Cornicione rotto: come si restaura

Una parte fondamentale delle nostre case è il cornicione....che bisogna fare nel caso in cui si ha un cornicione rotto e soprattutto quanto costa ripararlo?

Cornicione rotto
Cornicione rotto: come si restaura
User Rating: 5 (7 votes)

Il cornicione non è altro che una sporgenza con la quale viene coronato un edificio, ed il suo compito è quello di proteggerne l’esterno dalle intemperie ingentilendone l’aspetto. Purtroppo può capitare che il tempo e le condizioni atmosferiche possano maniera a deteriorare il cornicione di uno stabile, e la responsabilità verso terzi per eventuali danni causati da parti distaccate viene attribuita ai i proprietari degli immobili presenti nel fabbricato, secondo quanto stabilisce un preciso articolo del Codice Penale.Cornicione rotto

Ma come si restaura un cornicione rotto?

Innanzitutto è necessario precisare che se si dovessero notare crepe, parti scrostate o rigonfiamenti, è indispensabile agire tempestivamente contattando personale esperto in opere edilizie e relativa loro manutenzione: competenti  professionisti sapranno quindi intervenire in maniera adeguata.

Riparare un cornicione rotto, oggi non consiste comunque in  un’operazione particolarmente complicata, anzi, solitamente si tratta di un elemento esterno che si restaura senza grandi difficoltà: ormai il mercato mette a disposizione prodotti altamente efficaci sia per il ripristino di cornicioni che di altre parti deteriorate (grondaie, intonaci ecc.).

Cornicione rottoCon un adeguato intervento si provvede quindi a mettere in sicurezza il cornicione rotto: il lavoro si esegue solitamente rimuovendo tutto il materiale che risulta rovinato sino ad arrivare alle parti sane, le quali vengono poi accuratamente spazzolate.

Inoltre, se occorre, si procede anche con un’operazione di idropulitura del materiale sano.

Viene eventualmente perfezionato l’intervento eseguendo la dovuta pulizia delle parti in ferro relative all’armatura, cospargendole successivamente con prodotti antiruggine.

Quanto costa restaurare un cornicione rotto?Cornicione rotto

Per eseguire le necessarie opere di ripristino, i costi relativi agli interventi variano secondo la tipologia e la difficoltà del lavoro da effettuare; è però bene tenere presente che in caso di problematiche di natura economica, se non fosse possibile procedere con un restauro decisivo occorre almeno praticare un’operazione di  spicconatura, che si effettua asportando ogni  parte pericolante e quindi potenzialmente capace di provocare danni sia alle persone che alle cose.

Il restauro di elementi pericolanti non deve dunque essere assolutamente trascurato e gli amministratori di condominio sanno sempre come procedere in presenza di questo inconveniente!

Se invece abitate in una casa privata e notate che il cornicione appare deteriorato, non esitate a contattare immediatamente qualche ditta esperta in opere edilizie presente nella vostra zona, sia per ottenere qualche preventivo sul possibile intervento da eseguire e sia per chiedere un accurato sopralluogo utile alla verifica dell’entità dell’eventuale danno da riparare. Ricevendo più preventivi gratuiti e senza impegno e scegliendo la migliore offerta, si riuscirà anche a risparmiare!

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti