Come togliere la carta da parati: consigli utili

Come togliere la carta da parati? Quali attrezzi servono? Quali sono i costi? Vantaggi, svantaggi e procedimenti messi a confronto.

come togliere la carta da parati
Come togliere la carta da parati: consigli utili
Rating Utenti: 4.5 (227 voti)

 

 

State pensando di ristrutturare casa ma non avete idea di come fare a togliere la vostra carta da parati? Bene, siete capitati nel posto giusto. Di seguito cercheremo di analizzare i passaggi fondamentali e i passi falsi da evitare durante questo procedimento. Una volta esaminato tutto avrete le idee più chiare e, soprattutto, sarete in grado di scegliere consapevolmente.

 

 

Togliere la carta da parati: a cosa fare attenzione

 

Uno degli errori più commessi quando si tratta di togliere la carta da parati è quello di sottovalutare l’ambiente di lavoro. Pensare di agire subito senza prima prepararsi per bene è uno sbaglio che molti fanno. Non organizzarsi preventivamente, infatti, può farvi si risparmiare tempo inizialmente ma, col tempo, si rivelerà essere una delle scelte peggiori che potevate fare.

 

rimozione carta da parati

 

Sporcizie inutili, rischi maggiori e tante seccature, questo quello a cui andrete incontro senza la giusta preparazione. Cosa bisogna fare, perciò, per evitare tutto questo? Prima di tutto isolate l’ambiente. Cercate cioè di proteggere il più possibile gli spazi che non potete coprire con i teli e che, per questo motivo, saranno più esposti rispetto agli altri oggetti presenti nella stanza. Ricordatevi di stendere, per esempio, un panno o un telo sul pavimento per evitare che questo si rovini e coprite le prese elettriche con un buon nastro isolante.

 

Verificate, in fine, la consistenza del vostro muro. Su un muro in mattoni, infatti, sarà possibile usare acqua e prodotti liquidi per la rimozione della carta da parati. Al contrario, se si tratta di un muro in cartongesso, è bene dosare e razionare l’uso di acqua.

 

Questo tipo di materiale, di fatto, non reagisce bene all’umidità e quindi le conseguenze legate all’uso di una quantità eccessiva d’acqua potrebbero essere negative e deleterie per la vostra parete. Fatto attenzione a tutto ciò e prese le dovute precauzioni potete procedere, passando così dalla teoria alla pratica.

 

Togliere la carta da parati: gli attrezzi necessari

 

Quali sono gli attrezzi necessari per la rimozione della carta da parati? I lavori non potranno essere iniziati (e nemmeno ultimati) se prima non vi procurerete l’attrezzatura adatta. Cosa vi serve allora?

 

Prima di tutto acqua, tiepida, né troppo calda quindi e nemmeno troppo fredda. Dopo di che, armatevi di spugna, spatola e carta vetrata. Un taglierino e una caldaia a vapore, inoltre, vi renderanno il compito ancora più facile.

 

Come potete vedere, in realtà, non sono molte le cose di cui avrete bisogno. Questi utensili, inoltre, sono facilmente reperibili in commercio e se scelti con cognizione di causa, qualora decidiate di eseguire i lavori senza ricorrere a dei professionisti esterni, renderanno tutto molto più facile fin dall’inizio.

 

Ecco alcuni dei materiali più venduti per togliere la carta da parati.

 

 

Come togliere la carta da parati

 

Togliere la carta da parati richiede le stesse attenzioni e precauzioni della stesura? Diciamo che, in entrambi i casi, quello che serve è tanta pazienza e tanto olio di gomito. Ciò che conta è non farsi prendere dalla fretta e completare i lavori cercando di essere più precisi possibili.

 

Per la rimozione della carta da parati quello che dovete procurarvi è: acqua calda e aceto (o un qualsiasi altro prodotto solvente), spugna e taglierino. A questi attrezzi, inoltre, dovete aggiungere tutto l’occorrente necessario per preparare il piano lavoro e una macchina a vapore, fondamentale per la rimozione. Il vapore è uno dei metodi classici usati in questo tipo di procedimenti. Facilita il distacco della carta, senza rendervi impossibile l’ultimazione dei lavori.

 

Si tratta tuttavia di un procedimento comunque delicato che, se non eseguito correttamente, potrebbe rovinare le pareti e rendere impraticabile l’operazione di rimozione. Prima di acquistare tutti gli attrezzi necessari, dunque, fatevi consigliare da un esperto e, se possibile chiedete più pareri possibili. Confrontatevi magari con chi questo tipo di lavori li ha già eseguiti.

 

carta da parati vecchia

 

Il materiale della carta, inoltre, influenzerà molto il procedimento di rimozione. Togliere una carta da parati in cellulosa richiederà un intervento diverso rispetto a quello richiesto per una carta da parati in tessuto o in vinile. Capite dunque che gli accorgimenti sono tanti e, se non si ha una buona dimestichezza con questo genere di lavori o non si hanno le giuste conoscenze, il rischio di fare dei danni è praticamente altissimo.

 

Considerando poi i costi ridotti, inoltre, una buona idea potrebbe essere quella di farvi affiancare nei lavori da un esperto. Forse spenderete un po’ di più ma, comunque, sempre meno di quanto sareste costretti a pagare per recuperare ciò che rischiate di rovinare improvvisando.

 

Togliere la carta da parati: a chi rivolgersi

 

Anche se i passaggi sopra elencati possono sembrare semplici, in realtà, quanto detto per la stesura della carta da parati vale anche per la sua rimozione. Rivolgersi ad un professionista, anche in questo caso, potrebbe fare la differenza. Come? Facendovi risparmiare tempo, soldi ed energie.

 

Improvvisarsi esperti, in questi casi, può essere più svantaggioso che mai. Se credete di poter risparmiare facendo tutto da soli, allora vi state sbagliando. Questo non vale ovviamente per chi questo genere di lavori è abituato a farli o li ha già fatti. Per tutti gli altri, invece, è importante non sopravvalutare le proprie capacità.

 

Quello che ci sembra facile, in realtà, può dimostrarsi molto più complicato di quanto immaginate. Se i costi per la rimozione della carta da parati vi sembrano alti provate a pensare a quanto potrebbe costarvi recuperare un muro rovinato o una parete corrosa. Adesso capite che, valutando pro e contro, la scelta migliore rimane quella di affidare i lavori a qualcun altro piuttosto che fare tutto da soli.

 

Togliere la carta da parati: come risparmiare

 

Un modo per risparmiare nei lavori di rimozione della carta da parati c’è ed è semplice. Quello che dovete fare, prima di tutto, è richiedere più preventivi possibili e, solo successivamente (una volta esaminati tutti per bene), decidere a chi affidare i lavori.

 

Quello che vi sembrava conveniente inizialmente, potrebbe non esserlo se paragonato ad altri servizi offerti dalla concorrenza. Cercate dunque di analizzare bene tutte le voci di spesa e, una volta messi tutti a confronto, fate la vostra scelta.

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

         

1 Commento

  1. Se mi permettete vorrei dire che togliere la carta da parati non è poi così semplice come si pensa.

    Togliere la carta da parati è un lavoro molto lungo ma soprattutto da più tempo è attaccata al muro e più sarà difficile toglierla.

    Il materiale indispensabile per togliere la carta da parati:

    – Guanti in lattice

    – Spatole

    – Acqua

    – Rullo

    – Pennello

    – Telo per coprire i pavimenti

    – Solventi per carta da parati

    Ecco come consiglio io di fare per togliere la carta da parati con il fai da te:

    – Coprite i pavimenti della stanza con i teli di plastica onde evitare di sporcarli o rovinarli irrimediabilmente ( vi basta pensare che ho il parquet in tutta la casa )

    – Prendete una bacinella e riempitela con acqua calda

    – Aggiungete un solvente per carta da parati e mescolate bene il tutto

    – Impregnate bene il rullo con il composto appena creato e passatelo su tutta la carta da parati, ricordatevi di premere leggermente contro il muro in modo tale che il solvente penetri nel rivestimento da parete e lo scolli

    – Fate la stessa operazione anche negli angoli, in questo caso utilizzate il pennello

    – Ora lasciate agire la soluzione, non cercate di togliere la carta da parati immediatamente perchè vi si spezzerà subito e la dovrete togliere a pazzettini piccoli

    – Infilatevi i guanti e con spatola alla mano dovrete partire da un angolo e infilarla tra la carta e il muro

    – Iniziate con dei piccoli colpetti per alzare un lembo di carta da parati abbastanza grande, successivamente tiratela facendo attenzione a non strapparla e aiutandovi con la spatola

    – Una volta tolta tutta potrete stuccare, grattare con la carta vetrata e finalmente imbiancare

    Togliere la carta da parati è un lavoro lungo e faticoso ma alla fine – se fatto come ho spiegato – verrà un bel lavoro.

    Un saluto
    Rino Verzanti

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)