24 Luglio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Rivoluzione verde: Agrivoltaico italiano riceve impulso da fondi UE

In una mossa decisiva verso la sostenibilità e l’innovazione nel settore agricolo e energetico, la Commissione Europea ha approvato un importante pacchetto di incentivi per l’Italia. Questa iniezione di fondi, che ammonta a 1,7 miliardi di euro, segna un punto di svolta nel campo dell’agrivoltaico, una tecnologia che promette di combinare l’efficienza agricola con la produzione di energia pulita.

 

L’agricoltura e la produzione di energia pulita si uniscono in un ambizioso progetto in Italia, ricevendo un significativo sostegno dall’Unione Europea. Con un fondo di 1,7 miliardi di euro approvato dalla Commissione Europea, l’Italia si appresta a realizzare una rivoluzione nell’agrivoltaico. Questa iniziativa, che coniuga l’efficienza agricola con le tecnologie energetiche rinnovabili, mira a creare nuovi impianti in grado di generare energia sostenibile e supportare le comunità agricole, inserendosi perfettamente negli obiettivi del Green Deal europeo. In questo articolo, esploriamo i dettagli di questa iniziativa, le sue implicazioni per l’ambiente e l’economia, e come essa potrebbe trasformare il paesaggio energetico e agricolo dell’Italia.

 

Sinergia tra agricoltura ed energia rinnovabile

 

Il cuore di questa iniziativa è la costruzione e gestione di nuovi impianti agrivoltaici in Italia, mirati a generare una capacità complessiva di 1,04 GW e una produzione di energia elettrica di almeno 1300 GWh all’anno. Questi impianti rappresentano un esempio eccellente di come l’innovazione possa guidare sia la sostenibilità ambientale sia la produttività agricola.

 

Una strategia finanziata e sostenuta dall’UE

 

Questo regime di aiuti, che durerà fino al 31 dicembre 2024, sarà in parte finanziato tramite il dispositivo per la ripresa e la resilienza (RRF), in seguito alla valutazione positiva del piano per la ripresa e la resilienza (PNRR) dell’Italia. Ciò sottolinea l’impegno dell’Unione Europea nel supportare gli Stati membri nella transizione verso fonti di energia più verdi e sostenibili, in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo.

 

Modalità e condizioni degli incentivi

 

Gli incentivi verranno erogati ai produttori agricoli sotto forma di sovvenzioni agli investimenti e tariffe incentivanti. Questo approccio bilanciato mira a coprire fino al 40% dei costi di investimento ammissibili e prevede un sistema di pagamento basato sul principio “pay-as-bid” durante la fase operativa dei progetti. Un aspetto cruciale di questo sistema è il meccanismo di recupero, che assicura un equilibrio tra le tariffe incentivanti e i prezzi dell’energia, minimizzando le distorsioni di mercato.

 

Selezione e realizzazione dei progetti

 

I progetti verranno selezionati attraverso una procedura di gara competitiva, trasparente e non discriminatoria. Questo assicura che i beneficiari del regime siano scelti sulla base dell’offerta più vantaggiosa, garantendo così un uso efficiente dei fondi pubblici. Per qualificarsi, i beneficiari devono diventare operativi prima del 30 giugno 2026, un termine che enfatizza l’urgenza e l’importanza di accelerare la transizione energetica.

 

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)