Ristrutturazione della prima casa: agevolazioni

State pensando di effettuare la ristrutturazione della prima casa, ma non avete idea di quali siano le agevolazioni fiscali? Tranquilli, ve lo diciamo noi!

Ristrutturazione della prima casa
Ristrutturazione della prima casa: agevolazioni
User Rating: 4.9 (18 votes)

Se state pensando di effettuare la ristrutturazione della prima casa, è bene sapere che esistono delle detrazioni fiscali di cui è possibile usufruire. Vi consigliamo di approfittarne!

Come certamente saprete, le agevolazioni fiscali previste dalla legge per la ristrutturazione della prima casa, sono tuttore valide ed è inoltre possibile richiedere le dovute detrazioni fiscali per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Nel presente articolo intendiamo occuparci di questa complessa tematica, cercando di offrirvi  informazioni e approfondimenti relativi ai vari benefici di cui è possibile usufruire fiscalmente. Non dimenticate inoltre di richiedere preventivi per ristrutturazione casa, così oltre al risparmio derivante dalle detrazioni, avrete un ulteriore risparmio sull’intervento vero e proprio!


Un po’ di ‘storia’ delle agevolazioni sulla ristrutturazione della prima casa.Ristrutturazione della prima casa

Ristrutturazione della prima casaLe agevolazioni per ristrutturare risalgono al ‘98, anno in cui venne stabilita la  possibilità di  detrarre una percentuale del 36% dalle spese sostenute per la ristrutturazione sulla prima casa.

Tale misura fu caratterizzata da diverse proroghe e nel 2011, il decreto legge 201/articolo 4 stabilì la permanenza della detrazione  al 36%.

Durante gli ultimi anni le regole relative che disciplinano tale materia sono state aggiornate e modificate, infatti nel giugno del 2012 gli sgravi per gli interventi edilizi sono saliti al 50%.

Va poi precisato che oltre alla maggiorazione dell’entità del bonus, hanno subito variazioni anche alcuni aspetti procedurali relativi all’iter per poterlo chiedere, e sono stati modificati anche i requisiti necessari per avere diritto all’accesso a tali benefici.

Attualmente tra i più importanti punti da ricordare, sottolineiamo che per poter fruire delle specifiche detrazioni non esistono limiti minimi di spesa.

Per ciò che concerne poi il corpus normativo del sistema di incentivi riferito alle detrazioni Irpef, gli sgravi vengono applicati su interventi che creano due unità abitative da un univo immobile: però in questo caso, per poter dedurre le spese occorre presentare una precisa documentazione in cui risulti che la ristrutturazione produrrà la variazione  d’uso del fabbricato.

Ristrutturazione della prima casa

Specifichiamo poi che si possono detrarre non solo i costi per i lavori di ristrutturazione della prima casa effettuati, ma anche le spese per progetti e opere varie dovute a professionisti, ovviamente solo per prestazioni necessarie allo svolgimento di un preciso intervento.

Il bonus prevede inoltre la detraibilità dei costi relativi ad opere effettuate in proprio, tenendo conto del 50% sulle spese sostenute per acquistare il materiale impiegato. E’ inoltre possibile detrarre anche l’imbiancatura, ma solo se ritenuta necessaria per completare la ristrutturazione agevolabile.

Secondo quanto stabilito dalla legge di Stabilità , esiste poi la possibilità di poter richiedere delle specifiche detrazioni per acquistare la prima casa con proroghe attive sino alla fine del 2015.

In maniera particolare ricordiamo che costruire rispettando le norme antisismiche permette di poter detrarre una percentuale del 65% (su limite massimo di 96.000a euro) in merito ad opere di messa in sicurezza statica, ma attenzione: questa agevolazione vale soltanto per costruzioni ubicate in aree sismiche caratterizzate da alta pericolosità.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI DA AZIENDE SPECIALIZZATE DELLA TUA ZONA! Scopri come >>>
X

Richiedi Preventivi Gratuiti