15 Aprile 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Testo unico edilizia blocca gli abusi edilizi senza titolo abilitativo

In un contesto in cui la tutela del paesaggio e la regolarità urbanistica rivestono un ruolo sempre più centrale, emerge una sentenza di riferimento per chi opera nel settore edilizio.

 

Il TAR Napoli ha recentemente stabilito principi chiave riguardanti la demolizione di opere abusive, soprattutto in aree vincolate. Un punto di svolta per professionisti e privati, che sottolinea l’importanza di agire in piena conformità con le normative vigenti.

 

Gli abusi edilizi sotto la lente

 

La questione degli abusi edilizi viene affrontata con rigore dal TAR Napoli, il quale chiarisce che la valutazione deve essere olistica, prendendo in considerazione l’intero progetto piuttosto che singoli elementi. Un approccio che mira a preservare l’integrità del territorio e del paesaggio, evidenziando come ogni intervento debba essere attentamente ponderato.

 

In zona vincolata, la demolizione è l’unica via

 

La sentenza stabilisce che, in caso di realizzazione di opere senza il dovuto titolo edilizio in zone vincolate, la demolizione è inevitabile. Questo principio sottolinea l’importanza della preventiva acquisizione di tutti i permessi necessari, indipendentemente dalla natura dell’intervento.

 

Pertinenze e carico urbanistico: una distinzione fondamentale

 

Il TAR Napoli interviene anche sulla nozione di pertinenza, spiegando che non tutte le opere possono essere considerate tali. La distinzione si basa sul carico urbanistico generato, evidenziando come interventi di certe dimensioni o che modificano l’assetto preesistente richiedano permessi specifici.

 

Tra SCIA e permesso di costruire: le regole per le recinzioni

 

La questione del regime edilizio applicabile a recinzioni e muri di cinta viene chiarita con riferimento alla loro influenza sull’assetto territoriale. Anche in questo caso, la dimensione dell’intervento determina la necessità di ottenere un permesso di costruire, ponendo l’accento sulla responsabilità nella pianificazione di tali opere.

 

La demolizione non si ferma in attesa di sanatoria

 

Infine, viene affrontato il tema della sanatoria, con il TAR che precisa come l’istanza di accertamento di conformità non blocchi automaticamente l’ordine di demolizione. Una precisazione che sottolinea l’importanza del rispetto delle procedure e delle tempistiche nel tentativo di regolarizzare eventuali abusi.

 

In conclusione, questa sentenza del TAR Napoli rappresenta un importante punto di riferimento per tutti gli operatori del settore edilizio. Sottolinea l’importanza di un approccio consapevole e rispettoso delle normative, in particolare in aree di rilevante interesse paesaggistico, e pone le basi per una maggiore tutela del territorio.

 

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)