Vasca freestanding: idee e suggerimenti

Cos’è una vasca freestanding? Quando va installata? Quanto costa? Ecco la risposta a questa e ad altre domande.

Idee e suggerimenti per chi desidera una vasca freestanding.
Vasca freestanding: idee e suggerimenti
User Rating: 5 (2 votes)

 

 

La vasca freestanding è un’alternativa molto particolare alla vasca tradizionale. In questo articolo offriamo una panoramica su questa interessante tipologia di prodotto. Forniremo inoltre informazioni quanto più possibile realistiche sui costi e qualche consiglio per risparmiare senza trascurare il tema della qualità.

 

Vasca Freestanding: cosa è

 

In un certo senso, il nome dice già tutto. La vasca freestanding è una vasca non ad angolo e che, anzi, non è in contatto con alcuna parete. E’ una vasca per così dire isolata, che può essere posta in un punto libero della stanza. Non a caso le vasche freestanding vengono chiamate anche “vasche centro stanza”.

 

Rispetto alle vasche tradizionali, le freestanding presentano alcuni pregi. Per esempio, generano un impatto estetico notevole, non fosse altro per la diversità che dimostrano nei confronti della variante più tipica. Spesso, però, sono dei veri e propri oggetti di design. Inoltre, non impongono lavori murari o interventi sul rivestimento.

 

Di contro impongono spesso interventi sulle tubature, dal momento che la loro posizione non può coincidere con quelle tipiche di una vasca normale.

 

Una vasca freestanding contemporanea.

 

Vasca Freestanding: quando installarla?

 

Prima di decidere se installare una vasca freestanding o meno, è bene effettuare alcune valutazioni. In primo luogo, valutazioni di tipo spaziale. Le vasche freestanding, non condividendo alcun lato con le pareti, vanno installate in un punto diverso della stanza. Ciò, ovviamente richiede bagni di capienza (come minimo) leggermente superiore alla media.

 

Le vasche freestanding, inoltre, vanno installate solo se il bagno, in qualche modo, risulta compatibile dal punto di vista estetico. Anche la più sobria e scarna vasca freestanding, infatti, produce comunque un effetto minimal o, di contro, classico. In ogni caso, ben diverso dalle vasche tradizionali. ll rischio è di ricreare il classico pugno in un occhio.

 

Vasca Freestanding: tipologie e materiali

 

Dal punto di vista dei materiali, non si ravvisano differenze tra le vasche freestanding e le vasche tradizionali. La differenza principale, sotto questo profilo, riguarda il rivestimento. Le vasche tradizionali vengono rivestite esternamente con le stesse mattonelle del pavimento, in modo da dare senso di continuità. Dunque va segnalato un materiale in più, la ceramica.

 

Le vasche freestanding, invece, essendo a libera installazione, non necessitano di alcun rivestimento.

Per ciò che concerne le tipologia, va operata una distinzione tra i vari stili.

La maggior parte delle vasche freestanding propone un approccio minimal. Vengono preferite, in questo caso, linee sobrie ma non grezze, nonché una certa povertà di orpelli.

Una buona parte delle vasche freestanding, inoltre, fanno riferimento a uno stile ultra-classico. In passato infatti (ma occorre andare indietro di almeno qualche decennio) tutte le vasche erano freestanding. Ovviamente, i modelli odierni sono frutto di una elaborazione estetica. Elaborazione che, tra le altre cose, si caratterizza per la presenza di forme molto arrotondate ma allo stesso tempo pulite.

Infine, ci sono le vasche freestanding di tipo contemporaneo. Queste sono vasche normali, ma – molto semplicemente, a libera installazione.

 

Una vasca freestanding in stile vintage.

 

Vasca Freestanding: a cosa fare attenzione?

 

Quando di sceglie di installare una vasca freestanding, occorrerebbe prestare la massima attenzione a tre tematiche.

 

  • Tipo di vasca. La questione, nuovamente, ruota attorno agli stili. Una scelta efficace della vasca, infatti, è una scelta coerente e che crea l’armonia tra gli elementi nuovi e l’esistente.

 

  • Prezzo. I costi sono incredibilmente vari. Il ché rischia di disorientare l’aspirante acquirente. Prima di aprire il portafogli, quindi, sfogliate più cataloghi. Se non altro per avere un punto di riferimento e riuscire a valutare il prezzo delle vasche.

 

  • Impresa installatrice. Una impresa, da questo punto di vista, non vale l’altra. Anche perché un fattore decisivo è rappresentato dall’adattamento dei punti acqua, che genera sempre qualche preoccupazione.

 

Installazione vasca Freestanding: a chi rivolgersi?

 

Se state pensando di installare una vasca freestanding, dovreste rivolgervi a due tipologie di figure. In primo luogo, il punto vendita, sia esso online che offline, specializzato o generalista (semplice arredo bagno).
In secondo luogo, dovreste rivolgervi a una buona impresa specializzata in attività in muratura e termoidraulica. Il fai da te, infatti, è un’ipotesi da scartare immediatamente. L’installazione richiede competenze troppo specifiche (è anche coinvolta la riconversione dei punti d’acqua) per l’utente medio.

 

Installare una vasca Freestanding: quali i prezzi?

 

I prezzi per una vasca freestanding sono molto variabili. Innanzitutto, dipende dal tipo di vasca. Secondariamente, dipende dall’installatore, che può essere più o meno esigente. Prendendo in considerazione questi elementi, però, è possibile proporre una panoramica quanto più vicina alla realtà.

 

  • Vasca freestanding semplice: da 400,00 € a 700,00 €.
  • Vasca freestanding stile minimal o classico: da 800,00 € a 1.200,00 €.
  • Vasca freestanding ad altissimo valore di design: da 1.200,00 € a 2.200,00 €.
  • Costo per l’installazione: da 100,00 € a 300,00 €.

 

Una vasca freestanding minimal.

 

Vasca Freestanding: come risparmiare?

 

L’unico modo per risparmiare, almeno in questo caso, è brandire le armi del catalogo e del preventivo. In primo luogo, individuate la vasca da installare, facendo seguire dal principio del miglior rapporto qualità prezzo. Secondariamente, scegliete l’impresa. Spesso c’è da dire, la fase è una e una soltanto, in quanto alcuni rivenditori curano anche l’installazione.

 

Ad ogni modo, contattate più imprese, chiedete sempre il preventivo, confrontate le ipotesi così ottenute. Infine, individuate la migliore imprese sotto il profilo del rapporto qualità prezzo.

 

Questo è un metodo molto efficace, anche perché consente di risparmiare tra il 20 e il 50% della spesa media.

 

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti