24 Luglio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Ance Umbria: settore costruzioni trainante per l’economia locale
ance umbria report costruzioni perugia
Il settore delle costruzioni traina l'economia locale più della media nazionale: è quanto emerge dal report semestrale di Ance Umbria.

Come sta il settore delle costruzioni in Umbria?

 

Secondo il report semestrale dell’Osservatorio Ance Umbria, nel secondo semestre 2023 gli investimenti nel comparto delle costruzioni hanno rappresentato l’11,3% del PIL regionale. Una tendenza marcatamente più positiva rispetto al +5% della media nazionale.

 

Il report è stato presentato nell’ambito del convegno “La sostenibilità e le imprese di costruzioni”, un incontro promosso per supportare la crescita e la competitività delle aziende locali del settore.

 

In particolare, durante il convegno è stata evidenziata l’importanza del tema dell’edilizia sostenibile: non un’effimera tendenza, ma un’opportunità strategica per vincere la sfida della competitività e dell’innovazione, nel rispetto ambientale.

 

I dati di Ance Umbria (secondo semestre 2023)

 

Il rapporto dell’Osservatorio Ance Umbria riferiscono che gli investimenti nel comparto delle costruzioni sono aumentati del 4,7% nel 2023.

 

La buona salute del settore si evince anche da altri numeri relativi a occupati e ore lavorate, in particolare: +22,9% di occupati nel settore delle costruzioni, con un salto in avanti rispetto al 22,5% dell’anno precedente; mentre le ore lavorate sono aumentate del 15,2% a Perugia e del 7,8% a Terni.

 

Report Ance Umbria: Focus sul mercato immobiliare e sui lavori pubblici in Umbria

 

I dati che emergono dal rapporto Ance Umbria sul mercato immobiliare e sui lavori pubblici rivelano tendenze contrastanti. Nel 2023, il settore immobiliare residenziale ha registrato un calo significativo delle compravendite, con una diminuzione del -12,7% a Perugia e del -11,8% a Terni.

 

Nonostante questa flessione, la domanda abitativa resta elevata, con il 9% delle famiglie umbre alla ricerca di abitazioni più ampie. I fattori che influenzano le scelte di immobili residenziali nella regione sono legati a problematiche ambientali e di accessibilità ai trasporti pubblici.

 

Per quanto riguarda la spesa in conto capitale per opere pubbliche nel 2023 è salita del 49,5%: una crescita che continua nei primi mesi del 2024 (+46,1%). Ciononostante, la revisione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) potrebbe comportare una perdita di circa 150 milioni di euro per l’Umbria. Tale potenziale taglio è una minaccia per importanti progetti di rigenerazione urbana e infrastrutture sociali e mette a rischio lo sviluppo e la modernizzazione della regione.

 

D’altro canto, il convegno Ance Umbria è servito per portare all’attenzione delle imprese l’importanza della sfida rappresentata dalla Direttiva Green dell’Unione Europea. L’Umbria, infatti, possiede un patrimonio edilizio per lo più datato, con il 74% degli edifici residenziali costruiti prima dell’introduzione delle normative antisismiche ed energetiche.

 

Questo implica una necessità urgente di rinnovamento per migliorare la sicurezza e l’efficienza energetica degli edifici. La direttiva è un’opportunità per avviare una trasformazione verde del settore edilizio locale, con potenziali benefici ambientali ed economici a lungo termine.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)