Stile zen: consigli per arredare e ristrutturare casa

Stile zen: consigli per arredare e ristrutturare casa in uno stile che va alla ricerca del rispetto della natura. Ecco di cosa si tratta.

Stile Zen, tutti i consigli per arredare e ristrutturare casa.
Stile zen: consigli per arredare e ristrutturare casa
User Rating: 5 (1 votes)

Ordine e armonia, cura dei dettagli, essenzialità ma anche ricerca di purezza delle forme e del rispetto della natura: sono queste le caratteristiche principali ed essenziali dello stile zen, un tipo di arredamento che permette di ricreare gli elementi essenziali dello stile orientale e che permette di curare la propria casa nei minimi dettagli alla ricerca di relax e spiritualità. Vediamo quali sono le origini e qual è il significato di questo stile, perché è utile ristrutturare in stile zen e quali sono gli elementi fondamentali. A chi rivolgersi e come risparmiare?

 

 

Stile zen: significato e origini

Lo stile zen è uno stile orientale: esso fa riferimento alla cultura nipponica, culla di armonia, eleganza e semplicità, ma anche di essenzialità e di ricerca di purezza delle forme, nel massimo rispetto della natura con cui ci si mette in totale armonia. Quando si parla di stile zen non si può non fare riferimento proprio a questo aspetto: in una casa arredata seguendo i tipici dettami della filosofia orientale, non possono mancare il rispetto della natura ma anche la ricerca di spazi sempre più a misura d’uomo, per rendere tutti gli ambienti essenzialmente vivibili, senza troppi fronzoli e nella maniera più semplice possibile.

Ad oggi, lo stile zen sta diventando sempre più ricercato anche in occidente, e questo accade grazie alla continua integrazione culturale di elementi fondamentali tipici di questa cultura: una cultura nipponica, infatti, che prende piede con la filosofia zen, e che ha sicuramente un grande successo anche in Italia.

Ma qual è il significato della cultura zen? Lo stile zen prende piede da una filosofia meditativa, che abbraccia la natura e che possiamo considerare come una filosofia essenziale: per questo motivo, è vero che in un arredamento composto in questo stile non mancano il rispetto della natura – e pertanto l’utilizzo di arredi semplici ed essenziali – ma anche la ricerca dell’armonia. Tutto è presentato in onore della natura e del suo rapporto con l’essere umano che si spera essere più rispettoso possibile.

 

Una casa con interni Zen.

 

Perché ristrutturare in stile zen

Vista la particolarità di questo stile, viene da chiedersi a questo punto quale possa essere il motivo per cui arredare seguendone i dettami: e la risposta è molto semplice e fa riferimento proprio alla ricerca di essenzialità, di ordine e di sobrietà ma anche di armonia e di purezza delle forme. Una cultura tranquilla, raffinata, semplice e modesta, che va alla continua ricerca di equilibrio tra eleganza e sobrietà, un equilibrio tutt’altro che semplice da raggiungere.

In una casa che viene concepita con questo stile, tutti gli spazi e quindi tutti gli ambienti sono pensati per essere fatti esattamente a misura d’uomo e quindi ricreano perfettamente le atmosfere di relax e di rispetto della natura: chi intende ristrutturare la propria casa seguendo i dettami di questo stile, deve quindi sempre tenere bene in mente il significato esclusivo di questa cultura.

Perché ristrutturare in stile zen, quindi?

Chi ama la semplicità, la sobrietà e l’eleganza, e tutti coloro che apprezzano le forme semplici, la ricerca della semplicità e dell’essenza delle forme, può sicuramente apprezzare una cultura orientale, anche in termini di arredamento. Quando si entra in una casa che viene concepita seguendo i dettami di questo stile, si rimane esterrefatti e pienamente colpiti dalla ricerca di equilibrio tra l’aspetto interiore e quello esteriore: pertanto, nonostante la ricerca della bellezza appaia come qualcosa di non esclusivo, d’altro canto se c’è bellezza interiore non può che esserci anche bellezza esteriore delle cose.

Se si vuol vivere in un ambiente che sprizza serenità ed armonia, tranquillità e ricerca del benessere interiore, non si può non apprezzare una casa arredata in stile zen.

 

Un soggiorno in stile zen.

 

Arredare in stile zen: gli elementi essenziali

Come abbiamo anticipato, il primo elemento essenziale e chiaramente anche il più visibile in merito ad un arredamento in stile zen è la ricerca di equilibrio tra semplicità ed eleganza: la sobrietà è il primo elemento indispensabile, ma l’armonia e l’ordine rimangono tra i fattori esclusivi di questo tipo di arredamento. Pertanto, arredare in stile zen significa, in maniera generica, andare alla ricerca di ordine e armonia, e per questo motivo non si può non ricordare l’importanza del rispetto di alcune regole che vanno essenzialmente seguite per ricreare questa atmosfera.

In particolare, è bene sapere che tutti i dettagli devono essere scelti con cura e che nulla va lasciato al caso: per ricreare la tipica atmosfera delle case nipponiche, è bene che sia i mobili che la struttura, ma anche gli elementi decorativi, vengano scelti con attenzione e con particolare cura.

Pensiamo, ad esempio, alla camera da letto, che è uno degli ambienti più importanti: la camera da letto deve essere predisposta con una struttura del letto possibilmente appoggiato al pavimento – il tipico letto Futon – o al massimo in legno, senza bordi né testiera. Tavolino basso con cuscini in soggiorno, o ancora dei caratteristici e semplici pouf con decorazioni orientali, possono essere interessanti da posizionare in soggiorno, sia per ricreare la tipica atmosfera delle case giapponesi, sia per dare un po’ di allegria alla casa. Fondamentale è l’illuminazione: l’atmosfera deve essere leggera, ed in questo l’uso della luce può essere la soluzione più adeguata, soprattutto se è soffusa, e con lampade leggere e a sospensione.

I colori variano dal bianco all’azzurro, e sulle pareti non devono mancare le stampe giapponesi o le decorazioni con i tipici ideogrammi, tutto possibilmente senza l’uso di cornici.

Per l’ambiente cucina-soggiorno, meglio ancora se si tratta di un open space: spazioso, arioso, luminoso, da suddividere solo con paraventi in carta di riso, che permettono di effettuare separazioni tra gli ambienti in maniera immediata e semplice.

 

Una camera da letto in stile zen.

 

Casa in stile zen: a chi rivolgersi?

Come arredare, quindi, una casa in stile zen? A chi bisogna rivolgersi? Ovviamente, la scelta più giusta consiste nel chiedere l’aiuto di un architetto specializzato in arredamento d’interni e quindi un esperto interior designer: con qualche accortezza, è anche possibile valutare l’aiuto di un professionista attraverso la lettura delle recensioni che si possono trovare in rete da parte degli utenti che hanno già usufruito di un servizio simile.

Molto utile è anche il passaparola: chiedendo ad amici o parenti, si possono individuare anche professionisti le cui capacità sono state già testate da persone che conosciamo e che possono suggerire un professionista nello specifico.

In casi diversi, e specialmente se si è abbastanza addentrati nel fai da te, è anche possibile ottenere risultati ottimali orientandosi sulla scelta autonoma di decorazioni ed elementi essenziali che richiamino questo stile; non bisogna però dimenticare che il consiglio di esperti è sempre fondamentale per evitare errori.

 

Una cucina in stile zen.

 

Arredare e ristrutturare in stile zen: come risparmiare

Come risparmiare, quindi, sull’arredamento e la ristrutturazione in stile zen?

La scelta migliore sia dal punto di vista dei risultati che sotto il profilo economico consiste nel valutare la richiesta ed il confronto di più preventivi: solo richiedendo e confrontando i differenti preventivi proposti da un adeguato numero di professionisti, si possono avere delle ottime risposte anche in termini di rapporto qualità prezzo.

 

 

 

Richiedi un preventivo gratuito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come ➜
X

Richiedi Preventivi Gratuiti