14 Aprile 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Rapporto Unep evidenzia ritardo nel percorso di decarbonizzazione

L’ultimo rapporto dell’UNEP mette in evidenza un dato allarmante: nel 2022, l’edilizia ha rappresentato il 34% della domanda energetica globale e il 37% delle emissioni di CO2 legate all’energia.

 

Un dato che suona come un campanello d’allarme per il settore, chiamato a un impegno senza precedenti verso la decarbonizzazione.

 

Questa sfida non riguarda solo la riduzione delle emissioni, ma prelude a un ripensamento radicale di come costruiamo e ristrutturiamo, con un occhio attento alla resilienza e all’efficienza energetica.

 

Il peso dell’edilizia nel cambiamento climatico

 

Nel panorama attuale, gli edifici giocano un ruolo predominante nel consumo energetico globale, e con esso, nella produzione di gas serra. Nonostante una leggera diminuzione dell’intensità energetica, il settore si trova di fronte a una crescente domanda di energia. Questi numeri ci dicono che la strada verso gli obiettivi di Parigi è ancora lunga, ma indispensabile.

 

Normative e progressi verso la sostenibilità

 

Un raggio di luce viene dalla crescente adozione di codici energetici in 81 paesi, un segnale di come la consapevolezza stia crescendo. Tuttavia, la strada è ancora in salita, soprattutto nei paesi in via di sviluppo, dove le nuove costruzioni spesso non rispettano criteri di efficienza energetica. Un impegno congiunto tra governi, settore privato e società civile appare quindi più urgente che mai.

 

Edifici del futuro: resilienza e innovazione

 

La visione per il 2050 è chiara: metà degli edifici che ci saranno non sono ancora stati costruiti. Questo rappresenta un’opportunità unica per reinventare il nostro approccio all’edilizia, puntando su edifici che non solo siano a basso impatto ambientale, ma che contribuiscano attivamente alla lotta contro il cambiamento climatico attraverso l’utilizzo di energie rinnovabili e materiali sostenibili.

 

Una roadmap per il cambiamento

 

Il rapporto conclude con una serie di raccomandazioni chiare per accelerare la transizione verso un settore edilizio decarbonizzato. Dallo sviluppo di codici energetici ambiziosi all’adozione di misure di progettazione passiva, fino all’importanza di incentivi finanziari per stimolare gli investimenti nel settore. Solo attraverso un’azione coordinata e determinata sarà possibile rendere il settore edilizio parte della soluzione al cambiamento climatico, piuttosto che del problema.

 

In questo momento di svolta, l’industria dell’edilizia si trova di fronte a una sfida e a un’opportunità senza precedenti: quella di reimpostare le proprie fondamenta su principi di sostenibilità e responsabilità ambientale. Un percorso non privo di ostacoli, ma certamente ricco di potenzialità per costruire un futuro più verde e giusto per tutti.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)