Moquette: cosa sapere

Moquette: cosa sapere. Quali sono le varie tipologie proposte in commercio, e quali le soluzioni più economiche?

moquette cosa sapere
Moquette: cosa sapere
User Rating: 5 (1 votes)

Moquette: cosa sapere in merito alla posa della moquette? Cos’è la moquette e quali sono le sue caratteristiche? Esistono diverse tipologie di questo prodotto? È consigliato fare riferimento a persone esperte e qualificate per la messa in posa della moquette oppure si può preferire il classico fai da te? E quali potrebbero essere le controindicazioni? Vediamo anche i consigli giusti per risparmiare.

 

 

Moquette: cosa è

La moquette è ad oggi un tessuto – se così vogliamo dire, ma in realtà essa è molto di più, come vedremo – che in alcuni casi ed in determinate situazioni appare un po’ superato. Veniva spesso utilizzato, un tempo, nelle case dei “ricchi” ed anche negli studi privati ed era un ottimo prodotto che in qualche modo sembrava garantire e trasferire idee di bellezza e di eleganza, classe e stile di quell’immobile.

Basti pensare alle antiche regge ed a studi di avvocati che, molto spesso, sfoggiano questo elemento: che però oggi viene visto in maniera relativamente diversa, perché se è vero che esistono delle persone che tendono a dichiarare che la moquette sia antica e superata, oltre che poco igienica e funzionale dal punto di vista pratico e della pulizia, è anche vero dall’altro lato che non si può fare a meno di pensare a quante altre persone invece siano d’accordo nel ritenere la moquette un elemento unico per l’arredamento della casa.

Ma cos’è la moquette? Essa fa capo ad una tradizione dei paesi anglosassoni, che ormai da molti anni si è diffusa anche nella tradizione europea: si tratta di una forma di copertura e rivestimento per i pavimenti, che può essere utilizzata con un certo successo sia all’interno dell’ambiente domestico, sia all’interno di uffici o studi privati.

moquette beige

 

Moquette: caratteristiche

Quando si parla di moquette si pensa sin da subito al classico rivestimento per pavimenti che serve in maniera principale ed esclusiva per rivestire e coprire la parte dell’immobile che viene calpestata. I motivi per cui scegliere una moquette, magari al posto del più tradizionale pavimento, possono essere vari: in genere, essi fanno riferimento alle specifiche caratteristiche di questo prodotto, che vediamo qui di seguito.

Ovviamente, si fa prima di tutto riferimento all’aspetto estetico ed al gusto della persona che sceglie di applicare la moquette per il rivestimento della pavimentazione, bisogna a questo proposito ricordare che, in effetti, la pavimentazione ricoperta dal tappeto in moquette può assumere un’eleganza particolare, motivo per cui essa può essere scelta.

Ma ricordiamo quali sono le caratteristiche specifiche della moquette, ovvero:

  • Capacità di trattenere le polveri, rispetto a quanto invece avviene con la normale pavimentazione che permette la dispersione della polvere nell’ambiente stesso e che quindi non contribuisce ad una pulizia dell’aria. A chi obietta che la moquette è un prodotto che rende una casa “sporca” e piena di polvere, si può tranquillamente rispondere che quest’ultima può essere eliminata in maniera piuttosto semplice, con l’uso di una normale aspirapolvere.
  • Potente isolante acustico naturale, che rende la moquette un elemento prediletto, ad esempio, all’interno di alberghi e di ambienti professionali grazie alla sua specifica capacità di attutire bene il rumore.
  • Buon isolante termico, che permette così di ottenere un buon risparmio energetico anche per quel che riguarda il riscaldamento e la sua efficacia, pari a quasi il 10%.
  • Prodotto economico e quindi non eccessivo dal punto di vista dei costi, in grado quindi di coprire anche pavimentazioni rovinate in maniera decisamente economica.

 

Moquette: le tipologie

Fermo restando che la moquette è un prodotto di una certa rilevanza ed efficacia dal punto di vista anche dell’arredamento – perché in effetti possiamo scegliere anche dei “tappeti” di moquette di ogni gusto estetico e pertanto adatti ad ogni nostra specifica esigenza – non possiamo dimenticare che di questo prodotto è possibile acquistare ed installare diverse e svariate tipologie, che possono essere qui descritte.

In linea di massima, la moquette può variare di gusti e dimensioni, di temi e possibilità estetiche, il tutto a seconda delle proprie esigenze specifiche sia estetiche che di costi e di funzionalità. Possiamo quindi fare riferimento a tre grandi tipologie di moquette, che si tendono a differenziare l’una dall’altra per quel che riguarda la qualità e la lavorazione del tessuto e ciò ovviamente comporta anche una differenza di spesa:

  • Moquette bouclée: si riconoscono abbastanza facilmente per alcune caratteristiche, e quindi ad esempio dal fatto che sono molto spesse e robuste, presentano il pelo a occhiello, e non trattengono le impronte. Queste sono moquette che si possono utilizzare con maggiore frequenza in determinati tipi di ambientazioni, come ad esempio nei luoghi in cui il passaggio è elevato;
  • Moquette di velluto: sono più rasate e a pelo corto rispetto alle precedenti ed anche rispetto alle altre tipologie di moquette, hanno un aspetto funzionale e compatto, e sono però abbastanza delicate e sensibili sia al tatto che allo sporco. Questa è la tipologia anche più difficile da mantenere sempre pulita e ben manutenuta;
  • Moquette agugliate: sono più forti, compatte e resistenti, dotate di pelo corto o rasato. Indicate anche per ambienti di un elevato passaggio, sono in genere consigliate nell’ambiente domestico in corridoio o ingresso, e negli uffici in generale.

 moquette adesiva

 

Moquette: come si posa

Ovviamente, il consiglio è di fare riferimento a persone esperte e qualificate, come un esperto tappezziere che sappia mettere in posa in maniera ottimale la moquette, evitando così antipatiche conseguenze che potrebbero in qualche modo rendere problematico l’uso stesso della pavimentazione.

In linea di massima, la messa in posa della moquette richiede una certa esperienza, ma per chi volesse optare per il fai da te, ricordiamo che prima della sua applicazione e dell’incollaggio, è bene che il pavimento sia integro, perfettamente pulito, e che non vi sia in alcun modo residui di cera o di prodotti lucidanti. Se il pavimento è poroso, è bene, prima della sua applicazione, procedere al trattamento con acqua e resina, stesa a pennello.

Tra i metodi più in uso per la messa in posa della moquette ricordiamo:

  • Incollaggio: in questo caso, se si opta per il fai da te, è bene prestare attenzione al tipo di collante che viene utilizzato in quanto in commercio vi sono diversi tipi di adesivi. Nella scelta è bene acquistare prodotti di facile applicazione e che non si asciughino troppo presto: questo potrebbe essere consigliato e indispensabile, ad esempio, per evitare errori di messa in posa dovuti ovviamente all’inesperienza;
  • Aggraffatura perimetrale: essa prevede l’inserimento di un feltro tra la moquette e la pavimentazione, così da ottenere un migliore isolamento sia di tipo termico che di tipo acustico;
  • Posa libera, forse la più consigliata in quanto essa prevede il semplice taglio della moquette a seconda dei propri desideri, che viene infine trattenuta con lo zoccolino ed i coprisoglia.

 

Moquette: controindicazioni

Le persone che in genere considerano la moquette un elemento superato di arredo, parlano soprattutto di una controindicazione che è la “schiavitù” della pulizia di questo rivestimento.

Si tratta comunque di un pensiero abbastanza comune, che però deve essere isolato ed allontanato, magari con le giuste considerazioni: le moquette trattengono lo sporco e la polvere, ma possono essere facilmente pulite ed aspirate con l’aiuto di una buona aspirapolvere.

 

Moquette: quali i prezzi

I prezzi variano a seconda della messa in posa del prodotto – se si sceglie il fai da te, e quindi se si devono sostenere solo i costi relativi all’acquisto del prodotto e degli elementi utili alla sua applicazione, oppure se è necessario chiedere l’installazione ad una persona esperta nel settore – e di altri fattori che possono incidere ed influire in maniera importante sulla spesa finale.

Ma quanto costano le moquette? Modelli vari in agugliato possono avere un costo fino 17 euro/mq, mentre il costo potrebbe essere maggiore per i bouclèe, fino a circa 25 euro/mq.

 

Moquette: come risparmiare

Risparmiare sull’acquisto della moquette potrebbe essere il desiderio di molti. Un desiderio che, tra l’altro, potrebbe essere facilmente realizzato, con qualche consiglio utile, come ad esempio quello di fare sempre riferimento a comparatori di prezzo ma soprattutto a comparatori di preventivi.

Potendo fare riferimento a più preventivi richiesti presso aziende diverse, possiamo avere sempre la giusta soluzione e trovare facilmente il giusto rapporto tra qualità e prezzo.

 

Richiedi un preventivo gratutito adesso!

OTTIENI 4 PREVENTIVI GRATUITI ONLINE! Scopri come!
X

Richiedi Preventivi Gratuiti