Come funziona un condizionatore: una guida approfondita per capire meglio

Nei mesi estivi molti di noi non riescono a fare a meno dell'aria condizionata che è un toccasana contro il gran caldo...ma come funziona un condizionatore?

Come funziona un condizionatore: una guida approfondita per capire meglio
Rating Utenti: 4.5 (124 voti)

Quando in estate il caldo torrido si fa insopportabile, siamo sicuramente sempre felici di lasciarci accarezzare dalla fresca e piacevole aria condizionata! Li troviamo spesso accesi nei grandi magazzini, nelle case, negli uffici e sui mezzi pubblici: i condizionatori sono davvero una gran bella invenzione, da utilizzare ovviamente in maniera corretta e senza mai esagerare con temperature eccessivamente basse! Un condizionatore d’aria è infatti il sogno di molti: portatile, inverter, a pompa di calore…insomma, quando le giornate estive sono torride, rappresenta davvero una piacevolissima soluzione per un gradevole benessere.

 

Un elegante condizionatore di ultima generazione

 

 

 

Condizionatore fisso installato

 

Se ne discute spesso, magari confrontando dimensioni, marche e prezzi, oppure per capire quanto consuma l’elemento che si intende installare…ma quanti sono coloro che si chiedono ”come funziona un condizionatore d’aria?” Sicuramente alcuni ne sono perfettamente al corrente, ma altri possono esserne totalmente all’oscuro, quindi cercheremo di spiegarlo brevemente ma in maniera chiara in questo articolo.

 

Condizionatore in funzione

 

Qual è il principio di funzionamento di un condizionatore?

 

Un condizionatore d’aria non crea aria fredda, ma piuttosto rimuove il calore dall’aria. Questo processo è basato sul principio della refrigerazione, che è fondamentalmente un processo di trasferimento di calore da una zona a un’altra.

 

Il ciclo di refrigerazione

 

Il cuore del condizionatore è il ciclo di refrigerazione, un processo che coinvolge un refrigerante, un fluido speciale che può facilmente passare da uno stato gassoso a uno liquido. Questo ciclo comprende quattro fasi principali: evaporazione, compressione, condensazione e espansione.

 

Come funziona un condizionatore?

 

Un condizionatore d’aria funziona sia mettendo in pratica determinate regole aerodinamiche e sia grazie all’impiego del Freon, che è semplicemente un un gas di tipo ‘ nobile’:si tratta di un genere di gas che in seguito ad una compressione si riscalda; appena si raffredda esso diviene liquido.

 

Tale gas riesce a ad aumentare di temperatura in maniera incredibile, riuscendo a passare da di 12 a 80°C: come già detto precedentemente, dopo il processo di raffreddamento diventa liquido e poi freddissimo.

 

Com’è fatto un condizionatore?

 

Ventola di condizionatore

 

Generalmente il condizionatore d’aria è formato da una componente che rimane dentro ad un ambiente e una che viene collocata esternamente, ma esse vengono collegate l’una all’altra da appositi tubi di rame necessari per il passaggio del gas e inoltre sono presenti dei fili elettrici.

 

La parte che resta all’interno contiene due elementi: uno scambiatore di calore ed un ventilatore. Quella sistemata all’aperto oltre a questi due elementi ne contiene anche un terzo: un compressore.

 

Ma vediamo ora di spiegare come funziona un condizionatore: il compressore, lo dice anche il nome, ha la funzione di comprime il Freon, mentre lo scambiatore provvede a cedere internamente il freddo all’aria; esternamente, lo scambiatore si occupa invece di far uscire il calore eliminato dall’aria presente nell’interno dell’abitazione.

 

Quali sono i componenti chiave di un condizionatore?

 

Un condizionatore è costituito da varie parti, ognuna con un ruolo specifico nel processo di raffreddamento dell’aria.

 

Compressore

 

Il compressore è responsabile della compressione del refrigerante, che viene poi riscaldato e convertito in un gas ad alta pressione.

 

Condensatore

 

Il condensatore raffredda il gas ad alta pressione. Durante questo processo, il refrigerante perde calore e si condensa in un liquido.

 

Valvola di espansione

 

 

La valvola di espansione riduce la pressione del refrigerante liquido, causandone la vaporizzazione e la trasformazione in gas a bassa pressione.

 

Evaporatore

 

Nell’evaporatore, il refrigerante assorbe calore e si trasforma nuovamente in gas, raffreddando così l’aria intorno.

 

Quante tipologie di condizionatori esistono?

 

Condizionatore installato a soffitto

 

Come già accennato nella parte iniziale, ne esistono di diversi generi, e alcuni modelli sono recentissimi: per fare un semplice esempio, il condizionatore con tecnologia inverter è uno dei più moderni, ma è anche molto costoso, quindi chi sceglie di risparmiare deve optare per elementi tradizionali e caratterizzati da costi inferiori. Detto questo: esistono vari tipi di condizionatori, tra cui i condizionatori split, i condizionatori monoblocco, e i condizionatori portatili. Ogni tipo ha le proprie caratteristiche, vantaggi e svantaggi.

 

E’ comunque consigliabile consultarsi con il rivenditore di fiducia che saprà suggerire con professionalità il modello più adatto alle proprie esigenze e capirete quale condizionatore scegliere.

 

Per il montaggio è sempre meglio evitare il ‘fai da te’, potete dare un’occhiata ai consigli sull’installazione, ma è bene chiedere qualche preventivo ad alcune ditte di zona, anche per avere un regolare servizio di manutenzione: si tratta di un intervento periodico necessario per poter disporre di un corretto funzionamento ed una buona durata del condizionatore. Confrontando le offerte potrete scegliere la migliore e riuscirete a risparmiare!

 

Ecco alcuni dei migliori condizionatori (in offerta) che hanno ricevuto ottime recensioni e che possiamo acquistare online – con spedizione gratuita e non:

 

 

Come fare la manutenzione ad un condizionatore?

 

Un condizionatore ben mantenuto non solo garantisce un funzionamento efficiente, ma può anche prolungare la durata del dispositivo, migliorare la qualità dell’aria e risparmiare energia. In questo paragrafo, esploreremo le diverse pratiche di manutenzione del condizionatore che possono aiutarti a ottenere il massimo dal tuo dispositivo.

 

Vecchio condizionatore rotto, bianco, arrugginito e rovinato.

 

Importanza della Manutenzione del Condizionatore

 

Prima di tutto, capire l’importanza della manutenzione del condizionatore può essere un forte incentivo per implementare queste pratiche. La manutenzione regolare può prevenire guasti prematuri, mantenere l’efficienza energetica e migliorare la qualità dell’aria interna. Inoltre, può aiutarti a risparmiare denaro evitando costose riparazioni o sostituzioni.

 

Pulizia dei Filtri

 

Uno dei compiti più importanti nella manutenzione del condizionatore è la pulizia dei filtri. I filtri sporchi o intasati possono ridurre l’efficienza del tuo condizionatore e influenzare negativamente la qualità dell’aria. Per la maggior parte dei modelli, i filtri dovrebbero essere puliti o sostituiti ogni 1-3 mesi durante la stagione di raffreddamento.

 

Verifica dei Tubi di Drenaggio

 

Un altro aspetto fondamentale della manutenzione del condizionatore è la verifica dei tubi di drenaggio. Se questi tubi sono intasati, l’umidità non può essere drenata correttamente, il che può portare a problemi come la muffa o persino danni all’acqua.

 

Ricarica del Refrigerante

 

Il refrigerante è il fluido che assorbe il calore dall’aria interna. Se il livello del refrigerante è troppo basso, il condizionatore non sarà in grado di raffreddare l’aria efficacemente. Se sospetti che il tuo condizionatore abbia bisogno di una ricarica del refrigerante, è consigliabile farlo controllare da un professionista.

 

Manutenzione delle Unità Esterne

 

Le unità esterne del condizionatore, come il condensatore e il compressore, dovrebbero essere pulite regolarmente per rimuovere sporco, detriti e foglie che possono ostacolare il flusso d’aria e ridurre l’efficienza.

 

Controllo dei Componenti Elettrici

 

È importante controllare regolarmente i componenti elettrici del condizionatore, come i contatti del relè e i collegamenti del cavo, per assicurarsi che siano in buone condizioni di funzionamento. Anche in questo caso, è consigliabile fare eseguire questi controlli da un professionista.

 

Programmare una Ispezione Professionale

 

E’ consigliabile programmare una ispezione professionale del tuo condizionatore almeno una volta all’anno. Un tecnico qualificato sarà in grado di identificare e risolvere potenziali problemi prima che si trasformino in guasti costosi.

 

La manutenzione regolare del tuo condizionatore può portare a un funzionamento più efficiente, una maggiore durata del dispositivo e un migliore comfort domestico. Ricorda che, mentre alcune pratiche di manutenzione possono essere eseguite da te stesso, altre dovrebbero essere lasciate a un professionista qualificato nella manutenzione di condizionatori.

 

 

Richiedi un preventivo online! (✔ gratis e senza registrazione)

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Carmine
8 anni fa

Il mio condizionatore aveva delle piccole perdite di acqua, leggendo ho capito che forse il tubo di scarico della condensa aveva qualche problema, ho contattato il tecnico che mi aveva fatto l’ installazione là anno scorso e in effetti il tubbo si era otturato con del fogliame e non riusciva a scaricare l’ acqua, il tecnico mi ha anche detto che il tubo di scarico e’ una delle cose piu’ importanti per il regolare funzionamento del condizionatore.

Assistenza condizionatori Roma
4 anni fa

Premetto che sono uno del mestiere e vorrei aggiungere due considerazioni.
Nelle calde giornate estive, il sistema di condizionamento d’aria è il benvenuto per ottenere una temperatura confortevole e un buon livello di comfort.
In caso di temperatura costante intorno ai trenta gradi, la casa diventa calda e l’aria non piacevole. L’apertura delle porte e delle finestre ha un effetto limitato, e l’utilizzo di ventilatori ha un elevato consumo elettrico. I moderni impianti di condizionamento d’aria sono la soluzione ottimale, e non solo per il controllo della temperatura. La maggior parte dei dispositivi recenti sono dotati di sistemi di filtraggio, in modo che l’aria sia costantemente purificata della polvere, dal polline e da altri inquinanti. Per le persone con malattie respiratorie, l’aria condizionata è in grado di fornire un valido aiuto. Inoltre, alcuni sistemi hanno una funzione di umidificazione e deumidificazione con cui si può facilmente ottenere il livello di umidità desiderato.

Qualunque sia la vostra scelta, assicuratevi che l’installazione avvenga in un locale fresco e da un installatore certificato e qualificato. L’alimentazione corretta è importante per garantire prestazioni ottimali, e limitare i consumi. Al momento dell’acquisto, prestate attenzione all’etichetta energetica: i sistemi di condizionamento d’aria sono suddivisi in classi energetiche differenti da A a G. A + + è la classe più efficiente ed economica. Inoltre, ogni sistema deve avere il marchio CE. La manutenzione annuale è la base per un funzionamento continuo e sicuro.
Spero di essere stato chiaro. Saluti
Roberto – Assistenza condizionatori Roma

Rosa Cinetti
1 anno fa

Ciao a tutti voi del Blog di Edilnet! Sono Rosa Cinetti e desidero condividere con voi la mia esperienza positiva sull’utilizzo oculato di un condizionatore d’aria. Durante l’estate, quando le temperature diventano insopportabili, sono grata per la possibilità di godere dell’aria fresca e confortevole fornita dal condizionatore.

Ho imparato l’importanza di utilizzarlo in modo responsabile e consapevole, evitando di esagerare con temperature eccessivamente basse. Questa consapevolezza è nata da una mia esperienza personale. In passato, ho commesso l’errore di impostare il condizionatore a temperature molto basse per raffreddare rapidamente l’ambiente.

Tuttavia, mi sono resa conto che questo non solo comportava un consumo energetico elevato, ma poteva anche causare fastidi come mal di gola o sensazioni di freddo eccessivo. Ho quindi imparato a impostare la temperatura a un livello confortevole, che mi permette di rilassarmi e sentirsi bene senza esagerare. Inoltre, ho scoperto che è utile programmare il condizionatore per accendersi e spegnersi in determinati orari, in modo da evitare di lasciarlo acceso quando non è necessario.

Questo mi ha aiutato a risparmiare energia e a mantenere un equilibrio tra comfort e sostenibilità. Quindi, se state pensando di installare un condizionatore d’aria, vi consiglio vivamente di utilizzarlo in modo responsabile, considerando l’efficienza energetica e il vostro benessere. Una gestione oculata del condizionatore vi permetterà di godere di un ambiente fresco e piacevole durante le calde giornate estive, senza rinunciare a una visione sostenibile e responsabile.

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)

Available for Amazon Prime