Pareti color tortora: prezzi e suggerimenti

Le pareti color tortora sono l'ultima tendenza in tema di interior design: segui i nostri suggerimenti e scopri i prezzi per una casa alla moda!

pareti color tortora prezzi e suggerimenti
Pareti color tortora: prezzi e suggerimenti
User Rating: 5 (1 votes)

Gli esperti di interior design, architettura per interni, hanno da tempo sdoganato le pareti colorate. Fino a poco tempo fa, infatti, i muri di casa venivano concepiti unicamente bianchi, se non tappezzati. Da qualche anno, invece, l’opzione delle pareti colorate è molto di tendenza ed è ritenuta raffinata ed elegante. Se non si amano le scelte azzardate, ma non si vuole scadere nella banalità del bianco, un’alternativa è quella delle pareti color tortora: il nuovo colore considerato neutro.

 

 

Perché delle pareti color tortora?

 

soggiorno color tortoraIl color tortora prende il nome dal piumaggio dell’omonimo uccello. Si tratta di un grigio particolare, sobrio ed elegante. Il codice pantone del color tortora puro e originale è: RAL 1019 RGB 164, 143, 122. È molto importante avere il riferimento esatto, per acquistare della pittura color tortora, perché, esattamente come il piumaggio delle tortore, esistono diverse varianti di questa tinta. Il tortora può avere diverse sfumature: grigi tendenti quasi al lilla, marroni che virano al verdone.

Il tortora puro è considerato, da tutti gli esperti di arredo d’interni, un colore neutro, quindi adatto anche ad appartamenti e case arredate in maniera molto classica, sobria ed elegante. È un colore chiaro e luminoso, che dona un effetto ottico di ampiezza: fa sembrare i locali più grandi. È una tinta discreta, opaca, adatta a qualunque stanza, se ben abbinata. Il bianco, molto spesso, risulta accecante, specie se contestualizzato in arredi in legno o di altri colori. Le pareti colorate, dal canto loro, sono difficili da armonizzare con l’arredamento. Il tortora, con la sua discrezione, sta bene quasi con tutto. Inoltre, è un colore riposante per gli occhi, non annoia perché non è vivace e squillante e difficilmente passerà di moda, come tutti i colori neutri.

 

 

Pareti color tortora: idee e abbinamenti

 

pareti color tortora a righeIl primo consiglio è di utilizzare il color tortora per dipingere le pareti di ambienti piuttosto ampi. Nei locali molto piccoli, infatti, rischia di non essere abbastanza valorizzato o di incupire l’atmosfera circostante. Il secondo consiglio è di evitare di scegliere mobili della stessa tonalità. Trattandosi di un colore molto discreto, abbinarlo tono su tono darebbe all’ambiente un aspetto piatto e con poca personalità. Il tortora sta molto bene con i pavimenti in parquet bianco, biondo o nero, ad esempio quelli in: frassino, acero, faggio, larice, noce, rovere, teak o quercia. È meno indicato per i parquet in legno rosso, tipo ciliegio e mogano. Sta molto bene con le piastrelle bianche o chiare, meglio se striate di grigio. Si abbina perfettamente anche ai pavimenti in cotto, le cui fughe riprendono la sua stessa tonalità di grigio. Il tortora si sposa benissimo con il mobilio in legno, soprattutto se di toni chiari, che ne valorizzano la luminosità.

Anche l’arredamento in vimini si addice alle pareti color tortora, così come un mobilio dai colori eccentrici, per chi ama il design moderno, in tutti i toni del viola o del blu. Per quanto riguarda i complementi d’arredo, gli abbinamenti più raffinati, con le pareti tortora, sono: divani, tende e tappeti lilla o azzurro pastello o polvere, grigio perla o argento e tutta la scala cromatica del marrone, compresi l’oro e il bronzo. Le pareti color tortora stanno bene in tutte le stanze della casa, soprattutto se il contesto arredativo è adatto. Tendenzialmente, però, danno il meglio di sè nei living, nei salotti e nelle camere da letto: dove è richiesta luminosità, eleganza sobria e raffinata ed un tocco di discreta originalità.

 

 

Pareti color tortora: quanto costano?

 

Solitamente, i pittori professionisti, non fanno differenza di prezzo per le loro prestazioni in base al colore, soprattutto per quanto riguarda le tinte chiare. È possibile, però, che possano chiedere tariffe differenti in base alla tecnica pittorica che si richiede loro di utilizzare. Il costo della pittura è sempre a carico del cliente. Una latta da 2,5 litri di pittura murale color tortora, che basta per circa 10 mq, può costare dai 25,00 € ai 35,00 €, in base alla marca ed alla qualità. A questa spesa andrà aggiunta, naturalmente, la parcella da corrispondere al pittore. I costi sono indicativi, perché ogni professionista o ditta specializzata ha i suoi tariffari personali. Indicativamente:

  • pittura tradizionale, liscia, semplicemente a rullo: dagli 8,00 € ai 12,00 € al mq,
  • pittura spugnata: una tecnica decorativa che prevede la colorazione tramite colpi di spugna. L’effetto è di movimento e sfumature, molto particolare: 10,00 €15,00 € al mq,
  • pittura con effetto di velatura, una tecnica che consiste nel ripassare il muro pitturato con uno strato di vernice molto diluita, in modo da creare dei giochi di trasparenza: 10,00 €15,00 € al mq,
  • pittura murale a smalto, che si differenzia dalla tempera perché ha un impatto cromatico più deciso, quasi metallizzato, più lucido e riflettente: 8,00 €12,00 € al mq,
  • richieste particolari, ad esempio una velatura perlescente o con riflessi preziosi: 15,00 € e più al mq, in base al tipo di opera decorativa richiesta.

 

 

Pareti color tortora: come poter risparmiare?

 

Se si è deciso di voler ritinteggiare la propria casa, o solo qualche stanza, in color tortora, seguendo così i più recenti dettami della moda e della tendenza, non resta che trovare un professionista competente e conveniente che effettui il lavoro. Per scegliere quello più adatto alle proprie esigenza è consigliabile contattare più pittori, o più ditte edili, e farsi fare dei preventivi. In questo modo si potrà fare un confronto con cognizione di causa e scegliere quello meno costoso.

In questi casi è importante, però, non badare esclusivamente al prezzo ma fare una valutazione globale delle prestazioni offerte dal professionista. Si consiglia di informarsi, ad esempio, sui tempi: sia per quanto riguarda la data di inizio lavori sia per quanto impiegherà a finirli. Inoltre, è bene informarsi sul metodo di lavoro: se si occupa anche di preparare la stanza e stendere i teli protettivi, se rimetterà in ordine a lavoro finito, per quante ore al giorno e in quali orari è disponibile. Una volta raccolte tutte queste importanti informazioni, scegliere il pittore che più soddisfa le proprie aspettative, ad un buon prezzo, sarà molto semplice.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti