20 Febbraio 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Rivoluzione nel codice edilizio: ingegneri e architetti accolgono con favore la nuova bozza del testo unico

La nuova bozza del Testo Unico dell’Edilizia, proposta dal Ministero, segna un momento di svolta nel settore delle costruzioni in Italia.

 

Ingegneri e architetti hanno espresso un consenso unanime sulla necessità di riformare il DPR n. 380/2001, auspicando un codice più attinente alle esigenze contemporanee dell’edilizia e allineato agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 e dell’Unione Europea.

 

Principi Innovativi del Nuovo Codice

 

La bozza introduce principi fondamentali per la disciplina edilizia, focalizzandosi sulla riduzione del consumo di suolo, rigenerazione urbana, sostenibilità ambientale, efficientamento energetico e sicurezza degli edifici. Questo approccio moderno mira a creare un quadro normativo più chiaro e agile, che risponda efficacemente alle sfide del settore.

 

Superamento della Doppia Conformità

 

Un aspetto chiave della bozza è la rimodulazione dell’accertamento di conformità, con l’obiettivo di superare la problematica della doppia conformità. Viene proposto un accertamento di conformità condizionato per opere di modesta entità, garantendo la conformazione degli immobili alle norme edilizie e urbanistiche e assicurando adeguate condizioni di sicurezza.

 

Collaborazione Istituzionale e Proposte

 

Dal 2017, i Consigli Nazionali degli Ingegneri e degli Architetti hanno lavorato in collaborazione per analizzare la bozza, con l’obiettivo di proporre semplificazioni procedurali. Il documento congiunto dei Consigli affronta questioni cruciali, tra cui competenze Stato-Regioni, semplificazioni procedurali, edilizia e urbanistica, resistenza e stabilità delle costruzioni, e sostenibilità.

 

Verso l’Approvazione e l’Attuazione del Nuovo Codice

 

I Consigli Nazionali di ingegneri e architetti auspicano che le loro proposte siano accolte nella Legge Delega e implementate nel nuovo Testo Unico delle Costruzioni. Si impegnano a contribuire attivamente all’analisi e alla valutazione di possibili semplificazioni, portando le diverse esperienze e sensibilità dei professionisti del settore.

 

La nuova bozza del Testo Unico dell’Edilizia rappresenta un passo importante verso un futuro sostenibile e all’avanguardia per il settore delle costruzioni in Italia. Ingegneri e architetti si trovano di fronte all’opportunità di contribuire attivamente alla realizzazione di un quadro normativo moderno e adeguato alle sfide attuali e future.

 

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)