24 Maggio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Via San Candido (Roma) finalmente libera da abusi edilizi dopo 20 anni

Dopo due decenni di disagi e restrizioni, la mattina del 9 aprile ha segnato un momento storico per gli abitanti di Via San Candido e per l’intera comunità del Municipio X

 

La demolizione di una struttura abusiva, che ha a lungo limitato la fluidità del traffico rendendo necessario un senso unico alternato, rappresenta non solo la fine di un’epoca di disagi ma anche il trionfo della volontà comunitaria e dell’impegno amministrativo nel promuovere la legalità e la sicurezza stradale.

 

La fine di un lungo intralcio

 

Questo intervento elimina finalmente un ostacolo che ha gravato sulla circolazione veicolare per anni, rendendo difficoltosi i passaggi dei mezzi di soccorso e del trasporto pubblico. Un edificio con giardino, sorto senza alcuna autorizzazione, aveva ristretto la carreggiata, creando non pochi problemi ai residenti della zona e a chiunque transitasse lungo quella strada.

 

Un impegno mantenuto

 

Il minisindaco Mario Falconi e la sua amministrazione hanno mantenuto una promessa fatta ai cittadini all’inizio del loro mandato, avviando le operazioni di demolizione di quello che è stato definito un “assurdo abuso urbanistico”. Questa azione non solo libera la strada da un vecchio problema ma segna anche un passo avanti significativo verso il rispetto delle regole e la tutela del diritto di mobilità dei cittadini.

 

Un segnale di cambiamento

 

Il processo di demolizione e il successivo ripristino della doppia corsia evidenziano la determinazione dell’attuale amministrazione municipale nel porre fine a situazioni di illegalità che perdurano da troppo tempo. La presenza del presidente Falconi al cantiere testimonia l’importanza che il Municipio attribuisce a questi interventi, visti come fondamentali per il miglioramento della qualità della vita dei residenti.

 

Perché ora?

 

La questione dell’abuso edilizio non è stata semplice. La lunga attesa di vent’anni per vedere iniziare le demolizioni ha radici complesse, legate a battaglie legali e a un lungo periodo di stallo amministrativo. Tuttavia, l’impegno dell’Ufficio Tecnico municipale nel riattivare il procedimento demolitorio dimostra che, con le giuste risorse e un’adeguata attenzione, è possibile superare anche gli ostacoli burocratici più ardui, restituendo alla comunità spazi urbani più sicuri e vivibili.

 

La rimozione di questo abuso edilizio non è solo una vittoria per i residenti di Via San Candido, ma un esempio illuminante di come l’impegno per la legalità e il benessere collettivo possa portare a risultati concreti e positivi per l’intera comunità.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)