6 Giugno 2024
Blog.Edilnet.it »» EdilNet News - Le notizie del giorno »» Nuova vita agli alloggi: 262 milioni di euro per l’Housing Universitario
blank

Il Fondo appena istituito grazie all’articolo 11 del DL Anticipi, e supportato da un budget quasi esorbitante di 262 milioni di euro, promette di rivoluzionare il panorama dell’housing universitario in Italia. Questa misura strategica, approvata lunedì scorso dal Consiglio dei Ministri e successivamente pubblicata in Gazzetta Ufficiale, si pone come obiettivo principale quello di incrementare significativamente la disponibilità di alloggi e posti letto, venendo incontro alle esigenze degli studenti universitari fuori sede.

 

Aumento delle Soluzioni Abitative per Studenti

 

L’iniziativa vede allocazione immediata di oltre 96,5 milioni di euro per l’anno in corso, lasciando la fetta rimanente del budget a disposizione per le annualità a venire. L’accento è posto sulla necessità di aumentare le soluzioni abitative per gli studenti iscritti alle università e agli istituti di Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica (AFAM), un passo decisivo per garantire condizioni di vita e studio ottimali per i giovani che decidono di investire nel loro futuro formativo.

 

Modalità di Acquisizione e Locazione

 

Il piano prevede diverse modalità operative per la realizzazione degli obiettivi prefissati:

 

  1. Acquisizione del Diritto di Proprietà: l’acquisto di immobili già adibiti a residenze universitarie.
  2. Locazione e Altre Forme di Godimento a Lungo Termine: la stipulazione di contratti di affitto e forme alternative di godimento degli immobili per un periodo prolungato.
  3. Rinnovo dei Contratti di Locazione Esistenti: la proroga dei contratti di affitto già in atto.

 

Tali operazioni saranno possibili sia con soggetti pubblici che privati, ampliando quindi il ventaglio delle possibilità e garantendo una maggiore flessibilità operativa.

 

Il Ruolo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

 

L’attivazione di questo Fondo è una diretta conseguenza della rimodulazione del target M4C1-28 – Riforma 1.7 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. La revisione di questo specifico target ha reso possibile optare per l’acquisto e la locazione di immobili esistenti, piuttosto che per la costruzione di nuove strutture, orientando le risorse verso soluzioni più rapide ed efficaci per aumentare la disponibilità di posti letto per gli studenti universitari.

 

L’impegno del Governo, attraverso queste iniziative, si rivela essere un segnale forte e concreto a favore dell’istruzione superiore e del benessere degli studenti fuori sede, con la speranza che tale investimento si traduca in un miglioramento tangibile delle condizioni di vita e di studio per le giovani menti del nostro Paese.

Iscriviti e Resta Aggiornato
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ✔

Scopri come ➜

Richiedi Preventivi Gratuiti( ✔ gratis e senza registrazione)