Email Marketing impresa edile: 5 mosse per creare una campagna di successo

Consigli per creare una campagna Email marketing: come sfruttare al meglio questo strumento, cosa fare e cosa non fare per essere identificati come spam.

Email Marketing impresa edile: 5 mosse per creare una campagna di successo

Per una corretta strategia di marketing, le email sono ancora uno strumento di comunicazione molto importante: la posta elettronica resta il canale diretto più sfruttato per l’invio quotidiano di messaggi personali, professionali e commerciali.

 

Si tratta di mezzi ormai appartenenti alle abitudini quotidiane grazie alla familiarità e facilità di utilizzo, alla flessibilità e universalità: elementi che le rendono accessibili a ogni tipologia di utente. Con un’email è possibile raggiungere ogni genere di pubblico su smartphone e tablet in qualsiasi momento della giornata e ovunque si trovino: per questo ti consiglio di non considerare la posta elettronica come uno mezzo superato, nonostante l’esistenza dei social network e dei servizi di messaggistica istantanea.

 

Le statistiche testimoniano che le email rappresentano il canale predominante nelle comunicazioni di marketing, per cui occorre dare vita a potenti campagne di Email Marketing per ampliare al massimo l’efficacia comunicativa di tale canale sfruttando le strategie web indicate nei prossimi passi!

 

comunicazioni di marketing

Comunicazioni di Marketing

 

Il ruolo chiave delle email

 

Indirizzo email

Indirizzo email di posta elettronica

Le campagne di Email Marketing sono un metodo di eccellente efficacia nella promozione via web del tuo business, anche nel caso si scelga di promuovere un’impresa edile. Il ruolo della posta elettronica rimane infatti centrale nella comunicazione web.

Non è soltanto un metodo collaudato e noto al pubblico fin dai primi giorni di vita di Internet, ma non ha mai smesso di avere una diffusione più estesa di social network e chat: del resto, questi ultimi rimandano proprio all’indirizzo email per messaggi ed avvisi.

Può anche essere che i tuoi potenziali clienti amino o detestino Facebook,Twitter ecc., ma tutti possiedono sicuramente  un account email. Anzi, i ragazzi tra 25 e i 35 anni dispongono spesso di indirizzi email multipli, in media due o tre, specialmente gli utenti che preferiscono la navigazione mobile da cellulare.

 

Come indicano alcune statistiche recenti: il 70% degli utenti controlla l’email ogni giorno per lavoro o per motivi di studio e il 47% per svagarsi o comunque o per motivazioni personali.

 

Se calcoliamo il raggio d’azione della posta elettronica, è facile comprendere la motivazione del suo prezioso aiuto nell’acquisizione di nuova clientela e nella fidelizzazione di quella consolidata. I contenuti delle Newsletter suscitano curiosità relativamente al business, puntano a ‘toccare’ le necessità degli utenti e sanno incrementare la lead generation, cioè i contatti che si interessano realmente al tuo prodotto/servizio.

Aggiornamenti, offerte speciali, prezzi scontati e coupon spediti via email, estendono la reputazione della tua azienda e stimolano i tuoi clienti ad affidarti nuovamente l’esecuzione delle opere che intendono effettuare nel futuro.

Certo, i risultati eccellenti dell’Email Marketing non si discutono, ma non vanno scordate le regole e le buone prassi alle quali fare attenzione durante una campagna email. Ogni pratica scorretta espone il business a grossi rischi e può danneggiare enormemente l’immagine aziendale, quindi occorre conoscerle per poterle accuratamente evitare.

 

email Marketing: Ciò che non si deve MAI fare

 

Il lato negativo della posta elettronica è lo spam. Sono molti coloro che affiancano alle email commerciali l’idea di una casella perennemente intasata da valanghe messaggi indesiderati. Questo accade a causa abitudini sbagliate che troppi business hanno portato avanti per diverso tempo, sino a quando i gestori di posta hanno iniziato a penalizzare tali comportamenti scorretti.

Inoltre le email delle aziende vengono filtrate, le sottoscrizioni alle Newsletters vengono cancellate e gli sforzi investiti nella campagna di Email Marketing possono facilmente portare a risultati deludenti.

Fortunatamente il mondo del Web Marketing ha fatto enormi passi avanti per superare lo spam, aprendo il passo all’Inbound Marketing: tale concetto desidera rispettare il cliente privilegiando gli utenti che hanno accettato di essere contattati ai loro indirizzi di posta elettronica.

 

Inbound - Marketing - Impresa edile

Inbound Marketing per Impresa edile

 

Si invieranno dunque le email solo a coloro che hanno mostrato interesse verso l’azienda, scegliendo quindi di selezionare un database di contatti di valore da posizionare nella propria Mailing List.

 

Ovviamente i risultati dipendono molto dai contenuti: c’è una bella differenza tra fare spam ed inviare messaggi graditi! Un piano editoriale ben preparato prevede che su dieci email, almeno otto parlino di tendenze e novità, mentre solo due siano chiaramente di natura commerciale.

 

L’obiettivo della campagna di email marketing è quello di attirare il clienti offrendogli tematiche di suo interesse, evitando invece di perderlo con azioni promozionali eccessivamente invasive.

 

Email Marketing: ciò che va fatto in una campagna

 

Ricordando sempre ciò che va evitato, ecco le tecniche migliori per realizzare una strategia di Email Marketing di successo:

 

1 – Utilizza solo i contatti spontanei

 

Abbiamo spiegato che acquistare liste di contatti online da siti web non strettamente connessi al proprio settore, potrebbe essere controproducente, ma come si possono acquisire contatti naturali in maniera spontanea? E’ possibile riuscirci creando un blog aziendale e diffondendo notizie relative al tuo settore professionale. Provvedi a pubblicare contenuti utili e interessanti, interagendo con gli utenti per spingerli all’iscrizione: otterrai i contatti senza forzare i tuoi lettori!

 

2 – Ottimizza al massimo i messaggi per i dispositivi mobili

 

Oggi la navigazione online avviene in gran parte per mezzo di smartphone e tablet, per cui anche le campagne di Email Marketing devono essere conseguentemente adeguate. E’ indispensabile ottimizzare i messaggi rendendoli leggibili anche sullo schermo del cellulare. Vanno quindi resi compatibili con i vari dispositivi mobili per non rischiare di perdere potenziali iscritti.

 

3 – Personalizza i contenuti, rendili utili e non parlare solo di promozioni

 

Quando invii la prima email, non parlare subito di vendita, ma inserisci contenuti veramente utili per la quotidianità.
Personalizza il messaggio secondo ciò che riesci a conoscere del cliente (ad esempio area geografica e preferenze di ricerca), creando contenuti mirati che possano migliorare la sua esperienza sul web.

 

4 – Cogli l’attimo

 

Pianifica con cura sia la frequenza che il tempismo con cui spedire le email: non mandarne mai un numero eccessivo in poco tempo. Inoltre studia con attenzione l’orario più indicato per gli invii tenendo conto del successo dei messaggi precedenti e controllando i picchi di traffico sul sito web e sui social: riuscirai così ad identificare i momenti migliori per raccogliere il maggior numero di click.

 

5 – Offri una seconda possibilità

 

Infine, è importantissimo offrire agli utenti la possibilità di modificare velocemente la sottoscrizione alla Newsletter, rispettando le normative. Gli iscritti amano poter variare la frequenza di ricezione delle email, e questo può influenzare molto positivamente il loro rapporto con le aziende. Non è forse meglio permettere agli utenti di ridurre il numero di comunicazioni piuttosto che portarli a cestinare le email?

 

 

Per la tua azienda edile può essere molto importante utilizzare questi accorgimenti, non dimenticarlo!


 

Vuoi elaborare una strategia di Email Marketing? Cerchi liste email profilate per provincia, città, settore… (consumer privati o aziende) ? Contattaci senza esitare, sarà un piacere vedere la tua azienda battere la concorrenza.

 

LT foto

 

Luca Tacchetti (Cto T&T Global service™)

✉ E-mail: marketing@edilnet.it

 

grazie-icona

Grazie!

– Condividi quest’articolo con i tuoi colleghi se ti è piaciuto-