Fossa biologica : installazione e costo

La fossa biologica è un elemento importante della casa....vi spiegheremo come funziona, come installarla e quale conviene scegliere per risparmiare!

Fossa biologica
Fossa biologica : installazione e costo
User Rating: 2.8 (102 votes)

Se ne sente a volte parlare, ma non sempre si conoscono le caratteristiche della fossa biologica tradizionale o di quella Imhoff: le descriveremo qui, parlando anche di installazione e costi.

Fossa biologica: cos’è e qual’è la sua funzione.Fossa biologica

Innanzitutto è utile spiegare che questo genere di fossa consiste in una specie di vasca in polietilene o calcestruzzo collocata nel terreno: in essa vanno a confluire sia le sostanze che i vari liquami di scarto provenienti delle abitazioni.

Se a questo punto vi state chiedendo perché viene utilizzata questa specie di serbatoio quando potrebbe essere sfruttata la rete fognaria pubblica, vi rispondiamo precisando che la fossa biologica viene usata quando è impossibile mandare le immissioni nelle fognature comunali: questo accade in particolar modo nelle zone di campagna oppure nelle aree poco abitate.

In tal caso, le acque reflue domestiche, che ovviamente devono poter correttamente defluire, possono essere smaltite anche all’interno di una fognatura statica, luogo in cui viene raccolto il liquame: la carica inquinante di quest’ultimo viene ridotta grazie alla  fermentazione e digestione di particolari microrganismi a cui non serve ossigeno per svilupparsi e si tratta precisamente dei batteri anaerobici.Fossa biologica

Fossa biologicaEcco dunque che in presenza di determinate e ben precise necessità, una delle più valide soluzioni adottabili è proprio quella relativa alla fossa biologica (tradizionale o Imhoff), ed è importante precisare che tale tipologia di fossa non richiede alcun genere di opera di depurazione.

Si tratta di un sistema il cui compito è quello di raccogliere e trattare sia le acque nere (wc) e sia quelle grigie (lavandini ecc.) provenienti dalle abitazioni, per permettere agli utenti di poter sempre disporre di condizioni igieniche adatte ed ottimali. Occorre però specificare che in questa tipologia di fossa non devono essere incanalate le acque pluviali.

Come è fatta una fossa biologica?Fossa biologica

Solitamente si tratta di in un contenitore così composto: esiste un coperchio dotato di botola per i controlli e per gli interventi di manutenzione, vi sono un paio di scomparti (il loro numero dipende comunque dalla  tipologia del recipiente) e un paio di  aperture in cui passano i tubi per lo smaltimento delle acque nere: uno che entra e che immette i liquami, uno che esce ed espelle le acque chiare.

Fossa biologica: autorizzazioni.

Fossa biologicaChiunque intenda adottare questo sistema di smaltimento acque, deve agire seguendo corrette procedure. Innanzitutto è necessario recarsi presso gli appositi uffici del Comune relativo al luogo in cui è situata la casa o la struttura che necessita di tale installazione: questo per richiedere i dovuti permessi e le autorizzazioni necessarie in merito all’allacciamento alla rete fognaria pubblica, ma anche per comunicare al personale incaricato le dimensioni dello scavo che si intende effettuare. E’ poi possibile che venga inviato sul posto un geologo per un attento controllo relativo allo stato del terreno e successivamente, se la verifica dovesse dare esiti positivi, si potrà finalmente procedere con l‘installazione del contenitore.

Come si installano le fosse biologiche?

Dopo aver ottenuto i dovuti permessi e dopo avere quindi acquistato la vasca secondo le dimensioni desiderate, occorre servirsi un piccolo escavatore (che può anche essere noleggiato presso una ditta di lavori edili: sarebbe assurdo acquistarlo per poi usalo soltanto  un’unica volta!) per poi praticare uno scavo nel terreno: lo scavo deve risultare abbastanza largo e profondo poiché a lavoro finito la vasca deve ovviamente essere correttamente interrata e adeguatamente coperta, ma attenzione: tale manufatto va interrato completamente ma è indispensabile lasciare sporgere a filo del terreno (oppure della pavimentazione) la parte relativa alla botola superiore, che deve essere facilmente individuabile per i controlli periodici e le necessarie opere di manutenzione.

Fossa biologica Imhoff: di cosa si tratta.

Fossa biologicaCome la fossa di cui abbiamo già parlato, anche la fossa biologica Imhoff consiste esattamente in un grande recipiente realizzato solitamente in polietilene, però, mentre nella tradizionale fossa biologica sono presenti degli scomparti, nella Imhoff sono invece presenti due vasche, una posta in alto ed una invece sistemata in basso.

Nella parte superiore si va a verificare il processo di sedimentazione, mentre in quella inferiore avviene la digestione anaerobica con la presenza di un affluente che unisce le due vasche, consentendo così un risultato di smaltimento particolarmente efficiente. Possiamo inoltre sottolineare che le vasche Imhoff sono maggiormente indicate per servire in particolar modo i fabbricati civili, mentre le fosse biologiche tradizionali vengono solitamente sfruttate in centri urbani posti in zone di pianura, o comunque in luoghi non caratterizzati da particolari pendenze.

Bene, dopo  aver sottolineato le principali differenze esistenti tra fossa biologica Imhoff e fossa biologica tradizionale, occorre mettere in rilievo anche ulteriori aspetti di cui è bene tenere conto: intanto, come prevedono le norme dettate dalla legge per combattere il pericolo di inquinamento del terreno, prima di procedere agli scarichi di fosse biologiche sia Imhoff che tradizionali, si devono consultare delle precise tabelle sugli scarichi, le quali riportano chiaramente  i dovuti parametri igienico-sanitari da rispettare per legge. E’ inoltre necessario ricordare che le vasche di cui abbiamo sino ad ora parlato, oltre ad essere prodotte in polietilene possono essere anche realizzate in cemento: occorre dunque valutare quale materiale possa essere maggiormente indicato secondo i differenti utilizzi e le precise esigenze degli utenti.

Fossa biologica: come eseguirne la manutenzione.

Per permettere alla propria vasca biologica un corretto funzionamento, è fondamentale occuparsi periodicamente di un’accurata manutenzione (indicativamente si tratta di un’operazione da eseguire una volta l’anno, in alcuni casi anche due volte) e tale intervento va senza dubbio affidato a ditte specializzate in fossa biologica in tale settore, le quali solitamente provvedono ad eseguire due operazioni decisamente molto importanti, che sono le seguenti:

1) spurgo e svuotamento: vengono cioè  rimossi per mezzo di particolari apparecchi che hanno il compito di aspirare i depositi solidi accantonati sul fondo della vasca, confluendoli nella discarica autorizzata.

2)rimozione di possibili parti incrostate presenti sia nella vasca e sia nelle tubature con getti di acqua caratterizzati da forte pressione, lavando e igienizzando l’intero sistema.

Inoltre, per eliminare cattivi odori dagli scarichi e mantenere in buone condizioni la propria fossa biologica si può ricorrere all’uso di prodotti specifici come:

Wc Net Fosse Biologiche
Prodotto che non ha bisogno di particolari presentazioni, visto che già noto al grande pubblico. Molti utenti ci confermano la sua efficacia per eliminare i cattivi odori dagli scarichi.

Biofresh Spurgo
Alcuni nostri utenti hanno utilizzato questo attivatore per lo spurgo biologico e sono rimasti tanto sorpresi da scriverci per consigliarcelo. A quanto pare, grazie a una formula contenente microrganismi, enzimi ed elementi nutritivi riesce ad agire con estrema efficacia nella pulizia di scarichi e fosse settiche.

Saratoga Spurgo Biologico Fosse
Del famoso marchio Saratoga, anche questo attivatore per lo spurgo di scarichi e fosse biologiche si basa su di un mix naturale di microrganismi ed enzimi in grado di sciogliere i residui organici presenti negli scarichi. Anche questo è un prodotto che ci sentiamo di consigliare.

NBS Sprang – Trattamento per fosse settiche
Questo trattamento per fosse settiche e impianti di drenaggio è composto da una miscela di enzimi e microrganismi in grado di degradare i rifiuti biologici che si accumulano nei pozzi neri. Utilizzando una bustina al mese si potranno evitare cattivi odori dagli scarichi e la corretta manutenzione della propria fossa biologica sarà assicurata.

Quanto costa una fossa biologica?Fossa biologica

Prezzo vasca biologica tradizionale:

per quanto concerne il costo di una vasca biologica, occorre conoscerne le dimensioni, ma indicativamente il prezzo medio di un elemento in polietilene può andare dai 250 € ai 350 € circa.

Il costo di elemento in calcestruzzo è praticamente il doppio di quello precedente, infatti il suo prezzo può approssimativamente andare dai 550 ai 750 euro circa.

Prezzo vasca biologica Imohff:

una vasca Imohff di contenute dimensioni, con capienza pari a 750 litri,  può costare indicativamente dai 290 € ai 320 €, mentre il prezzo di una vasca Imohff di oltre 2000 litri di capienza, può partire dai 520 € arrivando anche ai 580 €.Fossa biologica

Ricordate però che al prezzo del recipiente,  deve essere ovviamente aggiunto il costo relativo alla manodopera, per cui, per questo genere di installazione è possibile arrivare anche a spendere una cifra di circa 2000/2500 €, ma in alcuni casi si possono anche spendere 3500 € e oltre.

E’ però bene tenere presente che i prezzi possono sensibilmente variare tra le varie Regioni: solitamente al Nord sono più elevati rispetto a quelli riscontrabili al Sud.

Per quanto riguarda i vari costi da sostenere, questo comunque non è tutto: per ciò che concerne la totale cifra da investire per procurarsi una fossa biologica, si deve infatti anche tenere conto dei costi periodici di manutenzione. Generalmente, come abbiamo già precisato in uno dei passi precedenti, si tratta di un procedimento da eseguire una volta l’anno o al massimo due volte, ma tale intervento va comunque stabilito secondo i vari casi: approssimativamente si possono spendere dai 250 € ai 450 € circa, ma si tratta di cifre indicative poiché le tariffe variano secondo la tipologia di manutenzione da eseguire.

Avete dunque intenzione di procurarvi una fossa biologica? Allora iniziate ad annotarvi le dimensioni che dovrà avere lo scavo, poi recatevi presso l’Ufficio tecnico del vostro Comune.

Appena avute le necessarie autorizzazioni, potrete finalmente provvedere ad acquistare la vasca e ad effettuare lo scavo, ma vi raccomandiamo di prestare attenzione: nonostante possiate disporre di una certa abilità in determinati lavori, in questo caso  vi suggeriamo vivamente di evitare le operazioni di ‘fai da te': l’installazione di una fossa biologica, sia tradizionale che Imhoff, rappresenta senza dubbio un intervento particolarmente importante e molto impegnativo, per questo occorre sempre provvedere ad affidarsi solo a ditte competenti e dotate di adeguata esperienza in questo preciso settore. Infine,  un ulteriore consiglio: contattando più ditte presenti nella vostra zona, avrete la possibilità di richiedere senza alcun impegno dei dettagliati preventivi online e potrete così confrontarli avendo l’occasione di risparmiare scegliendo la proposta maggiormente conveniente.

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti