comune di residenza e chiedere l’intervento per ritiro dei rifiuti speciali. Probabilmente non sarà occasione di risparmio, però vi garantirà la certezza della procedura da seguire senza incappare in errori che potranno avere come conseguenza delle multe molto salate.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti