23 Luglio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Fondo demolizione opere abusive: è uscito il bando in GU
Fondo demolizione opere abusive: è uscito il bando in GU 8 luglio 2024
Fondo demolizione opere abusive: un'occasione per i Comuni per ripristinare paesaggi e per mettere in sicurezza territori. Di cosa si tratta?

Demolizione di abusi edilizi: il MIT comunica l’accesso ai fondi

 

È stato pubblicato nel numero 158 della Gazzetta Ufficiale il comunicato del MIT (Ministero delle infrastrutture e dei trasporti) che rende nota la possibilità per i Comuni di accedere al Fondo per la demolizione di opere edili abusive (art. 1, comma 26, della L. 27/12/2017, n. 205).

 

Le risorse stanziate nel suddetto Fondo sono destinate a intervenire in forma prioritaria sugli abusi edilizi relativi a edifici o ampliamenti con volumetrie pari o superiori a 450 m³ siti nelle seguenti aree:

 

  • demaniali o di enti pubblici;

 

  • a rischio idrogeologico;

 

  • sismiche (categoria di sottosuolo A, B, C, D);

 

  • sottoposte a tutela ai sensi del Codice dei beni culturali e del paesaggio;

 

  • sottoposte a tutela delle aree naturali protette appartenenti alla rete natura 2000.

 

Cosa includono i contributi del Fondo demolizione opere abusive?

 

Nel contributo per i Comuni sono comprese anche le spese tecniche e amministrative, oltre che quelle operative legate agli interventi di demolizione e alla rimozione, trasferimento e smaltimento inerti e rifiuti.

 

Il Fondo per la demolizione delle opere abusive è destinato a interventi ancora da eseguire, al momento della presentazione della domanda, e copre il 50% delle spese ammissibili.

 

Le strutture che rientrano nella categoria di opere abusive sono opere o immobili realizzati in assenza del Permesso di Costruire, o in difformità da esso (art. 31 D.P.R. 380/2001).

 

Per tali manufatti è precedentemente stato emesso un provvedimento definitivo di rimozione o di demolizione, non ancora messo in atto nei termini stabiliti.

 

Entro 12 mesi dall’assegnazione del contributo, ogni Comune è tenuto ad affidare i lavori, previa stipula del contratto, all’impresa edile. I lavori di demolizione opere abusive devono essere completati entro 24 mesi dall’assegnazione, a meno che il Comune non chieda una proroga motivata, e non superiore a ulteriori 24 mesi, per la data di ultimazione dei lavori.

 

Informazioni utili sul contributo per la demolizione abusi edilizi 2024

 

I Comuni che vogliono accedere al Fondo demolizione opere abusive possono inoltrare la domanda in modalità telematica, compilando il modulo online alla pagina web https://fondodemolizioni.mit.gov.it.

 

Le istanze possono essere presentate dalle ore 12 del 16 settembre fino alle ore 12 del 16 ottobre 2024. Per qualsiasi altra informazione di tipo tecnico e aggiornamenti ulteriori, si consiglia di inviare una mail a fondodemolizioni@pec.mit.gov.it.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)