Camino a pellet: cosa sapere

Camino a pellet: cosa sapere. Come funziona, quali sono i vantaggi del camino a pellet e come si installa.

camino a pellet cosa sapere
Camino a pellet: cosa sapere
User Rating: 5 (3 votes)

Il camino a pellet è una valida alternativa al tradizionale caminetto a legna: valida, non solo dal punto di vista economico, ma anche dell’efficienza energetica desiderata e quindi della massima ottimizzazione dei consumi e del giusto ed agognato rapporto tra qualità e prezzo. Ecco le caratteristiche principali dei camini a pellet, come funzionano, come si installano e si puliscono, e quali sono i costi.

 

 

Camino a pellet: cosa è

Un tempo si era soliti utilizzare, per il riscaldamento delle case e degli ambienti, prodotti di diversa entità e natura, come ad esempio il camino o la tradizionale stufa a legna: era sicuramente un’epoca in cui era molto più semplice ottenere la legna, ed ovviamente era anche un’epoca durante la quale non si prestava una grande ed effettiva attenzione alle necessità ecologiche ed economiche.

 

caminetto a pellet

Oggi, la società spesso e sempre di più ci impone di guardare in maniera differente al consumo di risorse e di energia: una sempre più elevata sensibilizzazione verso questi elementi, ad esempio, ci fa capire quanto sia importante utilizzare prodotti innovativi, ad alta efficienza energetica e quindi dotati di grandi ed elevate possibilità anche di risparmio, oltre che di rapporto adeguato tra qualità e prezzo.

Tra i prodotti di grande uso che da qualche tempo stanno sempre di più entrando nelle nostre case, al giorno d’oggi possiamo proprio ricordare il camino a pellet: un tipo di caminetto che è sicuramente molto simile al tradizionale camino a legna, per quel che riguarda le caratteristiche estetiche ed il design ma anche per quel che riguarda il funzionamento.

Il camino a pellet è quindi un elemento per il riscaldamento di ultimissima generazione. Esso fa uso proprio del pellet, appunto, che è in genere un tipo di combustibile innovativo ma di origine del tutto naturale: ad oggi, esso è sicuramente molto più in uso dei camini tradizionali o delle classiche stufe a legna, per una serie di vantaggi che possiamo definire di tipo economico, energetico, ma anche di gestione delle risorse.

 

Camino a pellet: caratteristiche

Questo tipo di camino è sostanzialmente dotato di una serie di caratteristiche positive che possiamo definire vantaggiose per chi fa uso di questo prodotto per riscaldare un ambiente domestico o comunque anche un ambiente commerciale oppure un locale. Tra i vantaggi di questo prodotto ricordiamo, appunto:

  • Efficienza ecologica, grazie d una scarsissima produzione di anidride carbonica pari quasi allo zero, e quindi nessuna emissione di componente gassosa.
  • Rispetto dell’ambiente e delle risorse disponibili, grazie al fatto che il camino a pellet consuma delle risorse rinnovabili e quindi non fa male al pianeta o alle risorse che esso rende disponibili e che purtroppo, come sappiamo, non sono inesauribili. Non c’è pertanto neanche l’esigenza di abbattere nuovi alberi perché il pellet è composto dagli scarti di altre lavorazioni.
  • Efficienza economica, perché visto che il pellet è un composto naturale prodotto da altre lavorazioni, non c’è l’aspetto negativo eventualmente legato al dover spendere altre risorse economiche per l’abbattimento degli alberi. Esso è anche molto economico anche per quel che riguarda il dispendio energetico, in quanto è molto efficiente ed è del tutto in grado di riscaldare in maniera molto semplice ed efficace.
  • Nessun problema di stoccaggio, perché è molto compatto e quindi, rispetto alla legna, richiede uno spazio minore, a parità di efficacia.
  • Produzione di cenere molto ridotta, e quindi anche più semplice da pulire.

 

Camino a pellet: le tipologie

Esistono in commercio svariate tipologie di questi prodotti, che possono chiaramente comportare differenze estetiche ed anche di costo effettivo del camino. Così, quando si parla di differenze si parla, ad esempio, di effettive differenze tra:

  • Camino ad aria, in grado quindi di aspirare aria dall’ambiente e quindi di riscaldare lo spazio. In genere, questa tipologia di camino, per quanto efficace, non è indicato nel caso in cui si voglia riscaldare un ambiente molto grande ovvero composto da più stanze, perché esso è in grado di riscaldare solo la stanza in cui è collocato. Può essere comunque la giusta soluzione per chi ha un monolocale o un bilocale, o comunque una casa molto piccola ed al massimo dotata di due stanze.
  • Camino ad acqua, di potenza termica sicuramente più alta perché rispetto all’altra tipologia di cui abbiamo parlato, si tratta d un camino in grado di riscaldare anche gli ambienti contigui o comunque vicini a quelli in cui è situato il caminetto. Il funzionamento però è ben diverso dal precedente, perché in questo caso il camino riscalda acqua, e non aria, che viene addotta ai termosifoni.

 

Come installare un camino a pellet

Il camino a pellet funziona, a livello strutturale e quindi per quel che riguarda la sua installazione, proprio come se fosse un camino a legna. E quindi questo significa che esso necessita non solo di allacci – dal momento in cui esso funziona per mezzo dell’elettricità – ma anche dell’installazione di una canna fumaria: per la sua installazione è quindi necessario l’intervento di un tecnico.

 

pellet biocombustibile

L’intervento del tecnico specializzato ed esperto è peraltro anche molto importante nel caso in cui vi sia un guasto.

In ogni caso, è bene, prima di installare un camino a pellet, acquistare un inserto prefabbricato. Dopo questo passaggio potrà essere quindi necessario acquistare ed implementare i vari materiali utili, come ad esempio i mattoni sui quali andrà posizionato il camino, la malta cementizia, ed infine il posizionamento del camino su questa base. Poi, andranno effettuati i collegamenti della canna fumaria e dl cavo di alimentazione elettrica.

 

Come pulire un camino a pellet

Il camino a pellet comporta delle effettive basse spese di gestione, in quanto non richiede una manutenzione importante. Inoltre, il pellet, come abbiamo anticipato, è un combustibile naturale che viene prodotto dagli scarti di lavorazione e pertanto esso non richiede, inoltre, una pulizia davvero importante anche perché esso non comporta produzione di odori o di cenere.

Una semplice pulizia della canna fumaria ed una ordinaria igiene del camino potranno essere le uniche accortezze a cui fare riferimento: come detto, quindi, si tratta di un prodotto che non solo rappresenta un risparmio economico, che proviene dalla natura, ma anche di un risparmio di tempo dovuto alle scarse necessità di pulizia e di manutenzione.

 

Camino a pellet: quali i prezzi

I prezzi di un camino a pellet sono, ovviamente, variabili: e questo varia soprattutto in funzione di alcuni elementi che possono determinare le differenze specifiche.

Tra di essi ricordiamo, ad esempio:

  • La dimensione del camino.
  • Il fatto che esso possa essere inserito in un blocco preesistente oppure che vada effettuato un nuovo blocco, ovvero un nuovo inserto.
  • La tipologia del prodotto dal punto di vista estetico e del design.
  • Il fatto che il camino a pellet possa essere con funzionamento ad aria, oppure con funzionamento ad acqua. In questo secondo caso, ovviamente, il costo è più elevato.

I prezzi del camino a pellet possono variare, da un minimo di 200,00 euro, fino anche a 2000,00 o 3000,00 euro per prodotti di elevata efficienza qualitativa e di riscaldamento.

 

Camino a pellet: come risparmiare

Il risparmio è dovuto principalmente a due fattori: il primo è il fatto che il pellet è senza dubbio un materiale più economico, oltre che più efficiente dal punto di vista del rispetto dell’ecologia e dell’ambiente, rispetto al legno. E questo significa che ad un minor consumo si può senza dubbio associare un maggior ottenimento di calore e un minore dispendio di soldi oltre che di energia.

Un altro punto che permette di risparmiare, e sul quale occorre approfondire, è quello che riguarda la necessità di richiedere più preventivi e consulti, in maniera da essere certi di trovare sempre la soluzione giusta ed in grado di fornire il massimo rapporto tra la qualità del prodotto ed il prezzo. Solo chiedendo più preventivi ad aziende diverse si può infatti essere certi di fare le giuste valutazioni e di prendere, quindi, anche la giusta decisione.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti