24 Maggio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Nuova luce su Pompei: scoperti nuovi metodi costruttivi inerenti l’edilizia romana

Un cantiere romano rivela metodi costruttivi innovativi.

 

Gli scavi più recenti a Pompei hanno portato alla luce un cantiere edile attivo fino all’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., offrendo una visione senza precedenti delle tecniche costruttive dell’epoca romana. Questa scoperta potrebbe cambiare radicalmente la nostra comprensione delle abilità ingegneristiche degli antichi romani.

 

La tecnologia del costruire a pompei

 

Le ricerche nel sito della Regio IX, insula 10, hanno rivelato l’uso di tecniche avanzate come il “hot mixing”, un metodo che prevede la miscelazione a caldo di calce viva e pozzolana. Questo processo, evidenziato dai ritrovamenti di calce, zappe e altri strumenti, dimostra un livello di ingegneria molto sofisticato che era già in atto quasi duemila anni fa. L’integrazione tra gli archeologi e i ricercatori del Massachusetts Institute of Technology ha permesso di approfondire le metodologie costruttive antiche, aprendo nuove prospettive sulla vita quotidiana e le capacità tecniche dei romani.

 

I materiali da costruzione scoperti

 

Durante gli scavi sono emersi numerosi materiali edili, inclusi pesi di piombo, tegole e mattoni di tufo, che confermano le avanzate capacità costruttive. La presenza di tali materiali non solo testimonia la complessità delle strutture romane, ma offre anche indizi preziosi sulle tecniche utilizzate per resistere alle sfide strutturali dell’epoca, come terremoti frequenti e necessità di edifici duraturi.

 

Il valore storico della regio IX

 

La scoperta di questi materiali e tecniche in un’area ben conservata come la Regio IX di Pompei fornisce una finestra unica sul passato. L’area degli scavi, arricchita di reperti come conteggi scritti a carboncino e nature morte, racconta non solo di edilizia ma anche della vita commerciale e domestica nell’antica Pompei, rendendo il sito ancora più prezioso per studiosi e visitatori.

 

Pompei aperta ai visitatori

 

La recente apertura del cantiere al pubblico fino al 30 aprile rappresenta un’opportunità imperdibile per chiunque sia interessato a vedere da vicino le tecniche costruttive e la vita quotidiana degli antichi romani. Il sito non solo testimonia la maestria edile romana, ma diventa anche un simbolo dell’incessante lavoro quotidiano in una delle città più iconiche dell’antichità.

 

Questa straordinaria scoperta a Pompei non solo arricchisce il nostro sapere storico e archeologico, ma invita anche a riflettere sull’ingegnosità e la resilienza degli antichi costruttori romani, i cui metodi possono ancora insegnare molto ai moderni esperti di edilizia.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)