Ristrutturare un bagno piccolo

Stai pensando di ristrutturare un bagno piccolo e non sai di preciso come procedere? Ecco alcuni accorgimenti per ottenere un lavoro ottimale e risparmiare!

ristrutturare un bagno piccolo
Ristrutturare un bagno piccolo
User Rating: 4.2 (5 votes)

La ristrutturazione del bagno deve essere ben organizzata prestando attenzione ad ogni dettaglio fin dalla fase di progettazione. Quando non si dispone di grandi metrature l’operazione richiede una maggiore cura, poiché per ristrutturare un bagno piccolo nel migliore dei modi bisogna concentrarsi sull’ottimizzazione degli spazi senza trascurare l’aspetto estetico. Quanto viene a costare questa ristrutturazione e come si può risparmiare?

ristrutturare un bagno piccolo

Come ristrutturare un bagno piccolo: l’iter da seguire

Quando si ha un bagno di piccole dimensioni, è fondamentale sfruttare al meglio lo spazio disponibile. Soprattutto se si tratta dell’unico presente in casa, il bagno deve essere il più pratico e funzionale possibile, dato che sarà molto utilizzato e dovrà contenere tutti gli elementi: lavandino, gabinetto, bidet, doccia o vasca e, solitamente, la lavatrice (a meno che non si disponga di un locale apposito alla lavanderia o non la si tenga in cucina).
Ristrutturare un bagno piccolo può essere una sfida, ma è possibile, con alcuni metodi, guadagnare spazio prezioso e far sembrare la stanza più ampia. 
Innanzitutto, ristrutturare il bagno (piccolo o grande che sia) necessita di diverse fasi.

La prima cosa da fare durante l’iter di ristrutturazione, è smantellare tutto. Quindi rimuovere tutti i sanitari, demolire pavimento, massetto ed eventuali mattonelle sui muri, smantellare doccia o vasca.

Successivamente si passa alla sostituzione delle tubature, avendo cura che il lavoro sia stato svolto alla perfezione, onde evitare perdite che causerebbero danni ingenti.

Una volta che gli impianti sono stati installati e massetto e muri richiusi, è il momento della posa delle piastrelle sul pavimento e, solitamente, sul muro (a metà, altezza porta oppure fino al soffitto, a seconda del gusto personale).

A questo punto è il momento di installare i nuovi sanitari e di collaudare il rinnovato impianto idraulico, per verificare pressione e temperatura dell’acqua e accertarsi che non ci siano perdite.

L’ultima fase è quella della tinteggiatura delle pareti nei punti in cui non sono coperte dalle mattonelle, dopodiché il proprietario del bagno potrà rifinire con oggetti e arredi personali. 

ristrutturare un bagno piccolo

Gli elementi

Nella ristrutturazione di qualsiasi ambiente della casa è importante valutare attentamente ogni singola scelta, affinché sia la più adatta agli spazi disponibili, ai gusti personali e allo stile che si vuole conferire all’abitazione.

Nel caso del bagno gli elementi da prendere in considerazione sono:ristrutturare un bagno piccolo

  • La porta. Quando si deve ristrutturare un bagno piccolo, l’ideale sarebbe poter sostituire la tradizionale porta a battente con una scorrevole. Se ciò non fosse possibile, si potrebbe in alternativa smontare la porta e metterla al contrario, eventualmente cambiando le cerniere per farla aprire nella direzione opposta. In questo modo si andrà a guadagnare superficie utilizzabile all’interno della stanza.
  • I sanitari. In generale, meglio scegliere sanitari dal design arrotondato, in modo da guadagnare qualche centimetro eliminando gli spigoli. Per quanto riguarda la scelta del tipo di sanitari, sicuramente bidet e gabinetto a terra sono la tipologia più ingombrante. Per risparmiare spazio è meglio preferire quelli sospesi, che anche visivamente danno una sensazione di maggiore leggerezza. Nei negozi specializzati se ne trovano molti che hanno una profondità di soli 50 cm. Inoltre, è meglio prediligere quelli con cassetta dell’acqua incassata nel muro, in modo da avere la parete dietro il wc libera.
  • I lavabi. Mediamente hanno una profondità di 50 cm, ma per chi ha dimensioni ridotte disponibili anche 25 cm sono sufficienti. Le opzioni migliori sono quelli da appoggio su mensole in legno o muro oppure sospesi. Si possono scegliere anche modelli da incastrare all’angolo tra due pareti, quelli con bordi molto sottili, a vantaggio di una cavità più grande, o quelli con rubinetto laterale: in commercio esistono davvero tante possibilità per tutte le misure e gusti estetici.
  • La doccia. Naturalmente se si hanno problemi di dimensioni ridotte, la doccia è da preferire alla vasca. L’ideale sarebbe una vasca ad angolo, per sfruttare a pieno lo spazio tra i due muri. Un’ottima soluzione è quella di optare per un box doccia in vetro, plexiglass o cristallo con porte scorrevoli oppure pieghevoli e un piatto doccia (quadrato o rettangolare) a pavimento. Eventualmente si può decidere di eliminare il piatto doccia, facendo creare una lieve pendenza e inserire lo scarico per l’acqua nel pavimento. 

Idee per ristrutturare un bagno piccolo

ristrutturare un bagno piccoloAnche se il bagno a disposizione è di dimensioni ridotte, non vuol dire che non possa essere altrettanto bello, funzionale e completo rispetto a uno più grande.

Certo, con poco spazio a disposizione ogni singola scelta deve essere presa con maggior precisione per essere certi di sfruttare a pieno ogni singolo centimetro disponibile, ma si potrà ottenere ugualmente un risultato soddisfacente.
Quando si deve ristrutturare un bagno piccolo, è consigliabile scegliere di utilizzare colori chiari per i muri e il pavimento, perché conferiscono luminosità grazie alla quale gli spazi sembrano più ampi. Se si vogliono usare colori accesi, questi potranno essere inseriti in alcune parti degli arredi o in mosaici.

L’importante è non esagerare con il colore che non è adatto a un ambiente piccolo, così come con le decorazioni elaborate e antiche, che appesantirebbero l’ambiente. Per dare un maggior senso di vastità alla stanza, è meglio prediligere piastrelle di forma geometrica e di taglio medio-piccolo, con fughe strette.
È anche preferibile optare per sanitari e arredi dal design minimal e contemporaneo, in modo da occupare il minor spazio possibile e mantenere un aspetto in ordine e igienico. Gli angoli della stanza possono essere sfruttati inserendo la doccia e il lavabo, eventualmente con annesso il mobile portalavabo.
Se si desidera, si può eliminare il bidet scegliendo uno dei moderni water che combinano gabinetto e bidet nello stesso vaso; in questo modo si recupererà spazio importante.
Anche il termosifone può essere facilmente rimosso e sostituito con uno scaldasalviette elettrico, che farà anche da porta asciugamano. In commercio se ne trovano in diversi stili e design, alcuni hanno uno spessore di soli 7 mm.
Infine, dato che in un bagno piccolo probabilmente non c’è spazio per mobiletti, posizionare pensili salvaspazio sopra i sanitari e mensole e ripiani sulle pareti (senza esagerare per non creare un ambiente soffocante). Nel caso in cui ci sia una nicchia, sfruttarla inserendoci lo scaldasalviette o un piccolo mobiletto.

Il consiglio è di optare per piccoli bagni moderni quando la metratura è scarsa, poiché un bagno classico darebbe l’impressione di uno spazio ancora minore.

ristrutturare un bagno piccolo

Quanto costa ristrutturare un bagno piccolo

In media per ristrutturare un bagno piccolo si spendono 3.000 €, ovviamente variabili a seconda della mole di lavori da fare, le piastrelle richieste, la qualità dei materiali. Se sono stati scelti sanitari e rifiniture di pregio si può arrivare a superare anche i 10.000 €.

Nel caso si disponga di un budget elevato e si possa non badare a spese, si potrà scegliere nella più completa libertà affidandosi puramente al proprio gusto estetico. Ma se il budget non è così illimitato, si può comunque ottenere un risultato di qualità anche senza spendere una fortuna. Occorre richiedere più preventivi per il rifacimento bagno gratuiti e senza impegno alle ditte della zona. Confrontando più offerte e scegliendo la migliore sarà possibile risparmiare!
Infine, è bene ricordare che sono previste delle detrazioni fiscali del 50% sull’Irpef per i lavori di ristrutturazione edilizia di cui è possibile usufruire pagando la ditta con un bonifico parlante e riportando nella causale tutte le indicazioni relative all’incentivo richiesto.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

RICEVI GRATIS E SENZA IMPEGNO 4 PREVENTIVI DA AZIENDE E PROFESSIONISTI NELLA TUA ZONA! Scopri come!
X

edilnet.it

Richiedi Preventivi Gratuiti