Stufe a metano: cosa sapere

Vuoi un metodo alternativo, economico ed ecologico per scaldare la tua casa? Scopri tutto ciò che c'è da sapere sulle stufe a metano.

Una guida con tutto quello che c'è da sapere sulle stufe a metano.
Stufe a metano: cosa sapere
User Rating: 4.9 (2 votes)

 

Nei casi in cui le abitazioni non siano dotate del sistema di riscaldamento centralizzato oppure questo risulti poco economico, allora la scelta di una stufa a metano può portare numerosi vantaggi. Nell’articolo trovi tutte le informazioni necessarie a conoscere questo strumento utile a riscaldare la tua casa. Leggi tutto ciò che vuoi sapere e decidi se la stufa a metano risponde alle tue esigenze.

 

Stufe a metano: cosa sono

Le stufe a metano sono uno dei mezzi che può essere utilizzato per scaldare la propria abitazione. Oltre ad essere economiche, hanno anche una resa termica elevata e, oggi, sono del tutto ecologiche. Si tratta del migliore strumento nel caso in cui vogliate scaldare solo alcuni ambienti della casa, ad esempio una volta rientrati, la sera, dopo la giornata lavorativa, senza accendere l’impianto di riscaldamento.

Le stufe a metano si collocano tra le varie tipologie di sistemi che oggi abbiamo a disposizione per riscaldare in maniera efficace, funzionale e veloce l’ambiente; sono infatti dotate di un elevato rendimento termico dovuto all’utilizzo del gas metano come combustibile e sono un’ottima scelta sia se si ha la necessità di riscaldare piccoli ambienti, che per locali più ampi.

 

Una stufa a metano dal design moderno.

 

Stufe a metano: come funzionano

È la tecnologia catalitica che fa funzionare le stufe a metano, che hanno una cella in ceramica a forma di nido d’ape rivestita di un metallo nobile che filtra i fumi che si creano durante la combustione. Nel momento in cui si raggiunge una temperatura di 260 gradi, le molecole di metano si trasformano attraverso un processo chimico e aumenta la produzione di calore in maniera immediata, senza alcuna dispersione.

Il riscaldamento avviene grazie a tra mattoncini che propagano raggi infrarossi e che, in base alla quantità di calore richiesta, possono essere accesi insieme o singolarmente. Di solito la potenza di ognuno di essi è di circa 1400 watt e quindi in totale si possono ottenere 4200 watt, quindi una grande capacità di scaldare.

Le stufe a metano hanno, come già detto, un’elevata resa termica e non necessitano di canna fumaria, non hanno infatti tubi di scarico esterni e possono essere posizionate in qualsiasi ambiente della casa. Sono facili da installare anche senza l’intervento di un tecnico specializzato e non richiedono il rispetto di specifiche norme a riguardo. Le stufe a metano si accendono con il piezoelettrico e quindi funzionano anche in assenza di corrente elettrica.

La scelta delle persone spesso ricade sulle stufe a metano anche perché sono poco ingombranti, non servono le bombole e quindi le loro dimensioni sono ridotte, ma nonostante questo riscaldano molto di più delle classiche stufe a gas, che occupano invece più spazio. Anche se sono semplici da usare e sicurissime dal punto di vista delle emissioni e del pericolo di fughe di gas, è bene osservare alcune regole per un corretto posizionamento: devono essere poste in locali che raggiungono un’estensione di almeno 40 metri quadri, vicino ad una presa d’aria esterna o comunque su di una parete facilmente accessibile dall’esterno, per far sì che ci sia un continuo ricambio dell’aria ed evitare che si verifichi una pericolosa saturazione dell’ossigeno nell’ambiente.

 

Una stufa a metano da pavimento.

 

Stufe a metano: tipologie

Esiste una grande varietà di stufe a metano in commercio, con un’estetica che spesso si adatta a qualsiasi tipo di arredamento. Realizzate con un design molto semplice e dimensioni modeste, ve ne sono comunque di differenti tipologie, per accontentare le esigenze di tutti.

Esistono le stufe da pavimento, dotate di una struttura leggera, che possono essere facilmente trasportate e appoggiate appunto al pavimento di qualsiasi stanza. Un’alternativa è rappresentata dalle stufe murali, che invece vengono agganciate alla parete con delle staffe e si possono tenere quindi all’altezza desiderata.

Quelli citati sono gli esemplari classici, esistono poi quelli più particolari, che vengono realizzati ad immagine e somiglianza delle stufe a legna. Sono scelte dagli amanti dell’estetica e del fascino del camino, che decidono che la stufa possa essere anche un bell’oggetto d’arredo. Esistono anche stufe a metano per il riscaldamento esterno, collocate su verande, terrazzi o all’aperto in locali pubblici come ristoranti o bar che sfruttano appunto l’ambiente esterno per accogliere i propri clienti anche durante la stagione invernale.

 

Stufe a metano: perchè puzzano?

Qualsiasi combustione consuma l’ossigeno dell’aria e produce diversi gas, fra cui il monossido di carbonio. Questo avviene quando i combustibili fossili, come ad esempio la benzina, la legna, l’olio e anche il gas metano tra questi, bruciano in maniera non completa oppure quando l’aria fornita è scarsa o mancante.

In un locale chiuso o senza prese d’aria a sufficienza, l’ossigeno viene consumato in fretta e quando diventa scarso la combustione produce monossido. Questo purtroppo genera dei gas che si disperdono nell’aria in maniera dannosa e emanando un cattivo odore, per questo motivo tutte le stufe a metano di nuova generazione sono dotate sia di sistemi di sicurezza sia di catalizzatori che evitano la formazione e la diffusione di monossido e relativi spiacevoli olezzi.

 

Una stufa a metano da interni.

 

Stufe a metano: sono sicure?

Ancora oggi, purtroppo, rimane da sfatare il mito che le stufe a metano siano pericolose. Non è assolutamente vero, anche se producono monossido di carbonio, infatti, questo viene subito trasformato in anidride carbonica e vapore acqueo. Queste due sostanze vengono rilasciate in quantità molto basse, quindi non riescono ad assimilarsi insieme alle altre presenti nell’aria. I gas che vengono prodotti dalla stufa passano attraverso il catalizzatore che si trova sulla parte superiore di essa e che permette la dispersione di questi ultimi sotto una nuova forma.

Si tratta quindi di sistemi di riscaldamento sicuri al 100%, dotati di una valvola di sicurezza che provoca lo spegnimento automatico in caso di assenza di fiamma pilota. Oltretutto sono ecologiche, infatti il catalizzatore suddetto trasforma appunto i prodotti inquinanti in gas non nocivi che si disperdono, come abbiamo già detto, in quantità molto basse. Gli odori e le particelle dannose vengono neutralizzati e l’aria risulta depurata da questi elementi che possono causare allergie o problemi respiratori

Per quanto riguarda la sicurezza quindi abbiamo appurato che è tutto ok, bisogna però seguire alcune accortezze per installare una stufa a metano nella propria casa. Non serve l’utilizzo della canna fumaria, ma il dispositivo deve essere collocato in ambienti che siano grandi almeno 40 metri quadri, con una presa d’aria nelle vicinanze e su una parete che è facilmente accessibile dall’esterno. Utilizzarle in stanze non troppo piccole permette anche di evitare che l’aria si scaldi troppo, creando difficoltà respiratorie o possibili episodi pericolosi.

 

 

Stufe a metano: quali i prezzi?

Le stufe a metano, i modelli più moderni, realizzati e in commercio negli ultimi anni, sono economiche.

Si possono trovare differenti tipologie e dimensioni sul mercato, ma i prezzi, in media, variano sempre dai 100 ai 300 euro circa, il valore più alto è dato a quelle più sofisticate o con un design particolare. Costano sicuramente meno rispetto alle stufe alimentate da combustibili ecologici quali il pellet o la legna.

 

Stufe a metano: come risparmiare?

Oggi sul mercato, come abbiamo visto, vi sono differenti tipologie di stufe a metano e grazie a internet è possibile vedere i vari prodotti e confrontarli, basandosi anche sulle recensioni lasciate dagli utenti che acquistano.

Attraverso gli shop online si ha anche la possibilità di risparmiare e trovare quindi anche prodotti di ottima qualità a prezzi più convenienti, chiedendo magari anche dei preventivi per valutare e trovare la soluzione con il miglior rapporto qualità/prezzo.

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti