Linee vita anticaduta: tipologie e campi di applicazione

Che cos'è la linea anticaduta? Quante tipologie esistono? Quando è importante utilizzare la linea vita? Andiamo a scoprirlo!

linea vita
Linee vita anticaduta: tipologie e campi di applicazione
User Rating: 4.9 (2 votes)

 

La linea vita è un sistema di protezione che entra in gioco nel caso di lavori in quota, ossia quando il lavoratore si trova ad un’altezza superiore ai due metri. Esistono varie tipologie di linee vita e diversi campi di applicazione: con il termine lavori in quota, infatti, non ci si riferisce solo ai lavori che vengono effettuati sui tetti e sulle coperture.

Quando si parla di lavori in quota, ossia di quei lavori per i quali il lavoratore è esposto al rischio di caduta da un’altezza superiore ai due metri, le misure di sicurezza si fanno particolarmente importanti e sono quindi regolate in modo preciso da normative e regole, che possono variare da regione a regione, e che hanno l’obiettivo di salvaguardare l’incolumità di ogni lavoratore. Fra i sistemi di sicurezza usati in questi contesti, le linee vita svolgono un ruolo fondamentale.

 

Quando usare le linee vita

Le linee vita anticaduta sono usate nel caso in cui si debbano fare dei lavori di manutenzione delle coperture, dalla sostituzione delle tegole agli interventi sui pannelli fotovoltaici, ma è necessario precisare subito che nella categoria dei lavori in quota non rientrano soltanto le operazioni che si svolgono su un tetto, ma anche all’interno di pozzi, carroponti e così via. Aziende come Rodigas offrono soluzioni per tutti i contesti in cui sia necessario garantire un alto livello di sicurezza.

 

Ma cosa intendiamo quando parliamo di linee vita?

Le linee vita sono degli insiemi di ancoraggi che vengono posizionati sulle coperture per garantire la sicurezza durante i lavori in quota e consistono essenzialmente in una “linea”, che può essere un cavo o un binario, sulla quale vengono inseriti degli elementi di connessione a loro volta collegabili all’imbracatura dell’operaio.

Da questa definizione generica deduciamo subito che le linee vita si distinguono da altri dispositivi di sicurezza, spesso erroneamente messi sullo stesso piano, quali i parapetti e gli ancoraggi singoli. Per fare chiarezza: a differenza dei parapetti e delle reti anticaduta, le linee vita non rientrano nella categoria dei dispositivi di protezione collettiva, e non possono quindi sostituirsi ad essi, anche se in certi contesti in cui l’utilizzo di reti e parapetti non è possibile le linee vita possono costituire un’alternativa valida.

 

Linee vita ed ancoraggi

È necessario fare inoltre una distinzione fra linee vita ed ancoraggi. linea vita

Come abbiamo visto, i due termini non sono equivalenti, in quanto un ancoraggio singolo o un insieme di ancoraggi singoli non costituiscono necessariamente una linea vita.

Alcuni tipi di ancoraggi, inoltre, non possono far parte di una linea vita per loro stessa natura. Il termine “ancoraggi” può riferirsi a diversi elementi, che vengono infatti distinti in “tipi”:

– Tipo A: si tratta di ancoraggi “puntuali” (ossia utilizzabili singolarmente e non facenti parte di un sistema di ancoraggi lineari) con uno o più punti di ancoraggio scorrevoli.

– Tipo C: al contrario degli ancoraggi di tipo A, quelli di tipo C sono lineari, e in particolare utilizzano una linea di ancoraggio flessibile che devia dall’orizzontale fino ad un massimo di 15°.

– Tipo D: anche in questo caso parliamo di ancoraggi lineari, che si distinguono però dal tipo C perché utilizzano una linea di ancoraggio rigida (anche in questo caso che devia dall’orizzontale per un massimo di 15°).
I tre tipi di ancoraggio sono così definiti dalla norma UNI 11578:2015, che si occupa di specificare i requisiti e metodi di prova per i dispositivi di ancoraggio, in aggiunta alla normativa precedente, la UNI EN 795: 2012, che aveva introdotto tra l’altro la modifica nella nomenclatura (prima si parlava infatti di “classi” di ancoraggio, mentre ora parliamo di “tipi”).

 

Tipologie di linee vita

Dopo aver appurato cosa non è una linea vita, passiamo ora in rassegna le tipologie di linea vita: ne esistono infatti diverse, classificabili secondo differenti parametri. Le linee vita si possono classificare in base alla loro posizione (esistono infatti linee vita verticali e orizzontali) ma anche in base ai materiali con cui vengono realizzate (acciaio inox, acciaio zincato a caldo, corda).

Possiamo inoltre suddividere le linee vita in flessibili (realizzate con cavo metallico o tessile) e rigide (realizzate con profili metallici) e ancora in temporanee (quando vengono montate per portare a termine dei lavori e successivamente smontate – questo succede coi prefabbricati) e stabili (quando invece le linee vita vengono posizionate in maniera permanente – in caso di nuovi edifici o di opere di manutenzione).

 

Campi di applicazione

Come detto, le linee vita sono un sistema di sicurezza da adottare nel caso di lavori in quota: non parliamo solo di lavori su tetti, ma anche di molti altri contesti, soprattutto di tipo industriale. Il pericolo di caduta dall’alto deve essere scongiurato, per esempio, quando si effettuano dei lavori all’interno di vasche di depurazione, che possono presentare diversi pericoli in caso di caduta, sia dal punto di vista biologico (per la presenza di sostanze chimiche e prodotti inquinanti) che meccanico (nelle vasche di depurazione ci sono degli impianti che potrebbero mettere a rischio l’incolumità del lavoratore, in caso di caduta).

Anche all’interno dei capannoni industriali e nelle vie di corsa dei carroponti vengono spesso portate a termine delle operazioni ad altezze notevoli, che richiedono l’utilizzo di linee vita, ma questi sistemi di sicurezza si rendono indispensabili anche nel caso di lavori all’interno di spazi confinati, come le cisterne, i pozzi e i silos. In questi casi le linee vita sono essenziali non solo in fase di accesso, ma anche nel caso in cui si rendano necessarie delle operazioni di recupero del lavoratore.

Tanti contesti, un’unica necessità: garantire la sicurezza del lavoratore.

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

Lascia un commento e raccontaci la tua opinione o la tua esperienza

Usa questo form per lasciare un contributo personale su questo articolo. Se invece vuoi richiedere i preventivi gratuiti, usa il form sovrastante.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE!

Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)