24 Maggio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Patente a punti nel settore edilizio: maggiore flessibilità e autocertificazione

Cambiamenti significativi nella gestione della patente a punti: cosa c’è da sapere. 

 

L’ultimo emendamento al decreto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) introduce una serie di novità importanti per il settore edilizio e non solo. Infatti, ora si estende l’uso della patente a punti a vari settori lavorativi e si introduce l’autocertificazione per la verifica dei requisiti.

 

Estensione della patente a punti ad altri settori

 

L’emendamento approvato dalla commissione Bilancio della Camera estende le norme sulla patente a punti, originariamente pensate solo per l’edilizia, a diversi altri ambiti di attività. Il ministero del Lavoro, attraverso un decreto specifico, definirà quali altri settori potranno beneficiare di questa normativa, ampliando così il suo campo di applicazione.

 

L’introduzione dell’autocertificazione

 

L’autocertificazione per il rilascio della patente a punti rappresenta una novità di rilievo. I lavoratori potranno ora dichiarare autonomamente il possesso dei requisiti necessari. Tuttavia, in caso di dichiarazioni non veritiere, verificate attraverso controlli successivi, è prevista la revoca della patente.

 

Aggiornamenti sui criteri di attribuzione e recupero dei crediti

 

Il prossimo decreto ministeriale non solo stabilirà i criteri per l’attribuzione di crediti extra rispetto al punteggio iniziale di 30 punti, ma anche le modalità per recuperare i crediti persi. Queste modifiche sono cruciali per assicurare che i lavoratori possano mantenere o ripristinare la loro abilitazione a operare nei cantieri.

 

Modifiche alle sanzioni e nuovi requisiti

 

Le sanzioni per l’operato senza patente sono state aggiornate: la penalità amministrativa equivale ora al 10% del valore dei lavori, con un minimo di 6mila euro. Inoltre, si introduce un nuovo requisito per ottenere la patente: la designazione di un responsabile del servizio di prevenzione e protezione. Allo stesso tempo, viene eliminata la possibilità di recuperare i crediti persi attraverso la partecipazione a corsi di formazione.

 

Questi cambiamenti segnano un passo significativo verso una maggiore flessibilità e responsabilizzazione nel settore edilizio e in altri ambiti, pavimentando la strada per un sistema più giusto e adattabile alle esigenze del mercato del lavoro moderno.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)