Pavimenti in resina

I pavimenti in resina costano poco, sono unici e la manutenzione è facile. Sono adatti a vari ambienti. A chi rivolgersi ? Basta chiedere un preventivo!

Pavimenti in resina
Pavimenti in resina
User Rating: 4.9 (14 votes)

I pavimenti in resina presentano numerosi vantaggi e possono essere una valida soluzione che oltretutto permette di risparmiare. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste un pavimento in resina e quanto viene a costare.

I pavimenti degli ambienti domestici più trafficati, si deteriorano più facilmente nel tempo mostrando screpolature, piccoli distacchi verso gli angoli delle mattonelle e perdita di lucentezza. Le cause del deterioramento possono essere trovate anche nell’uso assiduo di prodotti per l’igiene domestica, una cattiva manutenzione, qualche incidente involontario e tanti piccoli accorgimenti che fanno perdere al pavimento la sua originaria bellezza.

Esistono tante alternative per risolvere il problema:

  1. incollare le piastrelle sul vecchio pavimento, sempre che le condizioni date dalle varie altezze di soglie, porte, finestre e portone lo consentano,

  2. rimuovere il vecchio pavimento e rimetterne uno nuovo.

  3. l’uso dei pavimenti in resina. 

I pavimenti in resina sono indicati per impieghi: residenziali, commerciali, industriali, show-room, negozi, alberghi, ristoranti, bar, ville, appartamenti, meeting rooms, ecc. Con essi, il problema può risolversi velocemente, risparmiando tempo e fastidi di ogni genere, i vantaggi di una tale scelta, non sono però sempre uguali per tutti gli scopi.

Pavimenti in resina, i vantaggi

  • L’uniformità dei pavimenti in resina non è limitata da fughe.
  • Alta resistenza meccanica, all’usura e agli agenti chimici.
  • Lo spessore molto basso di circa 3 mm evita problemi con porte, finestre, soglie e portoni. Inoltre avendo uno spessore sottile è pienamente compatibile con i sistemi radianti a pavimento; la sua elasticità non genera fessurazioni a causa degli sbalzi termici del riscaldamento.
  • I pavimenti in resina sono unici e non replicabili. Si possono ottenere molteplici effetti decorativi, dallo spatolato al nuvolato, dal monocromatico al ‘quadro d’autore‘. Le finiture trasparenti protettive offrono diversi gradi di brillantezza, da lucido ad opaco. È anche possibile scegliere vari gradi di ruvidità.
  • Le resine sono facilmente colorabili e si prestano ad infinite soluzioni creative, permettendo di personalizzare e rendere irripetibile ogni superficie.
  • Facilmente pulibile perché la superficie monolitica risulta impermeabile, senza fughe, senza fessure. Non assorbendo agenti esterni, non richiedono prodotti particolari per la loro pulizia.
  • I pavimenti in resina possono essere sovrapposti ai pavimenti esistenti, evitando la rimozione degli stessi con notevole risparmio di tempo e denaro. 
  • I pavimenti in resina sono facilmente restaurabili, senza dover riapplicare l’intero ciclo iniziale. Ciò comporta minori spese di ripristino ed infinite possibilità di rinnovo. La stesura di nuovi strati coprenti consente inoltre di cambiare facilmente il colore.

L’impiego di resine, quindi, non crea generalmente nessun problema, salvo quando le si usa in ambienti a stretto contatto con acqua e umidità come bagni e cucine. Infatti, alcuni dei tipici problemi che si riscontrano negli ambienti umidi, come muffe e batteri, sono più difficili da risolvere rispetto agli altri tipi di pavimenti .

In determinate condizioni ambientali, qualora non si sia scelto il pavimento con caratteristiche più appropriate, questo può risultare talvolta scivoloso.  Questa caratteristica però non rende i pavimenti in resina meno preferibili, basta sapere che esistono metodi per renderli antiscivolo, da applicare durante la posa in opera. L’idea è di creare sulla superficie del pavimento, una certa rugosità aggiungendo delle sostanze granulose all’ impasto di resina, prima che il pavimento sia completamente asciutto.

L’aggiunta dei granuli, mentre da un lato riduce la scivolosità del pavimento in caso di presenza di acqua, dall’ altro lo rende  più difficile da pulire a causa degli inevitabili  micropori presenti in superficie, possibile dimora di polveri e batteri.

In conclusione, prima di scegliere una soluzione del genere, si consiglia di valutare attentamente la sua destinazione, facendo prevalere sempre i caratteri di sicurezza ed igiene rispetto a quelli meramente estetici e di contattare un esperto.

 Ma quanto costa un pavimento in resina?

Occorre considerare:

  • l’area da pavimentare,
  • la sua usura,
  • il tipo di colore,
  • le finiture, soprattutto se artistiche.

I costi diminuiscono proporzionalmente con l’aumentare della metratura da pavimentare, portandone il prezzo ad una media di  €30,00/mq. Questo costo può essere ridotto del 20% se la metratura quadrata è ampia.

Ad ogni modo è sempre bene richiedere più preventivi alle aziende della propria zona, in questo modo sarà possibile confrontare più offerte e scegliere la più conveniente!

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.

Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

pavimenti in resina

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti