Parete di mattoni: come si costruisce e quali sono i costi

Le pareti possono essere portanti ma anche solo divisorie o decorative. La soluzione della parete di mattoni risulta molto suggestiva oltre che pratica.

Parete di mattoni: come si costruisce e quali sono i costi
Parete di mattoni: come si costruisce e quali sono i costi
Rating Utenti: 4.5 (46 voti)

pulsante

Se vi state chiedendo come si costruisce una parete di mattoni e quanto costa realizzare il lavoro, qui troverete consigli sul da farsi e su come riuscire a risparmiare, confrontando più preventivi.

 

parete in mattoni in fase di esecuzione

Parete in mattoni in fase di esecuzione

I muri non devono sempre essere portanti. Possono facilmente diventare pareti divisorie o semplicemente strutture decorative, anche per l’esterno come recinzioni o altro. Molto suggestiva è la parete di mattoni.

 

Laddove sia possibile realizzarlo, si consiglia di costruire il muro provvisto di fondazioni visto che conferiscono maggiore stabilità; altrimenti, anche poggiarlo al suolo può essere sufficiente.

 

Come preparare la realizzazione di una parete di mattoni provvista di fondamenta?

 

  1. Cominciare con lo smantellare il pavimento lungo il tratto dove si prevede che poggerà la parete di mattoni e togliere lo strato di finitura superficiale (mattonelle, piastrelle, pavimenti vari…).

  2. Bisognerà scavare anche i materiali di riempimento o isolanti e la soletta in calcestruzzo.

  3. Preparare anche la base cementizia che sarà la base dove poggerà la parete di mattoni e questa può essere composta da 1/3 cemento e 2/3 sabbia. Non dimenticate di bagnare bene la soletta di calcestruzzo prima di iniziare I lavori.

  4. Procedete con la malta che dovrà essere stesa e lisciata fino a raggiungere uno spessore di 5 cm.

  5. Fate asciugare per almeno 48 ore prima di iniziare la costruzione vera e propria della parete di mattoni. Nel frattempo, fate i dovuti controlli per assicurarvi che sia tutto in ordine per cominciare. Controllate bene il livellamento con strumenti adatti (livella, o in mancanza una tavoletta di legno è sufficiente). Fate segni di riferimento sugli eventuali muri verticali ai quali andrà a poggiare la struttura nuova prevedendo l’ingombro tra altezza e spessore. Cominciate a rimuovere l’intonaco da quelle pareti quanto basta per legarle a quella nuova. Servirà lo spazio per i mattoni! Eseguite ognuna di queste operazioni con cura e precisione.

  6. Iniziate con la costruzione della parete di mattoni per la quale potrete usare vari tipi di mattoni. Badate bene che la loro scelta influenzerà la complessità dell’esecuzione, ma anche la solidità del prodotto finale.

  7. Bagnate bene i mattoni anche immergendoli completamente prima di posizionarli, non dimenticate di disporre una guida, molto importante per motivi di precisione.

 

 

L’atto pratico della costruzione della parete di mattoni può differire a seconda della sua posizione in interno o in esterno e del desiderio che i mattoni rimangano a vista o che debbano essere intonacati successivamente. Nel primo caso la precisione è d’obbligo mentre nel secondo non sarà necessaria.


 

Costruzione della parete di mattoni

 

Interessante come parete divisoria o come colonna decorativa, la parete di mattoni è molto versatile negli ambienti interni. Anche in esterno la parete di mattoni è molto versatile e può essere usata come recinzione, delimitazione di zone da giardino o anche strutture artistiche molto estetiche.

  • Preparate un legante che potrà essere una malta composta da 1/5 di calce grassa e 4/5 di sabbia.
  • Applicate uno strato di malta con una cazzuola. Fungerà da fondazione e sarà di poco meno larga della parete di mattoni prevista e spessa circa 1,5 cm.
  • Posizionate i primi mattoni applicando sempre la malta sia tra di essi che sopra di essi una volta finita la fila.
  • La seconda fila di mattoni dovrà essere sfalsata rispetto alla prima e cosi via…
  • Arrivati al congiungimento del muro di spalla sul quale poggerà eventualmente la parete di mattoni, si potrà scegliere se smantellare abbastanza l’intonaco da farci entrare il mattone in modo che la parete di mattoni sia più saldamente ancorata al muro di spalla o se limitarsi a tagliare il mattone a metà e farlo poggiare direttamente.

 

Accortezze ulteriori

 

Questa tipologia di lavoro non necessita di alcuna richiesta di autorizzazione da parte del Comune, ma non bisogna trascurare i rapporti di aerazione e di illuminazione che sono comunque previsti dalla legge.

In tutti i casi la costruzione di una parete di mattoni necessita sempre che si abbia una conoscenza di come distribuire correttamente anche peso e forze. Bisogna tenerne conto perché la parete di mattoni potrebbe facilmente superare il massimo consentito se collocata parallelamente alla pignatta della soletta.

Per questi motivi e per garantire il raggiungimento di un risultato ottimale, consigliamo sempre l’intervento di professionisti specializzati nella realizzazione di muri di mattoni.

 

Quanto costa costruire una parete di mattoni?

 

Il costo varia a seconda del tipo di mattone che userete. La differenza non è molta, ma abbastanza da accorgersene con dimensioni superiori. Ecco qualche esempio:

  • mattoni pieni: 26.40 € / mq
  • mattoni a tre fori: 20.80 € / mq
  • mattoni a sei fori : 22.70 € / mq

 

La manodopera costerà dai 50,00 € ai 100,00 € alla giornata / persona, il prezzo varia da professionista a professionista.

 

La cosa migliore da fare per riuscire a risparmiare è chiedere più preventivi gratuiti e senza impegno alle ditte della vostra zona. Confrontando le offerte potrete scegliere la più economica e quella che più al caso vostro!

 

parete di mattoni

 

 

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.

Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

1 Commento

  1. Collaborando con Edilnet, aggiungo delle considerazioni sui materiali utilizzati per le pareti.

    Nelle costruzioni tradizionali, molte pareti esterne ed interne sono costruite in pietra o mattoni. Le opzioni sono moltissime, dalla facciata in mattoni, ai blocchi di cemento, alla pietra calcarea, ai blocchi di calcestruzzo cellulare. Alcuni materiali sono utilizzati solo per le facciate, altri anche per le pareti interne. Ogni materiale ha caratteristiche che devono essere conosciute bene per capire dove può essere impiegato con maggiore efficienza. La facciata verso la strada per esempio, richiede in genere un materiale con buone qualità estetiche, a differenza dei materiali per le pareti interne, che rimangono invisibili perché di solito sono rivestiti. I muri portanti, interni o esterni, richiedono un materiale in grado di esercitare la sua funzione portante. La capacità termica di isolamento delle pareti esterne è un altro fattore importante da considerare.

    – I mattoni

    Ogni tipo di mattone ha le sue qualità intrinseche e caratteristiche. I mattoni sono molto stabili e durevoli, e resistono al fuoco in modo efficace. Sono fatti di argilla, che è una materia prima abbondante, e sono completamente riciclabili. Le cave e i siti minerari sono in genere vicini, cosa che evita il trasporto della materie prime su lunghe distanze, e genera un effetto positivo sulla qualità ecologiche di questo prodotto.

    L’inerzia termica del mattone permette di accumulare il calore del sole durante il giorno, e di rilasciarlo quando la temperatura scende. Questo consente di evitare sbalzi di temperatura, e di risparmiare qualche grado in riscaldamento o condizionamento. I mattoni hanno una capacità di isolamento generale, sia in termini termici che acustici.

    – I blocchi di calcestruzzo cellulare

    Costruire un muro forte e ben isolato, ma in modo più facile e veloce del mattone: è per rispondere a questa domanda che è stato sviluppato il calcestruzzo cellulare, un materiale pieno di piccole bolle d’aria che offre la grande caratteristica di ridurre sia i costi di costruzione che quelli energetici.

    Il calcestruzzo aerato è il nuovo materiale ad alta efficienza energetica per la costruzione e ristrutturazione. Le pareti di calcestruzzo aerato sono isolate e generano un piacevole calore all’interno della casa riducendo i costi energetici.

    Il calcestruzzo aerato è la moderna alternativa alle tradizionali pareti singole o doppie con isolamento “a sandwich”. Nel calcestruzzo cellulare sono imprigionate milioni di minuscole bolle d’aria . Questi blocchi si oppongono efficacemente alla perdita di calore in inverno, ma anche alla penetrazione del calore in estate.

    Il costo maggiore dei blocchi di calcestruzzo cellulare è in gran parte compensato durante la fase di costruzione, che è più breve. Inoltre, non occorre comprare ulteriore materiale isolante.

    Il calcestruzzo poroso deve il suo nome al processo di produzione che impiega polvere di alluminio. Questa divide il calcestruzzo in milioni di piccole celle. Il principio è semplice: al solito mix di sabbia, calcare e acqua, viene aggiunta della polvere d’alluminio. Questa che ne provoca la fermentazione, come una torta, e crea milioni di piccole bolle d’aria che hanno moltiplicano il volume del materiale fino a cinque, con il risultato di blocchi a migliore resistenza ed isolamento.

    Spero di aver aggiunto qualche precisazione importante sui materiali.

    Un saluto
    Emiliano R. | Edil Tecno (RM)

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE!

Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)