Pietra serena: cosa sapere

Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla Pietra Serena: caratteristiche, tipologie, utilizzi, zone di estrazione, trattamenti impermeabilizzanti e prezzi.

pietra serena cosa sapere
Pietra serena: cosa sapere
User Rating: 4.1 (6 votes)

La Pietra Serena è un materiale da costruzione impiegato anche per le decorazioni degli spazi interni ed esterni. SI caratterizza per l’impatto estetico, che è notevolissimo e quasi capace di eguagliare quello del marmo. In questo articolo offriremo una panoramica sulla Pietra Serena, descrivendo le caratteristiche e le tecnologie, gli accorgimenti per impermeabilizzarla, gli impieghi e i prezzi.

 

Pietra Serena: cos’è

La pietra serena è una arenaria tendente al grigio impiegata nell’edilizia e nella scultura. E’ un materiale che fa parte della tradizione toscana, e nello specifico fiorentina. Poco utilizzata per le opere in muratura, per le quali, in virtù della sua eleganza, sarebbe sprecata, è invece considerata uno dei materiali di elezione per l’arredamento artistico e per la creazione di elementi decorativi come colonne, cornici e costoloni.

La resa estetica della pietra serena è ottima, quasi al livello del marmo. Tuttavia, ha un punto debole: la scarsa resistenza agli agenti atmosferici, in particolare pioggia o neve. Se non si adottano alcuni specifici accorgimenti, come l’impermeabilizzazione, e l’opera in pietra serena è posizionata all’esterno e non al riparo, potrebbe essere necessaria una sostituzione già dopo poche decine di anni.

pietra serena grana fine

 

Pietra serena: caratteristiche

Esistono varie tipologie di pietra serena. Prima di affrontarle una ad una, però, è bene precisare quali siano gli elementi in comune tra tutte le varianti. Tutte le “pietre serene”, a prescindere dalla tipologia, si presentano come arenaria dalla granulometria medio-fine e grossa. La trama della pietra è omogenea, sebbene si apprezzino alcuni punti lucenti in corrispondenza delle scagliette di mica (una classe di minerali fillosilicati cristallizzati). Il carico di rottura perpendicolare è buono ma non eccezionale, pari a 700 kg per cm quadrato. Per tale motivo, come già anticipato, viene raramente impiegata per le opere in muratura.

Ecco le tipologie di pietra serena e le loro caratteristiche principali.

  • Pietra Serena standard. E’ la varietà più diffusa e si trova in natura con relativa facilità. La grana è media, con sembianze di cemento argilloso e calcareo. Nella maggioranza dei casi è molto geliva (si disgrega facilmente in caso di fortissima escursione termica).
  • Pietra Serena Gentile. E’ la varietà più apprezzata in quanto capace di offrire il migliore impatto estetico. La grana è finissima, la sua conformazione richiama il cemento argilloso. Molto utilizzata nelle sculture, è suscettibile agli agenti atmosferici. Pertanto, viene impiegata esclusivamente nella decorazione degli interni.
  • Pietra Serena Granitello. E’ l’unica variante che può essere utilizzata anche nelle opere in muratura: la grana è grossa, la sua conformazione richiama il cemento calcitico. E’ piuttosto rara.

 

Pietra serena: quando si usa

La Pietra Serena vanta una tradizione quasi millenaria. Nel corso dei secoli, e fino all’epoca moderna, è stata impiegata nella realizzazione di:

  • Sculture. In questo caso, è sempre stata utilizzata la variante Gentile, in quanto la presenza di grana estremamente fine consente di riprodurre molti dettagli e determina una certa facilità di manipolazione. Lo stato dell’arte dell’utilizzo della pietra serena in scultura è rappresentato dal Marzocco e dell’Annunciazione, entrambi scolpiti da Donatello.
  • Architettura d’esterni: la pietra serena, nella sua variante standard, è utilizzata per decorare le facciate con bassorilievi e capitelli. La massima espressione della pietra serena in architettura esterna è rappresentata dal loggiato degli Uffizi di Firenze e di piazza Santissima Annunziata, dalla chiesa di San Giovannino degli Scolopi, dai bugnati delle facciate dei palazzi realizzati dal famoso architetto Giuseppe Poggi (vissuto nell’Ottocento).
  • Pavimentazioni interne e scale. La pietra serena garantisce un impatto estetico unico e tutto l’effetto della pietra naturale.
  • Pavimentazioni esterne e opere in muratura. Per questo genere di opere, viene impiegato esclusivamente il Granitello, unico tipo di pietra serena in grado di resistere alle intemperie. A tal proposito, si segnalano le pavimentazioni dei più importanti centri storici toscani (Firenze, Siena, Arezzo etc.).

 

Pietra Serena: dove si estrae

Le principali zone di estrazione sono:

  • Nord di Firenze. Nello specifico nelle località di Firenzuola, Fiesole, Vincigliata, Settignano, Valle del Mugnone e altre a settentrione del capoluogo fiorentino. Qui si estraggono le varianti dalla grana media e della grana fine.
  • Sud-ovest di Firenze. Nello specifico nelle località di Gonfalina, Lastra a Signa, Montebuoni, Tavarmuzze, Monte Orsaro, Monte Albano, Monte Centona. Qui si estrae la variante con grana grossa.
  • Vellano. Sita nel comune di Pescia (PT), un tempo ospitava una decina di cave. Tuttavia, attualmente è attiva solo una.

La stragrande maggioranza della pietra serena, comunque, viene estratta a Firenzuola, da dove provengono circa 50.000 metri cubi di materiale all’anno.

 

Come impermeabilizzare la Pietra Serena

La pietra serena va impermeabilizzata in quanto la sua composizione la rende piuttosto suscettibile all’azione dell’acqua e, in generale, dei liquidi. Questa necessità è sentita soprattutto in riferimento alle pavimentazione, sia interna che esterna. Come abbiamo già specificato, il rischio è che la pietra serena si macchi e si rovini, e debba essere sostituita nel giro di pochi anni.

superficie in pietra serena

I prodotti migliori, da questo punto di vista, sono quelli utilizzati tradizionalmente per il marmo: le gomme liquide impermeabilizzanti. Queste sostanze vanno applicate in genere pure e con un pennello. E’ consigliato applicare due strati di prodotto, a distanza di circa dieci minuti tra la prima e la seconda passata.

Le gomme impermeabilizzanti rendono la pietra serena resistente all’acqua, agli agenti chimici e abbattono il rischio di corrosione ed erosione.

 

Pietra Serena: quali i prezzi

Ecco una panoramica dei prezzi della pietra serena in marmitte prefinite, pronte alla posa in opera.

  • Marmitte da 30,5 x 30,5 x 1 cm: da 100,00 € a 125,00 €.
  • Marmitte da 30,5 x 61 x 1 cm: da 140,00 € a 160,00 €.
  • Marmitte da 40 x 40 x 1 cm: da 120,00 € a 140,00 €.
  • Marmitte da 45,7 x 45,7 x 1 cm: da 130,00 € a 140,00 €.
  • Marmitte da 61 x 61 x 1 cm: da 140,00 € a 160,00 €.

 

Pietra Serena: come risparmiare

In realtà, il prezzo della pietra serena non è molto variabile, almeno se si prende in considerazione solo la materia prima. Anche perché, in fin dei conti, le cave sono piuttosto poche.

L’unico modo per risparmiare è agire sulla manodopera. Da questo punto di vista, vale in consiglio di sempre: chiedere più preventivi. Alcune ditte, infatti, impongono una spesa minore di altre. Una volta raccolti tre o quattro preventivi si sarà in condizione di individuare una buona offerta. Premesso che, come abbiamo visto, la pietra serena fa parte dei materiali da costruzione (anche se è riduttivo definirla in questo modo) più lussuosi in circolazione.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti