Ristrutturare un monolocale, 5 punti essenziali

Stai pensando di ristrutturare un monolocale? Ottima idea! Ecco delle utili indicazioni che ti aiuteranno ad ottenere un lavoro ottimale risparmiando!

ristrutturare un monolocale
Ristrutturare un monolocale, 5 punti essenziali
User Rating: 5 (10 votes)

Se stai pensando di ristrutturare un monolocale, ecco alcuni consigli per ottenere un risultato ottimale. Arredare piccoli spazi non è poi così semplice, ma neppure impossibile! L’ottimizzazione degli spazi al primo posto, senza rinunciare al risparmio! Con gli incentivi ristrutturazione e richiedendo più preventivi per ristrutturazione casa è possibile spendere meno ed il gioco è fatto!

ristrutturare un monolocale

Fino ad alcuni anni fa l’idea di vivere in un monolocale non era neanche lontanamente presa in considerazione! Oggi le cose sono cambiate parecchio e spesso il monolocale appare la soluzione migliore per giovani coppie o per single che sono ancora in cerca dell’anima gemella! La crisi immobiliare è andata sicuramente a svantaggio degli immobili di grandi dimensioni rilanciando invece i mini appartamenti, che ad oggi stanno avendo un enorme successo!

Progetto casa, il punto di partenzaristrutturare un monolocale

Come per ogni altra tipologia di casa, anche per il monolocale, quando si decide di effettuare una ristrutturazione edilizia, la prima operazione da compiere è il progetto. Esso deve rispondere alle esigenze di chi ci vive ed avere lo stile che rispecchi i gusti degli abitanti della casa.

Organizzare un monolocale è più complicato che rinnovare una casa grande per un ovvio motivo: la carenza di spazio. Occorre concentrare tutto in pochi metri, cercando di evitare di dare la sensazione di mancanza d’aria.

Per questo qualora siate un po’ pratici in materia, potrete effettuare voi stessi il progetto casa, in caso contrario si consiglia sempre di contattare un professionista, che saprà indicarvi più soluzioni e cercare quella che maggiormente risponde ai vostri gusti. Certamente i costi di ristrutturazione saranno un po’ più alti, ma avrete così la certezza di ottenere un risultato ottimale. Come si dice, chi ben comincia è a metà dell’opera!

Incentivi ristrutturazione

ristrutturare un monolocalePrima di procedere con la ristrutturazione edilizia vera e propria è bene soffermarsi un momento sugli incentivi ristrutturazione. La legge di stabilità, che appunto prevede detrazioni fiscali per questo tipo di interventi, è stata infatti prorogata fino a dicembre 2016. Per questo è bene approfittarne ed anche abbastanza in fretta!

Questa legge prevede infatti agevolazioni per la ristrutturazione con un bonus del 50% e la stessa detrazione si ha per l’acquisto della mobilia, con il bonus mobili ugualmente del 50%.

Per incentivare il risparmio energetico si ha un bonus energia del 65% per l’efficienza energetica. Sappiamo benissimo quanto sia importante ridurre il consumo di energia, sia per salvaguardare l’ambiente che per alleggerire le nostre bollette!

Altra agevolazione al 65% quella per l’adeguamento antisismico. Il nostro paese è senza dubbio ad alto rischio sismico e gli ultimi fatti di cronaca ci hanno purtroppo confermato che il pericolo è sempre dietro l’angolo.ristrutturare un monolocale

Per questo è bene costruire rispettando le norme antisismiche e qualora malauguratamente questo non sia stato fatto siamo ancora in tempo per rimediare.

Ricordiamo inoltre che è inoltre possibile approfittare dell’iva agevolata 10%.

Molto spesso capita che dopo una ristrutturazione si debba rinunciare agli incentivi per errori burocratici.

In questo senso c’è da sapere che dovrete pagare l’impresa edile a cui affiderete i lavori con un bonifico parlante e nella causale del bonifico apponete tutte le indicazioni dell’agevolazione di cui volete usufruire. Non dimenticate d’inserire anche la partita iva dell’azienda.

Gli incentivi ristrutturazione vi permetteranno di risparmiare, sarebbe un peccato perdere quest’occasione per un vizio di forma.

Ristrutturazione edilizia

Entriamo ora nel merito della ristrutturazione vera e propria, dandovi alcuni consigli su particolari interventi da compiere.

Innanzitutto è bene ricordare che cos’è un monolocale. Questo tipo di appartamento è costituito da una singola stanza comprensiva di reparto giorno e reparto notte a cui si va ad aggiungere il bagno.

Un elemento importante a cui prestare attenzione è la tipologia di pittura.

Per quanto riguarda la tecnica di pittura potete scegliere quella che più vi piace. Potete optare per una pittura semplice o per una più elaborata come lo stucco veneziano o magari una velatura bicolore, qualora vogliate creare degli effetti particolari. Per la tonalità di colore invece sarebbe meglio optare per una tinta chiara. Scegliendo il bianco o colori simili darete l’impressione di maggiore spazio, mentre i colori scuri e le tinte forti tendono a restringere gli spazi.

ristrutturare un monolocale

Inoltre per dare l’idea di maggiore grandezza prestate attenzione all’illuminazione. Sono preferibili luci con tonalità simile alla luce solare, cercate di mettere il maggior numero possibile di punti luce. Il trucco per far moltiplicare le fonti luminose è abbondare con gli specchi, che riflettendo, concorreranno a far sembrare il monolocale più spazioso.

Se dovete anche rinnovare l’impianto di riscaldamento il suggerimento è di scegliere un riscaldamento a pavimento. Questo perché tra i numerosi vantaggi di questo tipo d’impianto c’è il fatto che non si ha l’ingombro dei termosifoni, dunque aumenta lo spazio disponibile per la mobilia.

Questo non andrà ad incidere sulla scelta del pavimento, poiché permette l’installazione di qualsiasi pavimentazione. Inoltre da non dimenticare il vantaggio del risparmio energetico, che in questi tempi di crisi di certo non guasta! Magari, volendo, potreste associare ad esso un termosifone porta asciugamani nel bagno, che avrà doppia funzione di riscaldamento e di appoggio per gli asciugamani, con conseguente risparmio di spazio.

Per avere una sorta di separazione tra reparto giorno e reparto notte potreste pensare di installare un divisorio, magari un muretto in cartongesso, oppure potreste scegliere il vetromattone, molto elegante. Il vetrocemento inoltre ha il beneficio di far filtrare la luce, il che è positivo poiché concorre a dare l’impressione di spazi più ampi.

COME ARREDARE UN MONOLOCALE

Per arredare piccoli spazi in maniera ottimale è sufficiente prestare attenzione ad alcuni punti fondamentali.

Innanzitutto è bene precisare che la mission è arredare facendo sì che la casa sia bella, ma al tempo stesso funzionale. L’arredamento per monolocale è sicuramente più studiato rispetto ad uno per un appartamento più grande, ma nulla di poi così difficile trovare soluzioni salvaspazio!

ristrutturare un monolocaleIn generale per l’arredo, qualunque sia il vostro stile preferito, sarebbe meglio optare per tinte chiare, sia per la mobilia, che per i tessuti. Questo sempre per dare l’idea di maggiore spazio.

In tutto l’ambiente si vanno ad ottimizzare gli spazi. Per questo occorre sfruttare la metratura disponibile in altezza. In questo senso abbondate con mensole e scaffali, volendo potete arrivare fino al soffitto.

Per quanto riguarda il reparto giorno optate per le cucine monoblocco, esistono mini cucine a scomparsa che solo l’ideale per i monolocali! In commercio ve ne sono di tutti i tipi e di tutti i prezzi dunque avrete l’imbarazzo della scelta.

Se lo spazio lo consente andate poi ad aggiungere un bel divanetto ed un tavolo. Ovvio è che le dimensioni dipenderanno dai metri a disposizione.ristrutturare un monolocale

ristrutturare un monolocalePer quanto riguarda il reparto notte sarebbe preferibile avere un letto contenitore. All’apparenza uguale ad un letto classico, nasconde al suo interno moltissimo spazio per riporre oggetti, come coperte, scarpe o qualsiasi cosa vogliate. Se siete già in possesso del letto e non avete alcuna intenzione di ricomprarlo, potreste risolvere acquistando dei contenitori da inserire sotto al letto. Ne esistono di differenti materiali, come plastica e stoffa, e di svariati colori e forme. Sceglieteli in base allo spazio di cui disponete.

ristrutturare un monolocale

Anche in questa porzione di casa, soprattutto se non riuscite a far entrare un armadio, installate mensole o meglio ancora scaffalature chiuse su tutta la parete. Unirete così confort e praticità!

Passiamo ora al bagno. Generalmente viene installata la doccia, ma esistono anche bagni di monolocali in cui entra la vasca. Dunque varia da caso a caso. Un’idea potrebbe essere una vasca ad angolo. Essa infatti può andare a sfruttare uno spazio che a volte rimane sprecato, riesce quindi ad ottimizzare lo spazio, senza rinunciare all’eleganza. Per un maggiore comfort potreste addirittura munirla d’idromassaggio, per regalarvi momenti di prezioso relax. Sì, questo sarebbe proprio il massimo!

ristrutturare un monolocalePer quanto riguarda i sanitari, non ci sono dubbi, quasi obbligatoriamente sanitari sospesi. Occupano meno spazio e danno anche l’idea di una stanza più grande.

Stesso discorso vale per il lavabo, rimaniamo sulla stessa linea. I sanitari sospesi in commercio sono di diverse forme, tondi o quadrati, scegliete pure quelli che preferite. Non dimenticate inoltre la facilità di pulizia nell’area sottostante, sono davvero pratici!

Per chiudere il bagno del monolocale sarebbe preferibile una porta scorrevole, non occupa spazio aprendosi e permette di utilizzare la porzione di pavimento che grazie ad essa resterà libera.

Quanto costa ristrutturare un monolocale?

La ristrutturazione di un monolocale costa in media come qualsiasi altra casa, il fatto positivo è che essendo pochi i metri che costituiscono un monolocale, la cifra complessiva sarà minore.

Il costo medio per ristrutturare casa va all’incirca da 400 a 800 € al mq, poi ovviamente dipende nello specifico dalla tipologia di interventi che si andranno a compiere, dalla qualità dei materiali utilizzati e dalla zona in cui è situato l’immobile, per intenderci rinnovare un monolocale a Milano costerà di più rispetto ad uno nel sud Italia.

Se ad esempio andrete a scegliere un parquet di gran pregio il costo tenderà a salire, qualora invece andiate ad installare un laminato la spesa risulterà più contenuta.

Ad ogni modo per risparmiare, oltre ad approfittare delle agevolazioni fiscali ristrutturazione casa, vi conviene richiedere più preventivi per ristrutturazione casa dalle ditte della vostra zona. In questo modo potrete comparare più offerte e scegliere la migliore. Essendo la richiesta gratuita e senza impegno tanto vale la pena tentare, che avete da perdere?!

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti