Cosa sapere per scegliere il miglior parquet in legno

Scegliere il parquet con attenzione è importante. Ogni legno ha le sue caratteristiche ed ogni tipo ha differenti qualità. Scegli il più adatto a te!

Cosa sapere per scegliere il miglior parquet in legno
Cosa sapere per scegliere il miglior parquet in legno
Rating Utenti: 4.3 (95 voti)

Il parquet offre tanti vantaggi sia nella percezione dell’ambiente che nella resistenza del pavimento nel tempo. Infatti, oltre a donare un’atmosfera accogliente e calda alla stanza in cui è stato messo in posa, presenta anche ottime caratteristiche isolanti sia termiche che acustiche (ha scarsa conducibilità termica e attutisce bene i rumori dei passi). Si propone con infinite varietà di colori, sfumature, striature e venature diventando un vero e proprio elemento design.

 

pulsante

 

“Sul parquet cigolante di legno i piedi fremono nel tremore dei passi”

 

 

Tipologia legnosa:

 

È importante scegliere la tipologia di parquet in base alla qualità desiderata o necessaria se ci si basa sull’usura supposta nel tempo, oltre che ai costi di manutenzione o del materiale stesso.

 

Massello: unico strato di legno massiccio. Viene fornito grezzo quindi necessita di levigatura e lucidatura e sono quindi più costosi sia il materiale che la posa in opera. Va rilevigato ogni 10 anni per rendergli il suo splendore originale.

 

Stratificato/prefinito: presenta due o più strati lamellari di cui solo il primo è di legno nobile, mentre gli strati sottostanti sono di legno povero. Ma è il più comune perché permette una posa veloce, prezzi contenuti e ottima resistenza, va infatti rilevigato solo ogni 20-25 anni!

 

Impiallacciato: solo il primo strato di legno superficiale è nobile, non supera 1mm di spessore. Potrebbe somigliare al parquet prefinito, ma in realtà ha una qualità minore. Minore è quindi anche il costo.

 

Laminato: presenta in superficie non legno ma uno strato plastificato che riproduce con una stampa digitale le varie essenze. Alternativa economica al parquet e ha varie qualità di resistenza.

 

“E mi arrendo dolcemente abbandonata su di te, come jazz che striscia sul parquet…” Mina

 

Ma quanto costa il parquet?

 

Il costo del parquet dipende da molti fattori:

 

  • qualità: sia del legno nobile in superficie (le essenze europee come Rovere e Faggio costano meno rispetto a quelle asiatiche come Iroko o Doussié) che del legno di sostegno degli strati sottostanti (i più cari sono betulla, pioppo, abete…).

 

  • taglio delle tavole: il prezzo aumenta in proporzione alla dimensione delle tavole.

 

  • finiture: tutti i trattamenti supplementari avranno un costo a parte: sbiancatura, decapatura, anticatura, spazzolatura.

 

  • interventi straordinari: la posa di determinate tipologie di parquet può richiedere la rimozione del pavimento precedente con un incremento conseguente dei prezzi di manodopera.

 

Pavimentazione in parquet su sala con arredo moderno

 

Esclusa la posa in opera, il ventaglio di prezzi per l’acquisto del solo parquet è quindi molto ampia e varia dai € 10,00/mq ai € 200,00/mq per le qualità più pregiate.

Ecco alcune delle offerte online di parquet in legno – con spedizione gratuita e non:

 

 

Il laminato varia dai € 5,00 / mq ai € 70,00 / mq.

 

Il costo della posa in opera può variare dai € 15,00/mq per la posa di un pavimento prefinito, ma aumenta fino a € 20,00/mq per il parquet tradizionale che necessita di accortezze ulteriori come la levigatura e la lucidatura.

 

I prezzi possono variare da azienda ad azienda, confronta più preventivi per risparmiare nei costi!

 

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi sul parquet da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.

Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

 

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

         
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)