Punte trapano: quali scegliere?

Le punte trapano non sono tutte uguali e devono essere scelte in base al materiale su cui si desidera intervenire.

punte trapano quali scegliere
Punte trapano: quali scegliere?
User Rating: 5 (2 votes)

La punta di un trapano deve garantire sicurezza ed efficacia. Vediamo insieme quali punte trapano scegliere in base ai vari materiali.

 

Cosa è una punta trapano

Il trapano è un utensile molto utile sia nelle officine che nel fai da te; per sfruttare al meglio le sue funzionalità occorre scegliere con accortezza la punta adatta secondo forma, materiale e superficie di lavoro.punte trapano in azione

La punta trapano è formata da due parti: il codolo è la parte inferiore che si inserisce nel mandrino del trapano, mentre la punta vera e propria si trova all’altra estremità ed è quella che ha il compito di forare. Le dimensioni e forme di entrambi possono cambiare a seconda dell’utilizzo e del tipo di trapano: fortunatamente, però, non occorre utilizzare punte della stessa marca dell’attrezzo, in quanto la maggior parte delle componenti è universalmente compatibile e può essere utilizzata senza problemi su prodotti di aziende diverse.

Bisogna fare molta attenzione al rapporto peso – attrito che codolo e punta possono avere sull’attrezzo: per esempio, su un trapano portatile che supporta punte fino a 13 mm, non è possibile montarne di misure superiori, anche se mantengono il codolo della misura ideale. Un uso improprio delle punte di trapano può provocare danni all’utensile e a chi lo maneggia: in questa guida si possono trovare tutte le informazioni necessarie per evitare incidenti ed eseguire un lavoro con l’attrezzatura più adatta.

 

I vari tipi di punte da trapano

Le punte trapano si possono trovare in differenti forme, quali:
– a lancia (o a saetta), che all’estremità del codolo presentano una punta di lancia;
– elicoidale, ideali per forare il legno e rimuovere trucioli allo stesso tempo;
– HSS, sigla che sta per High Steel Speed, e che indica un tipo di punta con estremità appuntita adatta a forare metalli e ad agire ad alta velocità.

punte trapano elicoidali

Anche le forme dei codoli possono cambiare, a seconda dello sforzo che devono trasmettere. Si suddividono in:
– cilindrici, che sono quelli più utilizzati e montano su quasi tutti i mandrini;
– conici, con o senza dente di trascinamento;
– esagonali, studiato principalmente per avvitatori e trapani portatili;
– a piramide, svasati ma con sezione quadra;
SDS, di forma particolare che si collega al mandrino tramite un bloccaggio specifico. Altamente performante, è utilizzato in lavorazioni pesanti e professionali.

A seconda del materiale che compongono le punte trapano troviamo le seguenti punte:
– diamantate, usate per taglio e rifiniture di gemme, ceramica e vetro;
– al titanio, resistenti e durature;
– al carbonio, adatte anche per forare efficacemente travi di grande spessore;
– al cobalto, ottime sull’acciaio;
– al widia, ovvero carburo di tungsteno sinterizzato che agisce con efficacia su muri, cemento e pietra.

 

Come scegliere le punte trapano adatte

Naturalmente il fattore più importante nella scelta di punte trapano è trovare quella più adatta al tipo di materiale su cui si va a lavorare. Alcune, infatti, sono più efficaci su legno, mentre altre, più resistenti, riescono a perforare con facilità anche l’acciaio.
Vediamo ora, caso per caso, quali punte funzionano meglio sulle diverse superfici di lavoro.

punte trapano per legno

Legno: è importante sapere che, lavorando su questo materiale, si deve disattivare la funzione percussione e occorre agire a basse velocità. Le punte per legno più efficaci sono quelle elicoidali, particolarmente adatte perché la loro forma permette di liberarsi agilmente dei trucioli. Possono essere fabbricate in vari materiali: il più valido è l’acciaio.

Metalli: qui le punte più utilizzate sono le HSS di acciaio, che alcune volte vengono rinforzate da TiN, ovvero nitrito di titanio, un composto che rende le punte dorate e aggiunge ulteriore resistenza. La forma più utilizzata è quella a spirale.

Acciaio: anche in questo caso si prediligono le punte HSS a spirale, che spesso presentano una punta appiattita per garantire un’ottima presa sulla superficie da forare.

Ferro: queste sono le punte “universali”, che possono essere utilizzate con buoni risultati anche su altri materiali. Si trovano in commercio sia in cromo vanadio, adatto a lavorare l’alluminio, che in acciaio rinforzato con cobalto e il sopracitato TiN. Non bisogna dimenticare di lubrificare e raffreddare frequentemente la punta, sottoposta spesso ad alte pressioni e temperature.

Vetro: questo materiale, il più fragile fra quelli elencati, va lavorato a bassa velocità e a bassa pressione, con punte di acciaio a lancia che permettano di rifinire con attenzione anche i dettagli più impegnativi.

Cemento armato e non: ritorna la forma elicoidale e a spirale, e il codolo assume la forma SDS per sostenere al meglio sia la forte percussione che l’alta velocità del trapano. Queste punte sono composte da acciaio molto resistente che lavora senza problemi anche ad alte temperature, e sono ottime anche per forare marmo, mattoni e pietra.

Occorre non dimenticarsi che è ovviamente sconsigliato utilizzare delle punte specifiche su un materiale per il quale non sono destinate; inoltre è indispensabile fare attenzione al riscaldamento di queste parti quando usate per superfici dure e difficili da forare.

 

Quali punte trapano acquistare

Il modo migliore per comprare un prodotto efficiente è affidarsi ai consigli di chi ha già avuto modo di provarlo: ecco un elenco delle migliori punte trapano secondo i consumatori.

Punte trapano per legno

Mannesmann M54308: di questo prodotto Mannesman troviamo recensioni molto favorevoli: le otto punte sono composte con materiali di ottima qualità (lega d’acciaio cromato), e il buon rapporto – qualità prezzo che le caratterizza le rende uno strumento indispensabile sia per usi hobbistici che professionali.

BLACK+DECKER A7188-XJ: l’azienda Black+Decker è da sempre sinonimo di qualità e alte prestazioni, e non si smentisce nella produzione di questo kit, composto da punte e utili accessori per un totale di 50 pezzi. I consumatori si dicono molto soddisfatti per la sua comodità e completezza, oltre che per il suo prezzo molto vantaggioso. Tuttavia, prima di utilizzarlo, non bisogna dimenticare che non è un prodotto adatto all’uso intenso o professionale.

Mannesmann M54620: di nuovo una creazione Mannersman, questo set di 6 punte è contenuto in una pratica, resistente e originale valigetta di legno che i compratori apprezzano molto. La loro efficacia su legno morbido e duro non gonfia il prezzo, che rimane accessibile anche per chi non lavora il legno a livello professionale.

Punte trapano per metallo

Metabo 627151000 HSS-R : questo kit da 19 punte Metabo è molto apprezzato da chi deve lavorare il metallo a livello amatoriale. Caratterizzato da una buona durabilità e da un’ottima maneggevolezza, il prezzo molto basso fa sì che sia un prodotto ideale per gli appassionati di fai da te.

Punte trapano per muro

S&R set punte trapano per cemento e calcestruzzo: il set S&R da 7 pezzi comprende punte di diverse misure realizzate con metallo duro, che secondo i clienti lavorano egregiamente su muro, piastrelle, mattoni e pietra: i loro punti di forza sono la qualità impeccabile e la durevolezza, insieme al prezzo vantaggioso.

Punte trapano per vetro

Brueder Mannesmann Werkzeuge punte per vetro: queste 6 punte a lancia, un prodotto Mannesmann, sono l’ideale per forare il vetro, anche se non bisogna dimenticare che vanno continuamente raffreddate (così come il materiale che si lavora) e occorre esercitare poca pressione. I clienti segnalano che il kit è l’ideale anche per forare piastrelle in gres, e sono molto soddisfatti dalla sua versatilità e dalla sua convenienza.

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti