Carta da parati in bagno: idee e suggerimenti

Mettere la carta da parati in bagno può essere veramente una scelta di stile. Scopri quale materiale scegliere, i costi e come poter risparmiare.

Carta da parati in bagno: idee e suggerimenti
Carta da parati in bagno: idee e suggerimenti
User Rating: 0 (0 votes)

 

 

Se un tempo era impensabile, oggi invece si può decidere di mettere la carta da parati in bagno, grazie all’utilizzo di materiali innovativi, impermeabili, resistenti e facili da pulire anche in un ambiente umido e difficile come il bagno. Le nuove composizioni plastiche sono inattaccabili da muffe e batteri, respingono la condensa che si forma con l’utilizzo della doccia e sono impermeabili. Vediamo di cosa si tratta e i migliori consigli per la posa della carta da parati in bagno.

 

Perché mettere la carta da parati in bagno?

 

Mettere la carta da parati può essere una valida alternativa per rinnovare il bagno risparmiando, senza dover andare a rimuovere il rivestimento in ceramica esistente. Oggi ci sono soluzioni di materiali impermeabili che ti permettono di realizzare pareti decorative ed eleganti senza farle sembrare dei rattoppi.

 

La carta da parati da sempre viene scelta per il suo alto potere decorativo, rende più belle le stanze in modo semplice e non replicabile dalla tinteggiatura. Ci sono tantissime tipologie di fantasie, per tutti i gusti e le esigenze. Si tratta inoltre di un materiale che dura parecchio, al contrario della tinteggiatura che, anche se ben fatta, dopo alcuni anni va ritoccata. La carta da parati ha una capacità coprente molto più alta rispetto alla pittura, quindi si possono camuffare meglio graffi, buchi e lesioni che non siano di altissima entità. Un muro con la carta da parati poi risulta più lavabile grazie alla struttura liscia del materiale.

 

Per posare la carta da parati è importante che il muro sia pulito e asciutto, devono essere stuccati eventuali buchi, l’applicazione può avvenire sopra alle piastrelle, ma prima deve essere preparata una superficie ben liscia, un fondo rasante.

 

La manutenzione invece ha bisogno di una certa cura e dedizione, è carta e quindi comunque è delicata. Deve essere passata regolarmente l’aspirapolvere oppure una spazzola morbida, una spugna o un panno umido invece possono aiutarti a togliere eventuali macchie, usando un detergente neutro e non aggressivo e strofinando in maniera delicata. Per non lasciare segni quindi è importante non usare troppa forza, anche se la carta da parati è molto resistente è sempre bene non esagerare. Lo stesso vale per i prodotti, meglio evitare quelli abrasivi che possono rovinare il rivestimento della tappezzeria.

 

Un bagno con carta da parati a fiori.

 

Carta da parati in bagno: pro e contro

 

Realizzare un bagno con la carta da parati resta comunque una scelta da valutare bene, nonostante abbiamo detto che i nuovi materiali sono molto resistenti anche in un ambiente di questo tipo. La prima cosa da sapere è che il bagno deve essere adeguatamente ventilato, è importante ci sia almeno una finestra, in caso contrario un aeratore è estremamente necessario.

 

È un’ottima scelta perché propone una varietà di fantasie molto ampia e per tutti i gusti, da quelle floreali a quelle animali, dai motivi più classici ed eleganti a quelli più moderni ed estrosi. È importante ricordare che se il bagno è piccolo allora è bene prediligere carte da parati color pastello o con micro-disegni, altrimenti la stanza si andrebbe a rimpicciolire visivamente.

 

Molti scelgono di abbinare alcune parti di muro dipinte ad altre coperte con la carta da parati e altri materiali come il legno o anche le piastrelle. È un materiale molto versatile e adatto a differenti soluzioni.

 

Carta da parati in bagno: tipologie e materiali

 

Ci sono differenti tipologie di carta da parati che si possono utilizzare per il bagno, ma le principali e più moderne sono quella vinilica e quella in fibra di vetro. La prima è composta da uno strato di carta o di tessuto-non-tessuto ricoperto da un altro di PVC che la rende impermeabile.

 

Si tratta di un materiale resistente e duraturo, lavabile e che si applica in maniera molto semplice, grazie ad un collante speciale che è idrorepellente e fungicida, in grado quindi di evitare la formazione di muffe. Non è adatto alle pareti a contatto diretto con l’acqua, come quelle della doccia o nella vasca da bagno, però è impermeabile e inoltre quella con base in TNT è vellutata al tatto.

 

La carta da parati in fibra di vetro invece è quella più resistente all’acqua perché è ricavata dal vetro e viene applicata al muro con l’apposita colla, dopodiché può anche essere dipinta, proprio come fosse una parete. È inattaccabile sia da batteri che da agenti chimici ed è ignifuga. La fibra di vetro impedisce all’acqua di penetrare nello strato sottostante, in modo che le superfici trattate siano impermeabili.

 

Un bagno con carta da parati di colore azzurro.

 

Carta da parati in bagno: a chi rivolgersi?

 

Se vuoi applicare la carta da parati in bagno quello che ti consigliamo è di rivolgerti a dei veri professionisti del settore. Fai un’analisi e una ricerca delle realtà della tua zona che trattano i migliori materiali, devono avere delle carte da parati di alta qualità, resistenza e durabilità.

 

Devono assolutamente essere impermeabili e non lasciare trapassare umidità, funghi, batteri e muffe. Queste sono le caratteristiche fondamentali per un lavoro ottimale. Non affidarti alla prima azienda che trovi ma fai un’attenta selezione e analisi.

 

Un bagno con carta da parati a motivi geometrici.

 

Posa della carta da parati in bagno: quali i prezzi?

 

Vediamo alcuni prezzi delle tipologie di carta da parati più utilizzate. Si tratta di una media indicativa fatta tra differenti listini.

  • Costo colla per carta da parati (per 30 mq): da 2,00 € a 10,00 €.
  • Costo manodopera posa (al mq): da 2,50 € a 15,00 €.
  • Costo carta da parati in cellulosa (al mq): da 0,50 € a 6,00 €.
  • Costo carta da parati in TNT (al mq): da 0,60 € a 7,00 €.
  • Costo carta da parati sintetica (al mq): da 0,65 € a 8,00 €.
  • Costo carta da parati satinata (al mq): da 0,95 € a 8,50 €.

 

Un bagno con carta da parati a righe.

 

Carta da parati in bagno: come risparmiare?

 

L’unica alternativa davvero valida per poter risparmiare nella scelta della migliore realtà che si occupi della posa della carta da parati in bagno è quella di richiedere alcuni preventivi, in genere ne bastano tre o quattro al massimo. Basta confrontarli per poter fare la propria scelta, che ricadrà su quello che presenta il miglior rapporto tra la qualità e il prezzo.

 

Edilnet.it è il miglior strumento per chiedere preventivi alle migliori aziende della tua zona, ti permetterà di inoltrare la tua richiesta di preventivo in maniera molto rapida e semplice.

 

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti