Riparazione porte

La riparazione porte ti spaventa? Tranquillo con i nostri consigli sarà semplice! Non sei bravo nel fai da te? No problem! Ecco come scegliere l'esperto!

riparazione porte
Riparazione porte
User Rating: 5 (4 votes)

Richiedi Preventivi Gratuiti

Che si tratti di porte scorrevoli, porte a soffietto, porte interne, porte a scomparsa, spesso, quando si ha a che fare con una casa da ristrutturare, non si può evitare di dover pensare alla riparazione porte. Di seguito ti vogliamo indicare una serie di vizi e difetti che possono colpire le porte delle vecchie case e fornirti qualche indicazione su come porvi rimedio.

Regolare la bocchetta per una porta  riparazione-porte

Ricopri la bocchetta della porta con del nastro adesivo di carta e disegna a matita  il contorno dell’apertura per il paletto a scatto. Lubrifica il paletto a scatto spalmando sull’estremità del rossetto o burro di cacao e fallo rientrare girando la maniglia. Quindi chiudi la porta.

A questo punto potrai liberare il paletto a scatto che lascerà un segno sul nastro adesivo, quindi fallo rientrare e apri la porta. Se il segno sul nastro adesivo mostra uno scarto di allineamento inferiore al mezzo centimetro, prova a rimuovere la bocchetta, inseriscila in una morsa e lima il necessario. Nel caso in cui, invece, lo scarto di allineamento sia maggiore al mezzo centimetro prova a verificare che le cerniere non abbiano ceduto o che il telaio non abbia subito deformazioni. Se esistono simili difetti rimonta la bocchetta in modo che sia quanto più possibile allineata al paletto a scatto.

Riparazione dei fori delle viti spanati

Spesso, nelle vecchie porte, i fori delle viti possono essere spanati. Se questo fosse il caso, puoi procedere in questo modo: svita le cerniere dei cardini dal telaio della porta e rimuovi il battente. Con un trapano elettrico con punta da 6 mm trapanate i fori spanati.

Procurati degli spinotti di legno con un diametro da 6 mm e tagliali della lunghezza necessaria per inserirli nei fori. Quindi li dovrai spalmare di colla e piantarli  all’interno dei fori aiutandoti con un martello. Lascia che la colla si asciughi, quindi trapana gli spinotti (di solito c’è una sorta di tacca che indica il punto dove forare) e riavvita in posizione le cerniere.

Sostituzione delle rondelle d’ottone di una portariparazione porte

Apri il battente e rimuovilo dalla sua sede sollevandolo sulle cerniere. Quindi sfilate le vecchie rondelle usurate dai perni delle cerniere fissate al montante del telaio e sostituitele con delle nuove  rondelle d’ottone che abbiano uno spessore leggermente maggiore.

Piallatura dei bordi del battente della porta

Nel caso in cui il battente dovesse sfregare contro alcune parti del telaio della porta bloccalo in posizione aperta con dei cunei, quindi inizia a piallare, con un pialletto o una pialla a rifinire, il bordo che sfrega.

Lascia un gioco di 3 mm circa tra battente e telaio a porta chiusa. Se il battente sfrega invece contro il montante di chiusura o con le cerniere per tutta la loro lunghezza rimuovilo e svita le cerniere. Traccia una linea di 3 mm dal bordo con cerniere del battente, fallo tenere di taglio e pialla sino alla linea. Riavvita le cerniere e riponi nuovamente il battente nel telaio.

Pannelli porte: cosa fare quando si scollano

Nelle vecchie porte in legno può capitare che i pannelli cedano all’altezza dei giunti. Ecco come procedere per rincollare e serrare i pannelli che si sono scollati.

riparazione-porte

1 Pannelli porte: rincollare i giunti

Rimuovi con attenzione il battente dal telaio e posalo in piano su due cavalletti o su un banco da lavoro. Con martello e cacciavite  fai uscire gli eventuali spinotti di rinforzo che bloccano i giunti; nel caso così non riuscissi prova con un trapano elettrico con la punta delle dimensioni adatte.

Quindi cerca di separare i pannelli in modo da scoprire le lame di raccordo interne (dette tenoni) per qualche centimetro. Per allargarli ti puoi aiutare usando un mazzuolo facendo attenzione a non rovinare le fibre del legno. Infine spalma della colla per legno sulle parti visibili di tenoni e mortase.

2 Pannelli porte: serrare i giunti  

Una volta inserita la colla fra tenoni e mortase dovrai serrare i giunti dei pannelli del battente. Con il mazzuolo riavvicina montanti e traverse del telaio del battente, facendo attenzione a proteggere i pezzi battendo su di un blocchetto di legno che terrai appoggiato al pannello della porta.

Blocca il battente per la sua larghezza aiutandoti con due serragiunti all’altezza del punto di raccordo fra montante e traversa (giunto del battente). Taglia gli spinotti di legno in modo che siano leggermente più lunghi rispetto allo spessore del battente  e, aiutandoti con uno scalpello, crea una sorta di punta su una delle due estremità. Ricopri bene di colla gli spinotti e mettili nelle loro sedi. Una volta che hai rinforzato i giunti con gli spinotti in legno  rivoltate il battente e lima le sporgenze degli spinotti rifinendo il lavoro con una pialla.

Riparazione e sostituzione dei pannelli di una porta internariparazione-porte

1 Rimuovere il pannello dal battente

Per rimuovere il pannello, innanzitutto, poggia il battente della porta su dei cavalletti o su un banco da lavoro e controlla se il pannello è tenuto in posizione da scanalature presenti nel montante, nella traversa o nel telaio. Se questo fosse il caso dovrai cercare di rimuovere il pannello dal suo alloggiamento.

Potresti provare togliendo, con una fresatrice, circa un centimetro di legno lungo la parte interna del montante: metti la guida laterale della fresa contro il lato esterno del battente e regola la profondità di taglio in modo che il pannello non si rovini. Non ti dimenticare di fissare al montante della porta, con l’aiuto di alcuni morsetti, due pezzi di legno che possano funzionare come blocco per la fresa. Quindi regola di nuovo la fresatrice e, se necessario, passala un’altra volta. Ripeti l’operazione lungo gli altri bordi del pannello e, infine, sfilalo.

Nel caso non si potesse usare una guida laterale per la fresatrice, potresti provare bloccando con dei morsetti una staggia da murature al battente.

Se, invece, il pannello è inserito in cornici riportate, puoi provare – dopo aver rimosso un po’ di vernice lungo l’unione con il telaio –  a sollevare le cornici con un scalpellino. Se i giunti del telaio sono allentati li puoi allargare, rimuovi il montante e sfili il pannello.

 

2 Riparazione e posa del pannello in legno nel battente

Se il pannello è fessurato dovrai spalmare della colla vinilica per legno lungo i bordi della fessura e, quindi, bloccarlo con il serragiunti in modo da stringere i bordi della fessura.

Una volta che la colla si è asciugata, rimuovi quella che è fuorisciuta e rimetti il pannello nel telaio. Se vedi che il pannello è troppo rovinato o che non lo si può riparare converrà sostituirlo con uno nuovo.

riparazione-porte

3 Ricostituzione delle finiture dei bordi

Per rifinire il lavoro di riposizionamento del pannello dovrai cercare di rimettere, se necessario, anche quei bordi di legno a copertura del giunto del pannello con la traversa o il montante.

Quindi cerca dei listelli di legno uguali a quelli rimossi dai bordi esistenti. Taglia i listelli secondo le misure dei quattro bordi facendo attenzione a smussare le estremità con un angolo di 45°. Ora dovrai metterli in posizione contro il pannello e tenerli saldamente.

Puoi fissarli inserendo dei chiodini senza testa, uno ogni 15 cm. Evita assolutamente di usare la colla per fissare il pannello altrimenti, i normali movimenti del legno del telaio, potrebbero causare una nuova fessurazione del pannello. Invece, per quei pannelli tenuti fermi da cornici, ti basterà rifissare le stesse cornici sempre con dei chiodini senza testa. Se poi fosse necessario potrai sempre cambiare le cornici rovinate con altre nuove.

La riparazione porte, come qualsiasi altro intervento, qualora non si agisca con attenzione, può diventare un lavoro dispendioso. Per questo se non siete esperti in questo campo, vi conviene contattare degli esperti e comparare preventivi per manutenzione e riparazione infissi. In questo modo, non solo avrete la certezza di un lavoro svolto in maniera ottimale, ma potrete anche ottenere un risparmio!

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

Tags:
OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti