Climatizzatore portatile o fisso?

Il climatizzatore è ormai diventato un elettrodomestico indispensabile, tuttavia è meglio installare un climatizzatore portatile o fisso? Ecco la risposta!

Climatizzatore fisso o portatile.
Climatizzatore portatile o fisso?
User Rating: 5 (2 votes)

 

Come rinunciare alla comodità dell’aria condizionata nei mesi estivi? Sappiamo tutti però che ha un costo notevole, soprattutto se usata senza parsimonia. Una delle scelte più importanti in questo senso è proprio quella tra un condizionatore fisso o uno portatile. A seconda delle proprie esigenze, è bene scegliere l’apparecchio giusto sia per la funzionalità che per il costo.

 

Climatizzatore portatile: pro e contro

I climatizzatori d’aria portatili offrono una duplice funzionalità: in un solo apparecchio vi sono l’unità evaporante e quella condensante. La comodità è che possono essere spostati, grazie a delle rotelle, nel punto della casa dove ce n’è più bisogno. Si tratta quindi dello stesso identico meccanismo montato sul climatizzatore fisso, ma avviene in un circuito monoblocco e consente quindi di posizionare il dispositivo dove si ha la necessità di rinfrescare l’ambiente.

Anche il climatizzatore d’aria portatile ha bisogno di uno sbocco verso l’esterno, come avviene per quello fisso, per espellere il calore accumulato. In genere quindi prevede un tubo che comunica con l’esterno attraverso un foro nel muro o in una finestra. Esistono anche dei particolari modelli che effettuano il raffreddamento tramite un condensatore interno ad acqua, ma necessitano dell’allacciamento all’impianto idrico domestico, per questo motivo non si possono definire dei veri e propri apparecchi portatili.

I climatizzatori portatili sono sicuramente più economici rispetto a quelli fissi, sono venduti infatti a prezzi accessibili e non prevedono alcun costo di installazione. Inoltre sono degli apparecchi molto versatili, possono essere spostati in qualsiasi stanza dotata di una finestra, ed anche essere riposti, quando non li si utilizza, in un armadio o ripostiglio. Di solito, però, si tratta di apparecchiature abbastanza rumorose rispetto a quelli fissi, producono un ronzio non troppo fastidioso ma comunque udibile. Chiaramente non raggiungono le stesse prestazioni dei climatizzatori fissi a livello di efficienza energetica.

Un climatizzatore portatile.

 

Climatizzatore fisso: pro e contro

Il climatizzatore fisso prevede un’unità interna ed una esterna, collegate da tubi in cui scorre un fluido refrigerante. Per l’installazione generalmente sono necessari dei lavori di muratura, che solitamente devono essere realizzati da un tecnico specializzato, a meno che non si abbia una certa esperienza in materia e si riesca a fare il lavoro autonomamente.

Bisogna comunque considerare alcuni fattori prima di procedere all’installazione del condizionatore fisso. Innanzitutto controllare che sia possibile, se si vive in condominio, o se sono vietati dal regolamento. L’installazione potrebbe essere impedita anche da un regolamento urbanistico. Altro problema potrebbe essere il posizionamento dell’unità esterna: serve una zona non troppo esposta al sole e con uno spazio attorno abbastanza ampio. Anche per quanto riguarda la rumorosità, bisogna tener conto di non installare la parte esterna in modo che possa arrecare eventuale disturbo ai vicini.

Chiaramente l’efficienza energetica dei climatizzatori fissi è superiore rispetto a quella dei modelli portatili, soprattutto per i modelli di classe energetica più alta. L’unità interna è meno rumorosa. Recentemente sono stati inseriti sul mercato anche dei climatizzatori fissi che non prevedono l’unità esterna, eliminando tutti gli svantaggi derivati dalla sua installazione; sono i più costosi che si trovano in commercio e oltretutto sono più rumorosi e meno efficienti.

Un climatizzatore fisso.

 

Climatizzatore portatile o fisso: come scegliere

La prima motivazione di scelta di un climatizzatore portatile piuttosto che di uno fisso è sicuramente per tutti coloro che non possono installare un’unità esterna, per qualsiasi svariato motivo. Quindi la soluzione più economica resta quella di scegliere di dotare la propria abitazione di un climatizzatore portatile per combattere il caldo estivo. Scegliere un modello di climatizzatore portatile chiaramente permette di spostare l’elettrodomestico dove se ne ha più bisogno, rinfrescando gli ambienti in cui è necessario.

In linea generale ci sentiamo di consigliare l’acquisto del condizionatore fisso se volete un modello più silenzioso, che non reca quindi danni per quanto riguarda il rumore. Il grande vantaggio è soprattutto nei costi nel lungo periodo. L’apparecchio fisso infatti permette di risparmiare moltissimo nel corso degli anni, permettendo così di ammortizzare i costi di acquisto e installazione iniziali.

 

Climatizzatori: a chi rivolgersi?

Fatta chiarezza sui costi e le specifiche dei vari climatizzatori presenti sul mercato, fai una ricerca e rivolgiti ai professionisti del settore per indirizzarti nella scelta migliore in base alle tue esigenze, al luogo in cui vivi e alle regole a cui probabilmente ti dovrai attenere.

Non farti prendere dalla fretta, ma prenditi un po’ di tempo per mettere a confronto diversi preventivi e acquistare l’apparecchio migliore sia per le tue tasche che per le tue necessità.

 

Climatizzatori portatili e fissi: come risparmiare

La miglior strategia per risparmiare è sicuramente quella di richiedere più preventivi alle ditte specializzate nel settore e comparare costi e caratteristiche dei climatizzatori portatili e fissi.

Durante la fase di confronto dei vari preventivi, le caratteristiche più importanti a cui bisogna badare sono senza dubbio la potenza, la tecnologia on/off, la classe energetica, la rumorosità, che ti permetteranno di acquistare un apparecchio di alta qualità caratterizzato dal miglior rapporto qualità/prezzo in base alle tue tasche e ai tuoi bisogni.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti