16 Aprile 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Edilizia sotto la lente: irregolarità al 76% nelle ispezioni del 2023

Il settore dell’edilizia si trova nuovamente sotto i riflettori, ma per motivi poco lusinghieri. Secondo le ultime rivelazioni della ministra del Lavoro, Marina Calderone, l’anno 2023 ha visto un livello di irregolarità nelle ispezioni edili che raggiunge il 76,48%.

 

Questo dato assume contorni ancora più preoccupanti quando si focalizza l’attenzione sulle aziende che hanno beneficiato del superbonus 110%, dove l’incidenza delle irregolarità supera l’85,2%.

 

Un quadro preoccupante per il superbonus 110%

 

Il superbonus 110%, una misura introdotta per stimolare la riqualificazione energetica degli edifici, ha rappresentato una grande opportunità per il settore. Tuttavia, emerge che la corsa ad accaparrarsi gli incentivi ha portato a un notevole incremento delle pratiche irregolari tra le aziende coinvolte, superando di gran lunga la media del settore.

 

Crescita delle ispezioni nel 2023

 

La risposta a questi dati allarmanti non si è fatta attendere. Nel 2023, il numero di ispezioni effettuate ha visto un significativo aumento, con un totale di 92.658 accessi, di cui 20.755 specificamente dedicati alla vigilanza in materia di salute e sicurezza. Questo rappresenta un incremento di 3.720 ispezioni rispetto all’anno precedente, segno di un impegno crescente nell’affrontare le problematiche del settore.

 

L’impegno per la sicurezza e la legalità

 

Questi numeri richiamano l’attenzione sull’importanza di un impegno concreto per garantire la sicurezza e la legalità nel settore edile. La vigilanza rafforzata e le ispezioni più frequenti sono strumenti cruciali per contrastare le pratiche irregolari e assicurare che le normative siano rispettate, proteggendo così lavoratori e consumatori.

 

Verso un futuro più trasparente

 

L’obiettivo è chiaro: ridurre significativamente il tasso di irregolarità e lavorare per un settore dell’edilizia più trasparente e conforme alle normative. Questo passaggio è fondamentale non solo per ristabilire la fiducia nel settore ma anche per assicurare che le misure di incentivazione come il superbonus 110% possano realmente contribuire al miglioramento dell’efficienza energetica e alla riqualificazione del patrimonio edilizio italiano, senza ombre di irregolarità.

 

Il cammino verso un settore edilizio più etico e responsabile è ancora lungo, ma i dati emersi nel 2023 evidenziano una direzione chiara e la volontà di affrontare le sfide con determinazione. Resta fondamentale la collaborazione tra enti di vigilanza, aziende e professionisti del settore per costruire insieme un futuro più sostenibile e sicuro.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)