Il capitolato, cosa è e quando serve?

Ecco cosa c’è da sapere sul capitolato lavori: quando va richiesto, cosa contiene, chi lo redige, quando è veramente necessario.

Il capitolato: cosa è e quando serve.
Il capitolato, cosa è e quando serve?
User Rating: 5 (2 votes)

 

Il capitolato è uno strumento fondamentale non solo nei rapporti tra pubblica amministrazione e impresa edile ma anche tra impresa edile e privati. Nell’articolo che segue offriremo una panoramica del capitolato, offrendo qualche consiglio per non incorrere in errori gravidi di cattive conseguenze e qualche indicazione per risparmiare.

 

Cosa è un capitolato lavori

Il capitolato lavori è un documento redatto da una impresa edile che elenca tutti i dettagli di un intervento di ristrutturazione o costruzione ex novo. E’ firmato dall’impresa stessa e dal committente.

Tale documento non è obbligatorio in ogni caso, ma solo nei rapporti impresa edile-pubblica amministrazione. Infatti, viene allegato al contratto di appalto.

Nonostante non esista una relazione di obbligatorietà nei rapporti tra privati, è bene che anche i semplici committenti privati richiedano il capitolato. E’ infatti un documento molto utile per tutelarsi e risolvere, o ancora meglio prevenire, qualsiasi controversia.

Per inciso, il capitolato è ben più di un progetto. Non si limita a rappresentare graficamente stato di fatto e interventi, e non si riduce alla mera redazione di una relazione tecnica. Bensì affronta la questione a trecentosessanta gradi, menzionando in maniera molto precisa i costi, fornendo dettagli circa attrezzatura e materiali di costruzione.

 

Una casa in ristrutturazione sulla base di un capitolato.

 

Quando è necessario il capitolato dei lavori?

Come già anticipato, il capitolato lavori è obbligatorio solo se il committente è un ente pubblico. In questo caso, va considerato come parte integrante dei documenti da allegare al contratto di appalto. Tuttavia, è uno strumento di necessaria utilità anche quando il committente è una figura privata, fosse anche un singolo individuo.

Il motivo è semplice: il capitolato lavori “mette in chiaro” il progetto nella sua interezza. Contiene una previsione dei costi e dei tempi, informazioni specifiche su materiali e attrezzature, oltre ovviamente a una rappresentazione grafica e scritta dello stato di fatto e degli interventi da realizzare.

Il capitolato consente di risolvere le controversie o di prevenirle del tutto. Può capitare, infatti, che l’impresa edile vada fuori dal seminato, o che semplicemente il committente percepisca i lavori come non corrispondenti agli accordi presi. Tuttavia, se è presente un capitolato, qualsiasi dubbio viene fugato alla radice, qualsiasi accusa viene provata o confutata immediatamente.

 

Capitolato: chi lo fa?

Ufficialmente, anzi materialmente, è l’impresa edile con l’aiuto di un tecnico specializzato a redigere il capitolato lavori. Ciò non significa, però, che possano agire in assoluta autonomia. Se la forma è appannaggio dei tecnici, i contenuti sono appannaggio anche del committente.

Tutto ciò che compare nel documento, infatti, deve essere preventivamente concordato tra le parti, proprio perché sarà esso a fare fede nelle future eventuali controversie. D’altronde, può essere paragonato alla cristallizzazione di un accordo, con tanto di dettagli sul progetto e preventivo dei costi/tempi.

Non a caso, il capitolato va firmato sia dall’impresa edile che dal committente.

 

tecnici all'opera per lo studio di un capitolato.

 

Capitolato: le voci fondamentali

Le parti hanno un ampio margine di discrezione nella redazione di un capitolato, se esso regola un rapporto tra privati. Tuttavia, alcuni elementi non mancano mai, in quanto indicano le coordinate minime di un qualsiasi intervento di costruzione o di ristrutturazione. Ecco una panoramica esaustiva delle voci fondamentali.

  • Riassunto in forma grafica e scritta degli interventi da realizzare.
  • Previsione dei costi di realizzazione.
  • Previsione dei tempi di realizzazione.
  • Indicazione sui materiali che verranno impiegati.
  • Indicazione sulle attrezzature che verranno realizzate.
  • Indicazioni sulle figure professionali che verranno coinvolte.

 

Capitolato: a cosa fare attenzione?

Ovviamente, la questione del capitolato è molto complessa e va al di là delle competenze del singolo committente. Dunque, non è raro che l’impresa, giocando proprio sulla disparità di conoscenze tra le parti, produca un capitolato che, pur formalmente corretto, tuteli l’impresa stessa meglio di quanto non faccia nei confronti del committente. Dunque, è bene porre la massima attenzione su alcuni aspetti.

 

  • Completezza. Il capitolato può essere redatto secondo vari approcci, e secondo una scala di precisione/dettaglio variabile. Il consiglio è di chiedere all’impresa di redigere un capitolato il più completo possibile, e che includa anche i riferimenti alle finiture. Questa voce, spesso, viene trascurata perché soggetta a decisioni che vengono prese (dal committente, ovvio) in una fase avanzata dei lavori.

 

  • Verifica oggettiva. E’ sempre bene tutelarsi dalla discrezionalità dell’impresa facendo riferimento a un tecnico terzo, che nulla ha a che vedere con l’intervento. Solo una figura del genere, infatti, può offrire un parere oggettivo sul capitolato, e verificare che possieda le caratteristiche giuste per tutelare entrambe le parti, senza favoritismi impliciti.

 

Una casa da ristrutturare.

 

Esecuzione lavori e capitolato: come risparmiare?

E’ difficile indicare un costo per il capitolato. Anche perché le difficoltà che si possono incontrare nella sua redazione dipendono dalle esigenze del committente e dalla oggettiva portata dei lavori.

Quale che sia il costo, però, è sempre bene tenere a mente una cosa: anche in questo caso, è possibile risparmiare. E’ sufficiente brandire l’arma del preventivo, dunque considerare anche il capitolato nelle voci da far inserire alle varie imprese all’interno delle previsioni di costo.

Solo così si potrà ottenere un risparmio significativo senza compromettere in alcun modo il risultato finale.

 

 

Se questa guida sul Capitolato ti è piaciuta, condividila pure con i tuoi amici!

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti