Ristrutturare un appartamento, da dove iniziare

Decidere come ristrutturare un appartamento può sembrare complicato, ma con alcuni accorgimenti iniziali potrete dare sfogo alle vostre idee e risparmiare!

ristrutturare un appartamento
Ristrutturare un appartamento, da dove iniziare
User Rating: 4.3 (36 votes)

Ristrutturare un appartamento permette si dar libero sfogo alle vostre idee, ma in realtà non potete far tutto ciò che vi salta in mente! Il primo passo da compiere è quello di controllare la parte burocratica per agire a norma di legge ed evitare sanzioni. Gli obblighi da rispettare quando si deve ristrutturare casa variano a seconda degli interventi che ci si appresta a compiere, dunque è bene rivolgersi in comune per avere delle indicazioni dettagliate.

Nel caso in cui si voglia rinnovare solo un pavimento, un impianto termoidraulico, imbiancare casa e non modificare la struttura della casa, non si ha necessità di alcuna documentazione. Viceversa invece se si ha intenzione di ampliare una stanza, demolire una parete o erigerla, occorre presentare in comune o direttamente allo ‘sportello unico per l’edilizia’ la pratica esatta, a seconda del tipo di lavoro che si andrà a compiere.

ristrutturare un appartamento

Nel caso in cui vogliate ristrutturare un appartamento che si trova in un condominio i lavori dovranno riguardare esclusivamente i locali privati e non intaccare le parti comuni (ingresso, cortili, scale,..), ne cambiare l’aspetto esterno dell’immobile (balconi, finestre, facciata..). Inoltre alcuni interni sono a volte essi stessi regolamentati dal condominio. Ad esempio la ristrutturazione della pavimentazione è spesso soggetta a vincoli sui materiali, affinché si mantenga una buon isolamento acustico. Dunque, prima di intraprendere un qualsiasi progetto di ristrutturazione, è indispensabile rivedere attentamente le regole condominiali. Ristrutturare un appartamento implica di pensare bene all’organizzazione. Agli eventuali vincoli materiali di regolamento di condominio, si possono aggiungere difficoltà di accessibilità dovute alla collocazione dell’ immobile. Se ad esempio vi trovate al sesto piano e non avete ascensore, sarà difficoltoso portare su un bagno, delle porte e dovrete rispettare ugualmente la pulizia delle scale e il silenzio dell’immobile. Ad ogni ostacolo si può porre rimedio, ma è bene analizzare il tutto preventivamente.

Essendo generalmente più limitato lo spazio in un appartamento rispetto che in una casa è fondamentale l’ottimizzazione degli spazi. Questa è la vera sfida quando si vuole ristrutturare un appartamento, ricavare appunto nuovi spazi sfruttando ogni singolo metro quadro. Il desiderio legittimo di ottimizzazione necessita di pensare attentamente ad un proprio progetto, integrandolo con le abitudini della propria vita quotidiana. Bisogna dunque porsi delle domande come: dove si passa maggiormente il tempo? Per fare cosa? Qual è invece la stanza meno utilizzata? A questo però bisogna aggiungere quelle che sono le costrizioni dettate dall’edificio, come ad esempio dove passano le tubature dell’acqua, etc..

Ristrutturare un appartamento

L’intervento di un tecnico specializzato nella pianificazione di interni si rivela allora importante. Una volta che un esperto avrà analizzato il potenziale del vostro appartamento e se il vostro progetto è fattibile, potrete finalmente lanciarvi nella rivoluzione della vostra casa!
Stanze troppo piccole, un tramezzo che ostruisce tutta la luce, una camera nel bel mezzo del passaggio, l’entrata che da nella cucina…se c’è qualcosa che non va è evidente che i vostri spazi devono essere riorganizzati. Su una superficie identica, senza bisogno di creare un’estensione e senza toccare i muri portanti, un appartamento può cambiare fisionomia e cambiarvi la vita! Partendo dal desiderio che vi spinge ad effettuare questo rinnovamento bisogna delineare chiaramente quelle che sono le priorità.
Per ridistribuire e creare delle stanze dovrete rompere delle pareti e forse rifare dei muri. Dovranno essere effettuati dei controlli preventivi. Certi muri, detti portanti, non possono essere indeboliti senza prevedere dei lavori di consolidamento a monte e lo stesso vale per le colonne di sostegno. Se ad esempio c’è un condotto di camino sarete costretti ad aggirare l’ostacolo. Bisogna ugualmente considerare dove passano l’ impianto idrico ed elettrico e vedere innanzitutto se sarebbe possibile fare degli spostamenti e nel caso lo fosse misurare le conseguenze sia in termini di lavoro che di costi.

Esistono infinite soluzioni per la redistribuzione degli spazi, si può ad esempio pensare di creare delle porzioni di parete che separino due ambienti. A differenza delle pareti totali eviterete di avere una rottura della luminosità, ma comunque rimarrebbe la separazione. Tuttavia le pareti intere sono preziose per isolare il rumore o gli odori dunque occorre valutare bene anche questo aspetto.

ristrutturare un appartamento

Ma quanto costa ristrutturare un appartamento?

Per quanto riguarda i costi per ristrutturare un appartamento, essi dipendono dagli interventi che avete deciso di far effettuare, è sempre consigliato comunque informarsi su eventuali sgravi fiscali per la ristrutturazione della casa. Per darvi un’idea di quanto costa ristrutturare un appartamento è bene sapere che le demolizioni hanno un costo da 25 a 35 €/mq, la posa di un pavimento ha un costo di circa 15 €/mq,  a cui poi va ovviamente sommata la spesa per il materiale, una pittura completa ha un costo di circa 20 €/mq, per il rifacimento degli impianti si va da circa 60 € per quello elettrico, a circa 200 € per quello idraulico. Una volta deciso con certezza ogni aspetto della ristrutturazione, prima di iniziare i lavori è bene chiedere un preventivo per ristrutturazione casa alle ditte della propria zona, cosi da sapere bene la spesa che si va ad affrontare e non incorrere in brutte sorprese. In questa maniera avrete la possibilità di risparmiare e dare un nuovo volto alla vostra casa non vi costerà un occhio della testa! 

NOTA: tutte le informazioni, i prezzi, i costi da noi forniti hanno carattere puramente indicativo.
Ogni prezzo è variabile per condizioni economiche, di tempistiche, di mercato e di località.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

  • Nicola

    Aggiungerei anche di assicurarsi che l’umidità all’interno della casa non sia dovuta solo alla condensa o allo scarso isolamento, ma anche all’umidità di risalita nel muro.
    A me continuavano a rovinarsi gli intonaci ed ho scoperto che era colpa del muro umido. Appena risolto il problema, la qualità dell’aria è migliorata subito, i cattivi odori se ne sono andati e i muri sono rimasti a posto.

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti